lunedì 30 novembre 2020

Parole chiave: il patologo afferma che l’avvertimento sulla pandemia di Hollywood dieci anni fa avrebbe potuto essere preso “molto più seriamente”

         

                                             

                 “Se le persone lo guardano di nuovo e se i funzionari federali e statali lo guardano di nuovo, spero che si stiano rendendo conto che il film parlava davvero di ciò che può accadere con una nuova minaccia di pandemia, e penso che la gente avrebbe dovuto prenderlo molto di più sul serio. Vorrei che le persone avessero prestato maggiore attenzione ad esso quando è uscito il film, perché è stato davvero un avvertimento per il governo federale che ciò potrebbe accadere e che è necessario prepararsi. ”                

                                                                                                                                                  

      

Quello è Tracey McNamara, professore di patologia alla Western University of Health Sciences in California, che parla con BuzzFeed News riguardo al 2011 film “Contagion”, che ha accumulato punti di vista in mezzo allo scoppio del coronavirus.

      

McNamara, che ha contribuito a scoprire il virus del Nilo occidentale e ha spinto il Dipartimento della Difesa a indagare sulla malattia, è stato consulente scientifico del film.

      

Con un cast stellato tra cui Matt Damon e Gwyneth Paltrow, “Contagion” parla di un’epidemia globale che inizia a Hong Kong e alla fine si diffonde in tutto il mondo come gli scienziati cercano una cura. Alla fine, milioni soccombono alla malattia.

      

“Il film suonava davvero vero e, ora che abbiamo a che fare con il coronavirus, è stato davvero catturato quando hai a che fare con qualcosa di sconosciuto”, si dice che McNamara abbia detto a BuzzFeed News. “Proprio come con il virus del Nilo occidentale, sentirai un sacco di persone che fanno ogni sorta di annunci e annunci, e ogni volta che qualcuno dice qualcosa su un virus nuovo di zecca, precedentemente sconosciuto, penso, dovresti scegliere le tue parole accuratamente. Potrebbe essere necessario mangiarli. ”

             

Di recente è cresciuto l’interesse, con il film di Steven Soderbergh che ha spaccato la parte superiore 10 su iTunes negli Stati Uniti          AAPL,          – 6 . %       grafico e, secondo il Verge , vedendo un picco nei download in tutto il mondo.

      

Scott Burns, lo sceneggiatore di “Contagion”, ha spiegato a NPR che i cineasti volevano evitare “un’esagerazione di Hollywood” e offrire invece uno scenario di epidemia “plausibile”.

      

“Stavamo cercando di raccontare una storia credibile nei limiti della comprensione scientifica, ma anche di illuminare il modo in cui il nostro mondo potrebbe rispondere”, ha detto. “Ecco perché il poster del film dice” Niente si diffonde come la paura “.

      

Per un assaggio, questo trailer ha recentemente superato 11 milioni di visualizzazioni:

              

Come un commentatore tra le migliaia interpellato: “2011: questo è solo un film … 2020: questo è un documentario davvero spaventoso. ”

      

Ma dovresti guardarlo? Dipende. A giudicare dal prevalere di Twitter          TWTR,          – 9 . %       sentimento, qualcosa di un po ‘più edificante potrebbe essere in ordine:

                                              

Ora ci sono 107, 758 casi confermati di COVID – 19 e 3, 658 morti, secondo le ultime figure del Johns Hopkins Whiting School of Engineering . Più di 60,00 0 persone si sono riprese in tutto il mondo . Il numero di casi in Iran, Italia e Corea del Sud continua a crescere, ma lo è anche il numero di casi in Francia e Germania. Negli Stati Uniti, ci sono stati 437 casi diagnosticati e 11 decessi.

              

Articolo originale di Marketwatch.com