martedì 30 novembre 2021

Uno sguardo sul titolo azionario Intel dopo l’arrivo del nuovo CEO Pat Gelsinger a gennaio

Prima della pandemia, i produttori di semiconduttori parlavano dell’idea di un “super-ciclo”, un continuo aumento della domanda in sostituzione dei vecchi giorni di boom e recessione dei decenni precedenti.
Quel superciclo sta diventando una carenza eccessiva, poiché aziende come Intel (INTC) trovano difficile soddisfare le richieste dei clienti utilizzando catene di fornitura globali.

La carenza a breve termine ha fermato lo slancio di Intel, proprio come ci si aspettava che andasse in overdrive dopo Pat Gelsinger è stato reclutato da VMware ( VMW ) come CEO . Le azioni sono ancora aumentate di quasi il 31% per l’anno, ma sono aumentate solo del 4% da ha preso il timone a metà febbraio. In quattro giorni di negoziazione fino ad aprile 15, sono scesi di circa il 6%.

Ma mentre gli speculatori scappano, la bassa marea potrebbe essere un ottimo argomento per investimenti a lungo termine in Intel.

Il Presidente americano Joe Biden e le azioni Intel

Sebbene la speculazione sul piano infrastrutturale dell’amministrazione Biden sia incentrata sulle auto elettriche, Intel potrebbe diventare azienda. La revisione giornaliera delle catene di fornitura dei semiconduttori da parte del Presidente 100 potrebbe essere il momento d’oro dell’azienda.

Sotto Gelsinger, Intel sta investendo $ 12 in due nuovi stabilimenti di produzione dell’Arizona. Il nuovo capo promette di eguagliare il rivale di Taiwan Semiconductor (NYSE: TSM ) Processo a luce UV, in base al quale promette di completare il lavoro della Legge di Moore e portare le linee del circuito entro 2 nanometri l’una dall’altra.

Anche Taiwan Semi sta investendo $ 35 miliardi nella nuova produzione in Arizona. Ciò renderà il deserto un centro di produzione globale di semiconduttori entro la metà di questo decennio. Sia Intel che TSMC gestiranno i loro stabilimenti come fonderie, producendo chip per chiunque abbia bisogno di capacità.

Negli ultimi decenni, manodopera a basso costo e problemi ambientali hanno spinto la produzione di chip offshore. Più del 80% dei semiconduttori è ora prodotto in Asia, contro 12% negli Stati Uniti I piani di TSMC e Intel invertiranno la tendenza.

Gelsinger ammette la nuova capacità richiederà alcuni anni per svilupparsi. Nel frattempo ci saranno carenze e i prezzi saranno fermi. Questo è positivo per Intel.

Intel ha un piano per entrare nella tecnologia delle auto autonome da 2023, utilizzando il breve la carenza di termine a suo vantaggio. Gelsinger sta parlando con aziende come General Motors (NYSE: GM ) e Ford Motor (NYSE: F ) riguardo a Intel che ha fornitura a breve termine e un piano a lungo termine. Mentre TSMC si occupa dei problemi di fornitura causati da una siccità, Intel ha ancora un sacco di inventario che può far ripartire la produzione di automobili negli Stati Uniti.

L’annuncio di Nvidia (NASDAQ: NVDA ) che renderà i chip per server che competono con Intel ha creato l’ultima gamba in stock INTC. Ma la mossa era attesa dopo che Nvidia ha detto che avrebbe acquistato ARM Holdings da Softbank (OTCMKTS: SFTBY ) per $ 40 miliardi l’anno scorso.

Ancora più importante, Intel non ha danneggiato così tanto quanto gli analisti temono. Questo perché Nvidia non sta realmente “producendo” i chip. Come la maggior parte delle altre aziende di semiconduttori statunitensi, Nvidia è “senza fabbisogno”. È una casa di design. Ha bisogno di capacità produttiva. Questo è ciò che Intel fornirà ora.

Conclusioni sul titolo azionario INTEL

La differenza tra speculare e investire è il tempo. Gli speculatori non ce l’hanno. Gli investitori lo fanno. Acquistando buone società, come azioni INTC, e tenendole per anni, puoi fare soldi.