giovedì 22 ottobre 2020

Vuoi aprire un negozio online o fisico? Ecco qualche consiglio utile

Se hai intenzione di avviare un’attività online o fisica, questi sono i consigli che fanno per te

Mettersi in proprio, vuol dire creare un’impresa dove bisogna approcciarsi con le giuste conoscenze in tanti aspetti. Le prime cose a cui bisogna pensare sono:

  • cosa voglio fare;
  • il budget iniziale;
  • i costi;
  • online o fisico.

Sicuramente in Italia come nel resto del mondo, un negozio online è la prima idea che vien in mente dato l’avanzamento della tecnologia e anche la situazione di emergenza sanitaria (Covid-19) che ci ha permesso di avere la possibilità di scoprire su più fronti il mondo del web, soprattutto con lo shopping online.

Bisogna anche premettere che online bisogna essere competitivi, quindi i prezzi devono essere concorrenziali, la merce deve essere molto assortita per poter dare una scelta ampia e l’e-commerce deve essere seguito costantemente per poter assistere il cliente anche dopo la vendita per eventuali resi o problematiche della vendita a distanza.

Tuttavia, lo shopping in loco è sempre qualcosa che si preferisce, in quanto “si tocca con mano” quindi le vendite online e in negozio possono coesistere in molti settori.

Cosa occorre sapere se si vuole aprire un negozio fisico

Per iniziare l’attività con un negozio fisico, in Italia, sono richiesti determinati requisiti:

  • essere maggiorenne;
  • avere/aprire una partita IVA;
  • iscriversi alla camera di commercio;
  • iscriversi all’INAIL e/o all’INPS per una posizione previdenziale

In alcuni casi, potrebbe essere necessario un permesso del comune locale per aprire un negozio. Nella maggior parte dei casi, bisogna comunicare la SCIA (segnalazione di inizio attività) e deve essere depositata presso l’autorità competente o in formato elettronico, un documento con il quale il titolare attesta di possedere i requisiti per aprire un punto vendita.

Qual è il posto giusto per aprire un negozio fisico

Importante pensare su cosa si vuol puntare. Un bar, ristorante, negozio d’abbigliamento, paninoteca, spaccio di prodotti locali, negozio di articoli d’ufficio, ecc.

Ogni idea deve essere accompagnata dal giusto locale, nella giusta posizione rispetto alla clientela che si vuole attrarre e la metratura scelta deve rispecchiare il tipo di locale che si vuole costruire (di certo un ristorante non può avere la stessa metratura di un negozio di prodotti locali, a meno ché non si abbia il permesso per poter utilizzare il suolo pubblico).