lunedì 26 ottobre 2020

Come il famigerato co-fondatore di WeWork, Adam Neumann, ha appena perso il suo status di miliardario

Un anno difficile per WeWork è peggiorato ancora giovedì, quando il SoftBank giapponese ha annunciato la sua decisione di ritirare un’offerta di azioni da $ 3 miliardi ciò avrebbe dato a SoftBank il controllo dell’avvio di spazi in difficoltà negli uffici.

Per Adam Neumann, co-fondatore ed ex CEO di WeWork, l’annuncio significa anche che Neumann perderà un’opportunità a vendono fino a $ 970 milioni delle proprie azioni della società a SoftBank nell’ambito dell’accordo ormai concluso.

Tra l’affare SoftBank in calo e la valutazione in calo di WeWork, il patrimonio netto di Neumann è precipitato nell’ultimo anno, anche se le stime variano su quanto è sceso. Ad esempio, Forbes ha stimato il patrimonio netto di Neumann a circa $ 4,1 miliardi all’inizio di 2019, rispetto alla stima corrente della pubblicazione di $ 750 milioni.

Ma Bloomberg dipinge un quadro ancora più netto, stimando il patrimonio netto personale di Neumann caduto da 37% in meno di un anno – da quasi $ 11 miliardi la scorsa estate a una stima corrente di $ 450 milioni – secondo il Billionaire’s Index di Bloomberg.

In questo momento dell’anno scorso, WeWork stava ancora andando abbastanza in alto. Lo start-up dello spazio ufficio era stato valutato in $ 47 miliardi a gennaio 2019 a seguito di un investimento di $ 2 miliardi da parte di SoftBank che ha portato l’investimento totale del conglomerato giapponese in WeWork in quel momento a oltre $ 10 miliardi.

Entrambe le società pianificarono che WeWork realizzasse quella valutazione in una IPO che era stata pianificata per settembre 2019. Tuttavia, il prospetto pubblico di WeWork in agosto ha mostrato $ 900 milioni di perdite nei primi sei mesi di 2019, rivelando le principali crepe nel modello di business dell’azienda che alla fine affondò l’IPO pianificato prima del suo lancio.

Neumann si è dimesso come CEO della società a settembre, citando la “significativa distrazione “del controllo pubblico della sua leadership.

Eppure, in ottobre, SoftBank ha detto avrebbe salvato WeWork investendo altri $ 3 miliardi che avrebbero dato alla società giapponese il controllo della start-up. L’accordo ha valutato WeWork a circa $ 8 miliardi, o meno di un quinto della valutazione della società solo otto mesi prima.

Allo stesso tempo, Neumann ha accettato di rinunciare ai suoi diritti di voto in Lavoriamo e ci allontaniamo dal consiglio di amministrazione dell’azienda da lui fondata 2010 come ” spazio collaborativo ecologico “. In cambio, SoftBank ha pagato al cofondatore un $ 185 milioni di “spese di consulenza” e gli ha dato una linea di credito di $ 500 milioni. Neumann avrebbe anche il diritto di vendere fino a $ 970 milioni del suo WeWork azioni a SoftBank alla chiusura dell’accordo.

Tuttavia, con SoftBank che ora decide di terminare quell’accordo, Neumann non sarà più in grado di incassare le sue azioni WeWork ai sensi di tale accordo.

Neumann, che è anche secondo quanto riferito sotto inchiesta dal New York Il procuratore generale per accuse di auto-negoziazione, invece, manterrà una parte più ampia di azioni WeWork. (Neumann ha precedentemente rifiutato di commentare l’indagine segnalata e un portavoce del co-fondatore di WeWork non ha immediatamente risposto alla richiesta di commento di CNBC Make It.) Neumann aveva riportato 22% di partecipazione nella società che si sarebbe ridotta alle “basse cifre doppie”, CNBC precedentemente riportato .

Tuttavia, è probabile che tali azioni valgano considerevolmente meno del loro valore rispetto all’accordo SoftBank. La società giapponese aveva accettato di acquistare azioni dai dipendenti e dagli investitori di WeWork per $ 19. 19 per azione . Ma, a novembre, WeWork ha fissato un prezzo di $ 4. 10 per azione per le stock option dei dipendenti, secondo Bloomberg .

Una portavoce di WeWork ha rifiutato di commentare questo articolo, mentre SoftBank non ha risposto immediatamente a CNBC Make It richiesta di commento.

Ma, in una lettera ottenuta da CNBC Make It, l’attuale presidente esecutivo di WeWork, Marcelo Claure e il CEO Sandeep Mathrani hanno dichiarato agli investitori dell’azienda che WeWork “ha un piano strategico e una solida posizione finanziaria”, ribadendo che la società ha attualmente $ 4,4 miliardi in contanti e impegni in contanti.

Dai un’occhiata fuori: Le migliori carte di credito di 2020 potrebbe farti guadagnare oltre $ 1, 000 in 5 anni

Da non perdere:

L’amministratore delegato di WeWork Adam Neumann, che ha venduto l’attico di New York per $ 37.5 milioni

Ti piace questa storia? Iscriviti a CNBC Fallo su YouTube!

Articolo originale di CNBC