sabato 18 settembre 2021

Arriva il vaccino unico per covid e influenza

Moderna sta sperimentando una singola dose di mRNA come richiamo del vaccino contro Covid e influenza, Biontech-Pfizer lancerà a ottobre un vaccino per bambini dai 5 agli 11 anni. Il mercato dei vaccini resta al centro della sperimentazione Covid con importanti novità su più fronti.

In primo luogo, Moderna ha annunciato lo sviluppo di un nuovo vaccino che può funzionare come richiamo per Covid e come protezione contro l’influenza. In poche parole, un vaccino contro l’influenza stagionale che protegge anche dal Covid. Intanto dovrebbe arrivare in tempi più brevi anche il vaccino per i bambini sotto i 12 anni, prodotto da Biontech.

Pertanto, Moderna sta lanciando un nuovo programma di vaccinazione con una combinazione a dose singola che combina booster COVID-19 e booster influenzali. Il prodotto fa parte dello sviluppo del vaccino mRNA. I primi dettagli sono stati forniti dal CEO Stefan Bansel: “Siamo convinti che la nostra piattaforma mRNA possa risolvere le più grandi sfide sanitarie del mondo, dalle malattie che colpiscono milioni di persone, alle malattie ultra rare, ai farmaci personalizzati fino al livello individuale.”

La campagna di vaccinazione sta infatti per iniziare la terza fase di dosaggio, privilegiando i deboli, gli anziani e il personale medico. Intanto l’azienda farmaceutica Biontech sta per richiedere l’approvazione di un vaccino destinato ai bambini dai 5 agli 11 anni: si tratterà dello stesso prodotto Biontech-Pfizer somministrato agli adulti, ma in dosi inferiori e capace di essere conservato a temperature più elevate quindi, una migliore gestione della campagna di vaccinazione. L’azienda farmaceutica sta preparando la produzione, che dovrebbe essere messa in vendita a metà ottobre. Ciò significherebbe rendere le scuole sicure al 100%.

L’ultimo report settimanale sulla campagna di vaccinazione Covid del Belpaese indica che degli oltre 53 milioni di italiani di età superiore ai 12 anni, più di 10 milioni non hanno nemmeno preso la prima dose del vaccino. In particolare, 3,5 milioni di persone con più di 50 anni non sono completamente vaccinate, più di 5 milioni di persone appartengono alla fascia di età molto giovane dai 20 ai 49 anni, e di queste sono circa 1,7 milioni sotto i 19 anni.

Per quanto riguarda il Green Pass, visto anche come un forte incentivo alla vaccinazione, entro una settimana verranno prese nuove decisioni.