giovedì 26 maggio 2022

A Cynthia Rosenzweig va il Nobel per l’agricoltura

 Il mondo la conosce come la pioniera del clima. Si chiama Cynthia Rosenzweig ed è stata insignita della massima onorificenza del suo settore ovvero il World Food Prize, il Premio Nobel dell’agricoltura 2022

Cynthia Rosenzweig è una scienziata americana del Goddard Institute for Space Studies della Nasa dagli anni 80. Lavora in questo settore da ben 40 anni ed è da considerarsi una pioniera dei primi modelli climatici, integrando l’impatto dei sistemi alimentari sul clima del pianeta. La scienziata ha dedicato decenni a studiare, da climatologa e agronoma, l’impatto del sistema alimentare sul clima globale dando contributo scientifico importantissimo.

A Cynthia Rosenzweig  va quindi l’ambitissimo World Food Prize, il nobel dell’agricoltura 2022. La scienziata americana dice:  “Non possiamo risolvere il cambiamento climatico se non affrontiamo le questioni delle emissioni di gas serra del sistema alimentare, e non possiamo fornire la sicurezza alimentare per tutti se non lavoriamo davvero duramente per sviluppare sistemi resilienti”.

Ad attribuirle la massima onorificenza è la World Food Prize Foundation ovvero un’ organizzazione che mette insieme gli  scienziati con background differenti ma con un obiettivo in comune: far progredire i metodi per migliorare le previsioni delle prestazioni future dei sistemi agricoli e alimentari sulla base dei cambiamenti del clima globale.

La Rosenzweig è stata premiata  per la creazione dell’Agricultural Model Intercomparison and Improvement Project.

La World Food Prize Foundation oltre ad attribuire il premio fornisce anche indicazioni di policy a più di 90 paesi su come gestire i propri sistemi alimentari.

La Rosenzweig da anni indaga i cambiamenti necessari per cambiare il sistema alimentare e le pratiche agricole per resistere all’impatto del climate change. Ma molti dei suoi sforzi sono diretti anche a quantificare e spiegare l’impatto dell’agricoltura sul clima mondiale.

Uno dei sui ultimi studi ha per esempio evidenziato che circa il 30% delle emissioni di gas serra di origine antropica globali sono legate al sistema alimentare.

La Rosenzweig è stata identificata da sempre come la pioniera dei modelli climatici globali  per le sue competenze di agronomia e per i suoi studi sulla produzione di cibo in relazione al cambiamento climatico e per le analisi che valutano come catturare l’impronta umana sul clima del pianeta.