giovedì 26 maggio 2022

Acquisto prima casa? Occorre state attenti ai tassi dei mutui che sono saliti sopra il 2%

I tassi dei mutui per l’acquisto di immobili  non salivano  sopra al 2% da agosto 2019. Si attendono secondo la Banda d’Italia nuovo rincari nei prossimi mesi

Il sogno di comprare casa sembrava più fattibile lo scorso anno con mutui a tasso davvero interessanti. Nel mese di marzo 2022 invece i tassi di interesse sui prestiti erogati alle famiglie per l’acquisto di abitazioni comprensivi delle spese accessorie (Tasso Annuale Effettivo Globale, TAEG) si sono collocati al 2,01% contro l’1,85% del mese di febbraio dello stesso anno. E il sogno di possedere una casa di proprietà del secondo trimestre dell’anno sembra sempre più lontano.

A rendere nota la notizia dei rincari sui mutui casa è proprio la Banca d’Italia nella nota pubblicazione ‘Banche e moneta”. Stabili invece all’8,06% i tassi sulle nuove erogazioni di credito al consumo. La richiesta di liquidità quindi non è aumentata. I tassi sui mutui hanno raggiunto massimi non più raggiunti dal 2019 quindi  da più di due anni e mezzo. La guerra e la difficile ripresa economica rendono le banche sempre più caute. Secondo i dati della Banca d’Italia infatti gli interessi sui prestiti alle famiglie per l’acquisto di abitazioni non salivano infatti sopra al 2% da agosto 2019, quando erano al 2,08%. Il costo dei prezzi per gli immobili  inizia quindi a risentire delle nuove politiche applicate dalle banche centrali, scelte quindi  più ristrettive delle che portano ad una decremento della quantità di denaro disponibile da allocare ai finanziamenti. Le ultime notizie provenienti  da Banca d’Italia e che hanno analizzato i dati del mese di marzo 2022 rivelano che i valori delle abitazioni hanno evidenziato un ulteriore rafforzamento dei segnali di rialzo dei prezzi degli immobili  sia nel quarto trimestre del 2021 sia nelle attese per il primo trimestre 2022. La tendenza è destinata ad accentuarsi nei prossimi mesi ed i consumatori e i futuri acquirenti sono molto più attenti alla scelta dell’istituto di credito a cui rivolgersi per rendere “reale” il loro sogno di “acquisto casa”.