giovedì 06 maggio 2021

Warren Buffett superato da Elon Musk nella classifica dei paperoni del mondo

Grazie alle performances incredibili del titolo Tesla, Elon Musk riesce a scalare le classifiche degli uomini più ricchi del mondo superando anche il mitico Warren Buffett.

Sono tante le classifiche che mostrano gli uomini più ricchi nel mondo. Se guardiamo a quella di Forbes, ad esempio, è molto interessante.

Ma ultimamente è successo qualcosa che ha modificato leggermente l’elenco. Tesla ha sueprato i 1.544 dollari, raggiungendo un record record storico per la compagnia.

Secondo Bloomberg, la corsa ha aumentato il capitale personale di Elon Musk di $ 6,1 miliardi, portando la ricchezza “vulcanica” del proprietario di Tesla a $ 70,5 miliardi.

Pertanto, sul Bloomberg Billionaries Index, Musk risulta superiore a Warren Buffett con i suoi “appena! 69,2 miliardi /e anche a giganti della tecnologia come Larry Ellison (Oracle) e Sergey Brin, uno dei fondatori di Google.

Pertanto, il lavoro di Tesla consente a Elon Musk di aumentare il capitale di 595 dall’inizio dell’anno grazie al + 269% raggiunto dalle quote della casa automobilistica nel settore elettrico, rendendolo anche il miglior CEO pagato dagli Stati Uniti.

Elon Musk possiede circa un quinto delle azioni di Tesla, che costituiscono la maggior parte delle sue attività, e una partecipazione di controllo in SpaceX è di circa $ 15 miliardi.

Warren Buffett in difficoltà

Il mitico investitore sembra attraversare un period di difficoltà e i suoi investimenti sembrano non avere lo sprint di una volta. Cosa che se ci si pensa potrebbe anche essere normale, visto che tra pochi giorni compirà la bellezza di 90 anni.

All’inizio della scorsa settimana, l’oracolo di Omaha ha donato $ 2,9 miliardi a enti di beneficenza e dal 2006 il loro totale ha superato i 37 miliardi.

Inoltre, anche i recenti risultati azionari del suo fondo Berkshire Hathaway sono deludenti, poiché non è stato in grado di riprendersi dall’improvviso crollo dei mercati dopo l’arrivo del coronavirus, a differenza di Tesla, che non solo è tornato a giugno. a livello pre-pandemico, ma non sembra voler più smettere.