mercoledì 25 novembre 2020

Acquistare o affittare casa? Ecco alcune semplici risposte

La maggior parte degli Italiani è dell’idea che acquistare una casa sia decisamente più conveniente che affittarla.

In realtà le cose non stanno propriamente così. A volte alcune informazioni sono frutto di un comune sentire e addirittura diventano spesso fuorvianti.

Valutiamo innanzitutto tre parametri importantissimi.

Vantaggio o svantaggio economico?

Non è assolutamente vero che, qualunque sia il prezzo, acquistare casa valga come investimento redditizio. Anche perché tutto ciò che produce dei costi non è necessariamente redditizio. Accendere un mutuo di svariate migliaia di euro è qualcosa che può gravare parecchio sullo status di una famiglia. E quando il mutuo supera di gran lunga un eventuale affitto, le cose ovviamente si complicano.

Il problema della rivalutazione

Una casa di proprietà può essere valutata in molti modi, ma se lo facessimo rispetto all’inflazione scopriremmo alcune cose che ci farebbero desistere. Le nostre case, lasciate in eredità da genitori o parenti, sono state comprate per diversi milioni di vecchie lire. Rispetto all’inflazione normalizzata, il valore di una casa aumenta, secondo alcuni studi, circa dell’1% all’anno. Tecnicamente non si potrebbe quindi parlare di un investimento reale profittevole, poiché a questi livelli di crescita, il margine di guadagno è quasi assente.

I mercati finanziari e l’impatto sull’immobiliare

C’è da valutare poi anche la questione dei mercati finanziari che incidono pesantemente sul valore immobiliare. Non è assolutamente detto che acquistando un immobile ad un determinato prezzo, lo stesso non scenda dopo soli 5 anni soltanto perché sui mercati finanziari intanto si sono sviluppate delle contingenze particolari. E su questo chiunque potrebbe avere un riscontro vedendo l’attuale situazione, con il valore degli immobili che sembra scendere sempre più. E non a caso, contestualmente, l’aumento dei prezzi degli affitti.

La difficoltà di una possibile vendita

Mettiamo il caso che si acquisti casa e che poi dopo un po’ di tempo, per esigenze di familiari, di lavoro o altro, si debba necessariamente venderla.

Cosa succederebbe? Una casa di proprietà non è un’automobile che impiega relativamente poco tempo ad esser venduta. La casa ha delle caratteristiche peculiari che possono o non possono piacere, quindi un’eventuale vendita è soggetta a tantissime valutazioni di carattere soggettivo. Intanto però in quel frangente si attende con un capitale bloccato e soprattutto se lo spostamento è obbligatorio, il tutto rappresenta un serio freno alle nostre operazioni in programma.

Meglio acquistare o affittare casa?

In conclusione non è possibile stabilire a priori se sia meglio acquistare o affittare casa. I parametri da valutare sono tantissimi e soprattutto variabili in base alle disponibilità economiche dei singoli. Una cosa è certa, però. Non vale più la regola che i nostri nonni ci hanno tramandato secondo cui per investire in maniera sicura è necessario acquistare casa.