mercoledì 26 gennaio 2022

Waymo e Cruise fanno il primo passo verso i taxi autonomi a San Francisco

Hai presente quell’amico che parla di trasferirsi in California ma non va mai fino in fondo? Bene, Waymo e Cruise stanno finalmente mettendo i loro soldi dove sono. Dopo anni di pianificazione, secondo un rapporto di Reuters, le società autonome di rideshare hanno entrambe richiesto i permessi per utilizzare i loro veicoli a guida autonoma per i servizi di taxi e consegna a San Francisco controllati, secondo un rapporto di Reuters. ) Waymo e Cruise sono già in possesso dei permessi DMV per testare le loro auto senza conducente in California. Le aziende stanno semplicemente chiedendo un permesso per effettuare servizi di consegna e taxi con un operatore al volante della loro auto. Se approvato, Waymo e Cruise si uniranno al loro rivale Nuro, che ha ottenuto lo stesso permesso in 2020. I permessi futuri ottenuti attraverso il California Autonomous Vehicle Deployment Program consentono alle aziende di offrire i propri servizi senza un operatore.

la Bay Area perché densamente popolata, spontanea e ricca di strade strette e tortuose. La città è ben lontana da Phoenix, un altro popolare banco di prova per auto autonome (in particolare i veicoli di Waymo). Mentre Phoenix aiuta le aziende a insegnare alle loro auto a guidare in aree rurali e periferie sparse, San Francisco aiuterà le auto a guida autonoma a evitare i pedoni e altri fattori imprevedibili. (Ovviamente, San Francisco è anche un popolare hotspot per ricchi tipi e investitori della Silicon Valley, a cui piace vedere la loro tecnologia in uso.)

Internamente, questo permesso è un passo importante per Waymo e Cruise. Ma dall’esterno non cambierà molto. Waymo ha ancora in programma di mettere un operatore al volante delle sue auto autonome a San Francisco e le società potrebbero limitare i loro veicoli a determinate strade mentre sono in modalità di guida autonoma. I servizi di consegna e condivisione di passaggi possono essere limitati a determinate aree in determinati momenti della giornata e la persona media a San Francisco potrebbe non trovarsi in un’auto autonoma fino alla fine del decennio.

Fonte: Waymo, Cruise via Ars Technica