venerdì 23 ottobre 2020

Una verità dolorosa: gli adottati guatemaltechi apprendono di essere stati dati in modo fraudolento

Tra una generazione di adottati guatemaltechi, ora gli adulti, cresciuti negli Stati Uniti e in Europa, sono un numero che hanno imparato una dolorosa verità: sono stati portati via dalle loro famiglie di nascita in circostanze fraudolente, in adozione leggi che hanno attirato il controllo internazionale e che sono state successivamente riviste.

Ora, alcuni degli adottati stanno raccontando le loro storie nella speranza che ci siano più risposte e chiarezza su un capitolo oscuro della storia della nazione.

“Le persone in Guatemala vogliono sapere dove sono i loro figli. Fa parte della storia del paese e ora che siamo adulti, lo dobbiamo a noi stessi e a loro”, ha detto Mariela Sifonte, 31, cresciuta in Belgio come Coline Fanon dopo essere stata adottata quando era 11 Vecchio di mesi.

Sebbene Sifonte sia cresciuta in una famiglia amorevole, il suo desiderio di saperne di più sulla sua famiglia natale ha portato a una ricerca decadente; lungo la strada, incontrò altri giovani guatemaltechi nella stessa ricerca.

La sua ricerca terminò a gennaio 2018 quando alla fine si riunì con sua madre biologica. Fu allora che Sifonte venne a sapere di essere stata rubata dall’ospedale da bambina. A sua madre era stato detto che suo figlio era morto durante la nascita. Quando la madre di Sifonte chiese il corpo, l’ospedale le disse che aveva già seppellito il bambino.

Mariela Sifonte, attualmente 31, contiene una foto di quando era 11 – vecchio di mesi e adottato da una famiglia in Belgio. Courtesy Mariela Sifonte

Tra i 1990 se la metà – 2000 s, decine di migliaia di bambini guatemaltechi furono adottati negli Stati Uniti e a livello internazionale – 13, 000 solo negli Stati Uniti, secondo le stime del Dipartimento di Stato .

Ma la storia di Sifonte illustra le conclusioni di un ampio maggio 2007 rapporto di la Conferenza dell’Aia di diritto internazionale , che ha trovato che le fragili leggi del Guatemala all’epoca trasformavano le adozioni in un “business”.

Il rapporto esortava il Paese a rafforzare il modo in cui investigava le circostanze che circondavano la futura adozione di un bambino per assicurarsi che non ce ne fossero ” anomalie “riguardanti le” vere origini “del bambino e che la povertà non era la giustificazione” per la consegna dei bambini “ad altre famiglie.

Una recente indagine del Telemundo ha rilevato che le persone con connessioni al Il governo guatemalteco stava usando il sistema di adozione legale per trarre profitto dal furto e dalla vendita di bambini a livello internazionale poiché almeno il 1980 s.

Grace González, che ha diretto il documentario investigativo “The Lost Children of Guatemala”, ha dichiarato a NBC News che lo scandalo fraudolento dell’adozione del paese risale al vil war e il successivo genocidio di gruppi principalmente indigeni.

Disuguaglianze economiche e politiche estreme hanno scatenato una guerra civile tra il governo guatemalteco e i gruppi ribelli che è durata 36 anni, da 1960 a 1996. L’esercito guatemalteco lanciò un’operazione in 1980 preso di mira la popolazione Maya del paese , che si credeva sostenessero gruppi ribelli alimentando il movimento di guerriglia. L’esercito distrutto 187 villaggi, uccisi 200, 000 persone e sfollati per ulteriori 1,5 milioni.

Migliaia di bambini sono stati persi lungo la strada e alcuni che sono stati trovati dai militari non sono mai stati restituiti alle loro famiglie.

In 2007, prima che fossero approvate leggi di adozione più rigorose, Il Guatemala ha realizzato $ 36 milioni di adozioni, secondo un 2010 rapporto della Commissione internazionale contro l’impunità del Guatemala.

The Morning Rundown

Dai un’occhiata alle storie più importanti della mattinata.

“Il Guatemala è sempre stato molto diviso socialmente, ma la motivazione sembrava strettamente economica “, Ha detto González, aggiungendo che l’attività di adozione è diventata redditizia per avvocati e funzionari governativi prima le leggi di adozione del paese sono state rafforzate a dicembre 2007 in seguito al controllo pubblico e alle proteste nazionali.

“La legge è cambiata dopo che il mondo aveva messo gli occhi sul Guatemala”, ha detto González. “Ma la lezione appresa qui, qualunque siano le intenzioni, è che 13 anni dopo, un’intera generazione è stata colpita da questo e solo una manciata di persone sono state accusate. “

Alla ricerca di risposte

Il ricordo del giorno in cui Osmin Tobar era tratto da sua madre in Guatemala, gli è stato ripetuto in testa come un disco rotto da quando aveva sette anni.

Le autorità guatemalteche lo hanno accolto 1997 dopo aver presumibilmente ricevuto notizie di abusi e abbandonato da sua madre – accuse che non si sono preoccupati di verificare. Invece Tobar è stato portato via e ha trascorso due anni in una casa per bambini prima che una famiglia in Pennsylvania lo adottasse.

“La più grande motivazione che ho dovuto tornare in Guatemala è stata il ricordo di mia madre”, Tobar , 13, padre di due ragazzi, ha detto a NBC News.

Mentre Tobar desiderava riunirsi con sua madre per oltre un decennio mentre viveva in gli Stati Uniti, suo padre, che era stato separato da sua madre, stava cercando di invertire una dichiarazione di abbandono – la mossa legale che ha permesso al governo guatemalteco di portare Tobar in adozione internazionale senza il consenso di suo padre.

Tobar lasciò la Pennsylvania e si trasferì in Guatemala dopo essersi ricollegato con i suoi genitori biologici in 2011. Tuttavia, ha lottato per mantenere un buon rapporto con le sue famiglie sia biologiche che adottive.

In 2016, ha portato il suo caso alla Corte interamericana dei diritti umani in Costa Rica. Ha dichiarato che nessuno gli ha chiesto se sua madre lo ha maltrattato prima di metterlo in adozione internazionale.

Tobar ha anche detto che le autorità non gli hanno chiesto se preferiva vivere con un altro membro della famiglia prima di essere portato a casa di un bambino.

La dichiarazione di Tobar lo ha reso la prima persona a vincere una causa contro il Guatemala per adozioni fraudolente. Di conseguenza, il governo guatemalteco è stato costretto ad ammettere che ha permesso anni di cattiva condotta.

“Quel giorno in tribunale mi ha fatto capire che era più grande di me”, ha detto Tobar. “Mi ha dato più passione e fuoco per essere schietto e non aver paura di rendere le persone responsabili.”

Mentre Tobar sta ancora aspettando che il governo guatemalteco ripari il suo caso, la donna che ha facilitato la sua adozione sta attualmente servendo un 18 – condanna a un anno di tratta di minori.

Nel caso di Sifonte, ha detto che conoscere la verità sulle sue circostanze è stato difficile per la sua famiglia belga .

“È stato un processo difficile per i miei genitori adottivi apprendere la verità perché si sono fidati delle agenzie governative durante tutto il processo di adozione e non sapevano che fossi un bambino rubato”, ha detto Sifonte alla NBC Notizie.

Il sistema giudiziario federale belga ha aperto un’inchiesta sulla tratta di minori su Hacer Puente, l’agenzia di adozione che ha elaborato l’adozione di Sifonte decenni fa. Bernard Sintobin, ex tesoriere di Hacer Puente, divenne in seguito il direttore ad interim dell’UNICEF in Belgio. Si è dimesso a maggio dopo essere stato accusato di aver partecipato a un anello di adozione.

L’avvocato di Sintobin, Patrick Hofstrossler, ha dichiarato a Telemundo che ” Sintobin si astiene dal rilasciare dichiarazioni pubbliche e ribadisce di non essere mai stato testimone o aver partecipato ad atti illeciti. “

Mariela Sifonte con sua madre biologica in Guatemala. Per gentile concessione Mariela Sifonte

Sifonte, ora madre stessa, ha detto è “in pace con la sua storia” e mantiene buoni rapporti sia con i suoi genitori adottivi che con i suoi genitori biologici.

Attualmente sta lavorando a un libro autobiografico che dovrebbe uscire il prossimo anno.

Edmond Mulet, ex diplomatico delle Nazioni Unite e recente candidato presidenziale alle elezioni guatemalteche, era accusato di aver partecipato a un anello di adozione illegale nel 1980 s quando era un giovane avvocato .

Mentre le accuse furono successivamente respinte, Mulet insiste ancora sul fatto che il governo guatemalteco “salvò il cap la vita di ildren attraverso quelle adozioni. “

” Qui non ci sono vittime “, ha detto a Telemundo.

Segui NBC Latino su Facebook, Twitter e Instagram .

Come riportato da NBC News