venerdì 27 novembre 2020

Azioni ExxonMobil: il gain del 5% fa ben sperare

 Il gigante del petrolio sta ancora scommettendo molto sul petrolio.

Le Azioni del gigante dell’energia integrata ExxonMobil (NYSE: XOM) sono aumentate del 5% nella prima mezz’ora di negoziazione dello scorso 5 maggio. I guadagni sono arrivati ​​quando i primi prezzi del petrolio hanno lasciato intendere che la merce avrebbe potuto accumulare utili per cinque giorni. Anche il progresso del prezzo del petrolio di oggi è stato notevole, con benchmark statunitensi fino a 18% e misure internazionali in aumento 11% o così.

Exxon è in qualche modo unico tra le maggiori compagnie petrolifere integrate in quanto ha assunto un grande impegno nella perforazione di nuove fonti di energia. All’inizio dell’anno stava cercando di spendere fino a $ 33 miliardi alla luce di COVID – 19 richiede la distruzione, ora ha abbassato quella cifra a $ 23 miliardi. E questo è ancora più di molti dei suoi coetanei più vicini. Un altro gigante del petrolio statunitense Chevron , ad esempio, è caduto la sua spesa 2020 a soli $ 14 miliardi. Anche le azioni di Chevron sono aumentate nei primi scambi, ma sono rimaste indietro di un paio di punti percentuali rispetto a Exxon.

Il risultato qui è che, a causa dei suoi considerevoli piani di spesa, il futuro di Exxon dipende più da una ripresa del petrolio che da Chevron. Ci sono grandi implicazioni qui, osservando che Exxon è stato costretto ad assumere ulteriore leva finanziaria per sostenere la sua spesa e dividendo. Quanto prima i prezzi del petrolio torneranno a essere sostenibilmente più alti, tanto migliore sarà Exxon e i suoi azionisti. Quindi, ogni volta che i prezzi del petrolio salgono più in alto, Exxon tende a rimbalzare con loro mentre gli investitori reagiscono, spesso emotivamente, alle dinamiche in rapida evoluzione del settore. È vero anche il contrario, con Exxon spesso colpito più duramente dei coetanei quando i prezzi del petrolio stanno calando.
Exxon è da tempo orgoglioso di essere fiscalmente conservatore. Sarebbe difficile suggerire che è diventato improvvisamente irresponsabile dal punto di vista fiscale, ma i piani di spesa che ha creato prima del COVID – 19 la pandemia sta rendendo il futuro qui molto più oscuro di quanto non fosse una volta. Ritirarsi troppo a fondo su quella spesa, nel frattempo, potrebbe ostacolare la capacità dell’azienda di partecipare quando il petrolio si riprenderà. Alla fine della giornata, gli investitori devono riconoscere che Exxon è un titolo più rischioso e più volatile rispetto a qualche anno fa.