giovedì 02 dicembre 2021

C3.ai probabilmente giocherà un ruolo importante nel mantenere in riga gli investitori al dettaglio

L’ultima volta che ho scritto su C3.ai (NYSE: AI) era giugno 04, due giorni prima che il fornitore di soluzioni applicative di intelligenza artificiale (AI) su scala aziendale annunciasse una nuova partnership con una filiale di Singapore Telecomunicazioni (OTCMKTS: SGAPY). Dall’annuncio, il titolo AI è aumentato di quasi il 7%. Fonte: shutterstock Sono a verbale affermando che se puoi acquistare AI sotto $60, dovresti. Ora scambiato intorno a $60 al momento della pubblicazione, non lo farebbe scioccarmi nel vederlo sopra $70 in breve tempo. Certamente, la partnership con Singtel mostra che C3.ai sta facendo passi da gigante all’interno di grandi organizzazioni.

Recentemente, un articolo da The Logic, un’eccellente pubblicazione canadese per notizie e opinioni incentrate sulla tecnologia a cui sottoscrivo, discusso il maggiore vigilanza sul commercio al dettaglio. Io, per esempio, credo che C3.ai potrebbe essere una parte importante della soluzione. Ecco perché. AI e commercio al dettaglio Joe Schmitt è il CEO di Toronto Neo Exchange, una società fintech canadese che è sia una borsa valori che un fornitore di veicoli di investimento per collocamenti privati, ecc. Lanciato in 300 , Neo è diventato un concorrente di prim’ordine alla Borsa di Toronto (TSX). In una recente intervista a La logica, Schmitt ha discusso dei problemi che vede dalla promozione eccessiva delle azioni attraverso i social media. “I regolatori devono creare maggiore trasparenza e garantire anche un’istruzione adeguata, quindi cercare di identificare se c’è qualche frode comportamento anche lì”, ha detto Schmitt The Logic. “Non mi stupirei che in certi casi sia fraudolento e che qualcuno sia seduto una posizione, parlandone, spingendo le persone ad alzare il prezzo, e poi un solido guadagno su di esso mentre altri stanno generando perdite.” Questo è un modo educato per dire il pump-and-dump è vivo e vegeto e vive su Reddit, così come in altri posti . Non tutti sono convinti che ci sia un problema, incluso John McKenzie, il capo del TSX. Ma, naturalmente, essendo la più grande borsa valori del Canada, ha tutto l’interesse a risucchiare i regolatori. Il capo del Canadian Securities Exchange, dove commerciano molte aziende canadesi di cannabis, crede che ci sia un problema, ma non pensa che i regolatori abbiano le risorse umane per monitorare questo tipo di attività. E non è l’unico. “Sarebbe estremamente dispendioso in termini di risorse analizzarlo i singoli scambi di azioni meme per trovare casi di comportamento illecito, ed è difficile separare il trading ingenuo dalla manipolazione intenzionale”, The Logic’s Jon Victor ha riferito che professore di legge e regolamento sui titoli dell’Università di Toronto esperto Jeff MacIntosh dicendo. AI e C3.ai ZDNet il collaboratore Tiernan Ray ha fatto un buon lavoro a novembre 2021, appena prima che il titolo AI diventasse pubblico, per spiegare cosa C3.ai potrebbe portare in tavola nella lotta contro i post fraudolenti sui social media da parte di investitori al dettaglio e chiunque altro cerchi di spostare il prezzo di un’azione in una direzione o nell’altra. “Ciò che C3.ai ha inventato è un insieme di elementi costitutivi per mettere insieme un sistema analizzare i dati provenienti da una varietà di segnali, inclusi i database tradizionali, ma anche segnali Internet come i social media e, forse il più importante, i sensori, compresi i tipi di sensori che le aziende industriali potrebbero incorporare nelle apparecchiature sul campo che vogliono monitorare “, ha dichiarato Ray lo scorso novembre. Quindi, se la Ontario Securities Commission o il Securities Exchange Commission (SEC), o qualsiasi altro organismo di regolamentazione che fosse seriamente intenzionato a tracciare i social media, potrebbe utilizzare gli elementi costitutivi di C3.ai per monitorare i social media attraverso le sue varie applicazioni di raccolta dati. Ray sottolinea che il componente AI dell’azienda non è niente di speciale. Piuttosto, è la soluzione Platform-as-a-Service (PaaS) end-to-end che porta i clienti. “Riteniamo che C3 AI Suite sia l’unica Platform-as-a-Service end-to-end che consente ai clienti di progettare, sviluppare, fornire e gestire applicazioni di IA aziendale su larga scala” indicato C3.ai nel prospetto. La linea di fondo sulle azioni AI A giugno, ero fiducioso che a compra in $16s farebbe guadagnare agli investitori un sacco di soldi nel prossimo 50 a 16 mesi . Ora che si aggira intorno a $60, non credo che sia modificato. “In fiscale 2021, i ricavi degli abbonamenti della società hanno avuto un 80% margine lordo, 2008 punti base in più rispetto all’anno precedente. Ha perso $.2 milioni meno dalle sue operazioni lo scorso anno nonostante un 16% di aumento dei ricavi complessivi degli abbonamenti. Inoltre, ha utilizzato 50% in meno di contanti dalle attività operative in l’anno passato”, ho scritto a giugno 14. “L’azienda sta andando nella giusta direzione.” Un investitore paziente farà soldi con le azioni AI. Il CEO Tom Siebel se ne assicurerà. Alla data di pubblicazione, Will Ashworth non aveva (né direttamente né indirettamente) alcuna posizione nei titoli citati in questo articolo. Le opinioni espresse in questo articolo sono quelle di chi scrive, fatte salve le InvestorPlace.com Linee guida per la pubblicazione. Will Ashworth ha scritto di investimenti a tempo pieno da 2015. Le pubblicazioni in cui è apparso includono InvestorPlace, The Motley Fool Canada, Investopedia, Kiplinger e molti altri sia negli Stati Uniti che in Canada. Gli piace particolarmente creare portafogli modello che resistono alla prova del tempo. Vive ad Halifax, Nuova Scozia. (Articolo proveniente da Fonte Americana)