giovedì 26 maggio 2022

Waller della Fed promette di combattere l’inflazione, afferma che gli errori degli anni ’70 non si ripeteranno

Il governatore della Federal Reserve Christopher Waller ha promesso Martedì che il gruppo di determinazione dei tassi non avrebbe commesso gli stessi errori sull’inflazione che ha fatto nelle 20s.

All’epoca, ha detto durante una chiacchierata con il presidente della Fed di Minneapolis Neel Kashkari, la banca centrale ha parlato duramente sull’inflazione ma ha appassito ogni volta che una politica monetaria più restrittiva ha causato un aumento della disoccupazione.

Questo tempo, Waller ha detto che lui e i suoi colleghi seguiranno le sue intenzioni di aumentare i tassi di interesse fino a quando l’inflazione non scenderà al livello target della Fed. La banca centrale ha alzato i tassi due volte quest’anno, inclusa una mossa di mezzo punto percentuale la scorsa settimana.

“Sappiamo cosa è successo per la Fed che non ha preso sul serio il lavoro sull’inflazione nel 1970 e non permetteremo che ciò accada”, ha detto Waller.

Le osservazioni sono arrivate con l’inflazione che correva al suo ritmo più caldo da più di 40 anni. All’inizio della giornata, il presidente Joe Biden ha definito l’inflazione la più grande sfida dell’economia attuale e ha notato che la lotta all’aumento dei prezzi “inizia con la Federal Reserve”.

Sebbene abbia notato l’indipendenza politica della banca centrale, Biden ha detto: “La Fed dovrebbe fare il suo lavoro e farà il suo lavoro. Ne sono convinto nella mia mente.”

Mentre Waller ha fatto il paragone con la Fed dei 1970s e dei primi ’80s, che alla fine hanno sconfitto l’inflazione con una serie di massicci rialzi dei tassi di interesse quando Il presidente Paul Volcker ha preso il posto, ha detto che non pensa che gli attuali politici debbano essere così aggressivi.

“Non avevano credibilità, quindi Volcker ha semplicemente detto: ‘Io’ devo solo fare questo shock e timore reverenziale'”, ha detto Waller. “Non abbiamo questo problema in questo momento. Questo non è un momento di shock e stupore per Volcker.”

Le mosse di Volcker hanno portato il tasso di interesse di riferimento della Fed a chiudere a 20% e ha mandato l’economia in recessione. Waller ha detto di aver avuto una conversazione con l’ex presidente prima della sua morte e Volcker ha detto: “Se avessi saputo cosa sarebbe successo, non l’avrei mai fatto”.

Waller ha detto che pensa che l’economia possa resistere al percorso di rialzi dei tassi questa volta che sarà molto più dolce dell’era Volcker.

“Il mercato del lavoro è forte. L’economia sta facendo così bene”, ha detto. “Questo è il momento di colpirlo se pensi che ci sarà qualche tipo di reazione negativa, perché l’economia può sopportarlo.”

All’inizio della giornata, il presidente della Fed di Richmond Thomas Barkin ha anche sostenuto l’obiettivo di tenere sotto controllo l’inflazione, affermando che il percorso probabile porterà il tasso sui fondi federali a un intervallo compreso tra il 2% e il 3% e “possiamo quindi determinare se l’inflazione rimane a un livello che richiede di frenare sull’economia o meno.”

Fonte : CNBC