venerdì 23 luglio 2021

Un insegnante e un tutor di 8 anni condivide il suo segreto in 6 passaggi per mantenere i bambini impegnati mentre imparano a casa

Nel corso della mia carriera di insegnante di otto anni, ho insegnato agli studenti di tutti i gradi, dalla scuola elementare al college – in aule, online e attraverso sessioni private di tutoraggio di persona .

Insegnare non è facile e bambini diversi imparano meglio in modi diversi. Alcuni funzionano meglio con un approccio più pratico, mentre altri funzionano bene con supervisione minima e check-in occasionali.

Ma ciò che è vero per tutti i tipi di studenti è che ci vuole pratica, ripetizione e struttura per la conservazione. Se sei un genitore stressato, ricorda questi sei semplici promemoria per garantire il successo educativo a casa:

1. Aggiorna le tue conoscenze.

Siamo onesti: se sei un genitore che non è seduto alla scrivania di una classe da oltre un decennio, probabilmente serve un aggiornamento su alcuni degli argomenti di insegnamento. Non solo è del tutto normale, ma è anche previsto.

Parte del lavoro dell’insegnante è guidare anche i genitori. Quindi non esitare a contattare l’insegnante di tuo figlio per chiedere chiavi di risposta più complete o risorse aggiuntive.

Recentemente ho contattato gli insegnanti di uno studente che ho insegnato per avere un’idea di quali argomenti fossero sarà agli esami imminenti. Ho anche chiesto delle lezioni imminenti in modo da poter aiutare il mio studente a ottenere un vantaggio e apprendere le abilità dei prerequisiti.

2. Crea una routine di apprendimento strutturata … e mantienila.

Come gli adulti, anche i bambini prosperano per struttura e coerenza. Quindi passare da un’intera giornata scolastica in classe all’apprendimento in salotto può rendere difficile per loro rimanere concentrati e impegnati.

Per facilitarli nei nuovi cambiamenti, creare un programma a casa. Non esiste un programma unico per tutti, poiché diversi genitori hanno esigenze quotidiane diverse da intrecciare.

La regola più importante è quella di

attenersi ad esso. Attualmente faccio da tutor a uno studente di matematica ogni martedì alle 15:00. – nello stesso momento in cui aveva tenuto la lezione di matematica prima della pandemia. Se c’è un giorno specifico in cui non riusciamo a far funzionare quell’ora, suggerirò sempre di scegliere il prossimo orario più vicino, come 3: 45 pm

3. Imposta il tuo sistema di premi.

Quello che scegli come ricompensa può variare a seconda di ciò che piace a tuo figlio. Continua a armeggiare finché non trovi qualcosa che funzioni e li ecciti.

E non stiamo parlando di adesivi a forma di stella. Alcune ricompense efficaci includono un aumento delle indennità o una settimana libera dalle faccende domestiche. Oppure, invece di limitare le ore TV o iPad, lascia che i tuoi figli guadagnino tempo sui loro dispositivi attraverso buone prestazioni.

Un’altra nota importante: i genitori spesso dimenticano che l’educazione fisica conta anche come compiti scolastici. Quindi considera di ricompensarli per attività come completare 10 minuti di corsa o 20 jack di salto.

4. Non dire loro immediatamente la risposta a una domanda con cui stanno lottando.

Invece di dire a tuo figlio la risposta a una domanda di cui sono sconcertati , passa semplicemente a una domanda successiva a cui è più probabile che sappiano rispondere. L’obiettivo è guidarli nella giusta direzione, suddividendo un problema difficile in più piccoli e più gestibili.

Se la domanda successiva è ancora troppo difficile, fai loro una domanda su un argomento correlato sanno che hanno familiarità. Forse il tuo bambino amante dello sport è alle prese con la geometria. Sfidali a utilizzare i layout del campo (ad es. Il campo da basket del campo da calcio) per identificare forme e concetti geometrici.

Sebbene questo processo possa richiedere più tempo, contribuirà ad aumentare la fiducia e la motivazione del tuo bambino per continuare ad apprendere (specialmente quando si inizia un nuovo argomento).

5. Lascia che i tuoi figli siano l’insegnante.

Se il tuo bambino impara principalmente in modo indipendente, è sempre una buona idea organizzare un check-in giornaliero (o settimanale) per vedere cosa hanno studiato.

Chiedi loro cose che hanno appreso che li hanno stimolati. Possono spiegare le cose verbalmente o usando un PowerPoint (che può anche aiutarli a sviluppare capacità di parlare in pubblico e di presentazione). Oppure, potrebbero sentirsi più a proprio agio nel scrivere un breve riassunto o una panoramica.

Se hai più di un bambino, chiedi loro di insegnarsi a vicenda. Quindi, interroga ogni fratello per verificare la comprensione.

6. Rendilo un’attività piacevole.

Articolo originale di CNBC