giovedì 21 gennaio 2021

Usa, Regno Unito e Israele: dove i vaccini spingono le Borse

AGI – In Israele il fatto che la Knesset abbia bocciato la proposta di compromesso avanzata dalla coalizione di governo sancendo l’inizio della quarta stagione elettorale in due anni avrebbe dovuto suscitare una qualche reazione sui mercati finanziari. Ma non è stato così.

La borsa israeliana ha risposto come se la stabilità politica non fosse un problema. In questi giorni, anzi, l’indice TA-25 di Tel Aviv vola a ritmi del +5%.

Ad influire è il fatto che da oltre una settimana è iniziata la campagna per il vaccino contro il coronavirus. Da allora si e’ mossa a una velocità sorprendente. Il successo del programma, scommette il mercato, riporterà la normalità nell’economia, e il vaccino sembra anche più Importante rispetto al nome del prossimo premier.

Insomma, il 2021 sarà l’anno della ripresa globale dopo lo tsunami Covid, e il colpo d’acceleratore lo imprime giocoforza

LEGGI TUTTO L’ARTICOLO SU AGI

Questo contenuto è di proprietà di AGI
Finanza News 24 non detiene alcun diritto su tale contenuto, ma si limita soltanto a diffonderlo