giovedì 16 settembre 2021

Il CDC riporta risultati contrastanti per l’industria dello svapo

                            

                                     

                                                                                          

I Centers for Disease Control and Prevention ha alcune cattive notizie relative allo svapo per le industrie della cannabis e della nicotina.

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                  

Negli ultimi mesi, è diventato chiaro che lo svapo non è la cosa più sana che puoi fare per i tuoi polmoni. Fino ad ora, questo era davvero tutto ciò che chiunque poteva dire con fiducia, ma un nuovo rapporto del governo ha finalmente fornito alle autorità di regolamentazione una tabella di marcia per prevenire le lesioni polmonari associate all’uso di prodotti (EVALI).

Mercoledì, i Centers for Disease Control and Prevention (CDC) hanno aggiornato il rapporto EVALI con i dati di agosto 2019 fino a gennaio 2020. In breve, i numeri non sembrano grandi per i produttori di olio di cannabis come Curaleaf ( OTC: CURLF ) o le compagnie del tabacco come Altria ( NYSE: MO ) che ha investito molto per costruire nuove attività di vaporizzazione a base di nicotina.

Fonte immagine: Getty Images .

Problemi di controllo qualità

Il CDC ha setacciato i dati sull’uso di sostanze da 1, 979 riporta e ha trovato molte sovrapposizioni. Circa 82% dei casi EVALI sono stati segnalati da pazienti che prodotti contenenti THC usati rispetto a 16 % di coloro che hanno usato prodotti a base di nicotina.

Tra i pazienti che hanno riportato le loro fonti di THC, 78% ha riferito di acquisti da fonti informali mentre 16% ha acquistato le sue cartucce da fonti commerciali.

Non un buon track record

Curaleaf e il resto dell’America fiorente industria della cannabis hanno ancora alcuni problemi di controllo della qualità da risolvere, ma l’industria della cannabis sta facendo molto meglio di Altria e dei coetanei. Tra i pazienti EVALI che hanno riportato fonti di svapo di nicotina, 69% ha riferito di aver ottenuto tutti i suoi prodotti da fonti commerciali, mentre solo 17% acquistato da fonti informali.

C’è molta sovrapposizione nei dati e alcune lacune che significano che qualsiasi conclusione tratta dal rapporto del CDC dovrebbe essere presa con un granello di sale. Detto questo, sembra che una regolamentazione federale più severa per le aziende di svapamento della nicotina come Altria sia probabilmente all’orizzonte. Nel frattempo, diversi stati sono diretti in direzioni diverse in base alle loro interpretazioni dei risultati relativi alla cannabis del rapporto.

                                                                                                                                                                                                                 Cory Renauer non ha alcuna posizione in nessuno degli stock citati. Il Motley Fool non ha alcuna posizione in nessuno degli stock citati. Il Motley Fool ha un politica di divulgazione . “>                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                           
Articolo originale di Fool.com