sabato 31 ottobre 2020

Le buone notizie e le cattive notizie per i produttori di PC

      

                

        

  

  

                                         

                                     

                                                                                          

I dipendenti e i datori di lavoro ora si rendono conto di aver bisogno di opzioni per il lavoro remoto, ma una volta acquistati non li compreranno più.                             

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                     

Parla di un’amara ironia. Per la prima volta da anni l’industria dei personal computer ha visto un aumento della domanda, grazie a milioni di persone improvvisamente costrette a lavorare lontano dai loro uffici. Ma lo stesso coronavirus che li ha bloccati a casa ha anche chiuso le catene di approvvigionamento e distribuzione del settore. Risultato netto? Le vendite di PC sono crollate nell’ultimo trimestre – di molto.

Non è necessariamente la fine del mondo. Una volta che la polvere si è assestata, ci si aspetta che nomi come Dell Technologies, HP e Apple trovino un mercato del lavoro abbastanza robusto ad aspettarli. Sfortunatamente, fare queste disposizioni per il futuro è ancora suscettibile di essere un’ondata unica di acquisti.

Due rivali concordano su una cosa

Mercato della tecnologia ricerca IDC e Gartner scricchiolato separatamente i numeri, ma sono giunti alle stesse conclusioni di base. IDC calcola che le vendite di personal computer – che includono laptop e notebook – sono diminuite del 9,8% nel primo trimestre, mentre la matematica di Gartner attribuisce un valore simile 12. Diminuzione del 3%.

Fonte immagine: Getty Images.

Entrambi hanno anche nominato lo stesso colpevole. Il COVID – 19 pandemia che per la prima volta si è imposto in Cina alla fine dello scorso anno e alla fine ha scosso il Nord America a partire dalla fine di febbraio ha provocato la chiusura di ogni sorta – fabbriche, uffici e negozi al dettaglio, solo per citarne alcuni.

Anche le suddivisioni dettagliate dei fornitori di ciascuna casa di ricerca si sono allineate abbastanza bene, sia notando il probabile aumento di Dell delle spedizioni di unità, sia con entrambi gli strumenti di ricerca che suggeriscono che Apple e HP sono stati colpiti più duramente della maggior parte.

Stime di spedizione PC IDC

Azienda 1Q – 2020 Spedizioni unitarie 1Q – 2020 Quota di mercato 1Q – 2019 Spedizioni unitarie 1Q – 2019 Quota di mercato YOY Growth / (Reduction)
Lenovo ( OTC: LNVGY ) 12, 830 24. 1% 13, 413 22. 7% (4,3%)
HP ( NYSE: HPQ ) 11, 701 22% 13, 573 23% (13. 8%)
Dell Technologies ( NYSE : DELL ) 10, 495 19. 7% 10, 379 17 0,6% 1,1%
Mela ( NASDAQ: AAPL ) 3, 092 5,8% 3, 896 6,6% (20. 7 %)
Acer Group 3, 364 6,3% 3, 733 6,3% (9,9%)
Altri 11, 757 22. 1% 14, 019 23. 8% (16. 1%)
Totale 53, 238 100% 59, 0 13 100% (9,8%)

Fonte di dati: IDC . I dati dell’unità sono in migliaia. Yoy=anno su anno.

Stime delle spedizioni per PC di Gartner

Azienda 1Q – 2020 Spedizioni unitarie 1Q – 2020 Quota di mercato 1Q – 2019 Spedizioni unitarie 1Q – 2019 Quota di mercato YOY Growth / (Reduction)
Lenovo 12, 613 24. 4% 13, 0 26 22. 1% (3,2%)
HP 11, 114 21. 5% 12, 648 21. 5% (12. 1%)
Dell Technologies 10, 158 19. 7% 9, 944 16 0,9% 2,2%
Mela 3, 555 6,9% 3, 791 6,4% (6,2%)
Acer Group 2, 900 5,6% 3, 322 5,6% (12. 7%)
ASUS 2, 603 5% 3, 526 6% (26. 2%)
Altri 8, 693 16 0,8% 12, 604 21. 4% (31%)
Totale 51, 637 100% 58, 860 100% (12. 3%)

Fonte di dati: Gartner . I dati dell’unità sono in migliaia. Yoy=anno su anno.

Sebbene nessuna delle società quotate dipenda interamente dalle vendite di PC per i ricavi, i dati suggeriscono che tutti questi nomi potrebbero essere pronti a riportare risultati trimestrali deludenti nel prossimo futuro. Nessuna sorpresa lì. È ciò che potrebbe (o non potrebbe) accadere entro la fine dell’anno che manterrà gli investitori al limite per il resto di 2019.

L’ultimo respiro?

Sia Gartner che IDC hanno concordato che il modo in cui il lavoro in futuro potrebbe essere modificato per sempre una volta che il contagio del coronavirus si trova nello specchietto retrovisore. Linn Huang, vice presidente della ricerca Dispositivi e display di IDC, ha commentato:

Le aziende che una volta tenevano principalmente i loro utenti nel campus dovranno investire in infrastrutture remote, almeno per scopi di continuità. I consumatori bloccati a casa hanno dovuto fare i conti con quanto sia importante mantenere la tecnologia aggiornata. Ciò dovrebbe fornire un vento costante a lungo raggio per i mercati di PC e monitor, tra le altre categorie.

Il direttore della ricerca di Gartner, Mikako Kitagawa, ha dichiarato: “Una volta che i blocchi relativi al coronavirus si sono estesi ad altre regioni, ci sono state nuove, improvvise tasche di richiesta di PC per lavoratori remoti e aule online che i produttori di PC non potevano tenere il passo. “

Qualcos’altro suggerito da Kitagawa, tuttavia, getta acqua fredda sull’ottimismo in erba che circonda il mercato dei personal computer. Ha continuato a spiegare:

I risultati dei fornitori di questo trimestre sottolineano le crescenti incertezze economiche che stanno restringendo la spesa dei PC, in particolare tra le piccole e medie imprese. Questa incertezza, unita alla fine delle finestre 10 picco di aggiornamento, sta spingendo le aziende a spostare i loro budget IT dai PC e verso la pianificazione strategica della continuità aziendale . Cominceremo a vedere imprese e consumatori allo stesso modo estendere i loro cicli di vita del PC su una base più permanente mentre si concentrano sulla conservazione del denaro. “

Lei ha ragione. Molte aziende si accerteranno probabilmente di non essere mai scoperte incapaci di svolgere nuovamente il lavoro in remoto. Ma una volta che quella rete di sicurezza è stata installata con computer adeguati posizionati nelle case dei dipendenti chiave, non c’è un vero bis per l’industria dei PC.

Potresti ricordare le vendite di personal computer che hanno lottato per raccogliere crescita misurabile dell’anno scorso anche con l’incombente fine del supporto per Windows 7. Kitagawa ha espresso preoccupazione per Gartner 2019 Analisi del mercato dei PC che – senza alcuna importante innovazione delle prestazioni del PC – i computer più vecchi ora eseguono Windows 10 hanno ancora molti anni di vita utile da affrontare. Qualsiasi nuovo acquisto di computer proveniente dal rallentamento del coronavirus potrebbe essere il proverbiale “ultimo evacuazione” per quello che era un ciclo relativamente debole di vendita / aggiornamento del PC.

Mettere tutto insieme

Il palcoscenico è pronto per impressionanti vendite di PC nel secondo trimestre e probabilmente nel terzo trimestre, a seconda di quando l’industria e il suo i fornitori possono tornare al lavoro e quanto velocemente possono lavorare una volta che lo fanno. Una volta che il mondo è attrezzato per il prossimo sconosciuto che mantiene i dipendenti a casa piuttosto che nel posto di lavoro reale, non resta molto da acquistare. In effetti, è logico che la spesa per la tecnologia del lavoro da casa possa essere considerata un aggiornamento in ritardo dei personal computer esistenti.

Questo scenario rende ancora una volta difficile vedere i marchi di personal computer come convincenti investimenti a lungo termine.

                                                                                                                                                                                                                 James Brumley non ha alcuna posizione in nessuno degli stock citati. Il Motley Fool possiede azioni e raccomanda Apple. Il Motley Fool raccomanda Gartner. Il Motley Fool ha un politica di divulgazione . “>                                                                                                                                                    

                                                                                               

                             

                     

      

Articolo originale di Fool.com