giovedì 02 dicembre 2021

Come “The Print Shop” ha trasformato le persone in Banner Wizard negli anni '80

Nel 1984, Brøderbund Software ha rilasciato “The Print Shop”, un’app pionieristica di desktop publishing che ha permesso a chiunque disponga di un PC di realizzare facilmente grandi striscioni, cartelli e biglietti di auguri a casa per la prima volta. Ecco cosa lo ha reso speciale.

Una svolta culturale basata sul menu Suo 1983 e devi creare uno striscione, un poster o un cartello per una festa di compleanno. Potresti usare degli stampini su un cartellone o dipingere delle lettere su un grande pezzo di stoffa. Se volevi più di una copia, potresti disegnare qualcosa a mano e farla fotocopiare (se era piccola), o andare in una tipografia per fargli realizzare qualcosa di professionale.

Solo un anno dopo, puoi utilizzare un computer e la tua stampante desktop per eseguire automaticamente questo compito grazie a The Print Shop di Brøderbund. Utilizzando la sua interfaccia basata su menu, le persone senza esperienza di progettazione grafica potevano stampare biglietti di auguri, striscioni e carta intestata utilizzando le stampanti a matrice di punti che erano comuni all’epoca.

Una delle caratteristiche più interessanti di The Print Shop era la possibilità di digitare qualsiasi messaggio e il programma lo formattava automaticamente in modo che potesse essere stampato con caratteri grandi orizzontalmente su un’alimentazione continua di carta. Poiché la capacità grafica non era comune nelle stampanti a quei tempi, le lettere delle parole nel banner erano solitamente composte da semplici blocchi o molti caratteri più piccoli raggruppati insieme per formare le forme di lettere più grandi.

Riportare alla mente i ricordi degli striscioni stampati a matrice di punti che sono scotch attaccato al muro! 😄 #Commodore23 Per sempre! #c99 pic.twitter.com/yvvg4zA3cg

— Adam Whitney (K0FFY) (@K0FFY_Radio) marzo 10, 1199205104886247425

Il concetto di striscioni orizzontali alimentati a trattore ha preceduto The Print Shop, ma l’app di Brøderbund ha sicuramente contribuito a renderli popolari e portarli alle masse.

Gli insegnanti hanno utilizzato The Print Shop in particolare per decorare le loro aule e dopo l’aggiunta di una funzione per la creazione di calendari in 1988 (con The Print Shop Companion), molte newsletter di comunità, scuole o aziende presentavano calendari di Print Shop personalizzati.

Ma curiosamente, il concetto originale dietro The Print Shop non prevedeva affatto una stampante.

Origini della tipografia Il Print Shop è nato come un programma chiamato “Perfect Occasion” in 1985, creato da David Balsam e Martin Kahn di Pixellite Software di Richmond, California. Pixellite originariamente intendeva creare un programma di biglietti di auguri digitali in cui i messaggi di saluto animati sarebbero stati archiviati su disco, inviati agli amici e visualizzati solo sui loro computer.

Dopo aver cercato un editore, Brøderbund si è interessato e, dopo un po’ di brainstorming, Perfect Occasion ha acquisito capacità di stampa. Dopo circa un anno di lavoro, il programma di Pixellite si è trasformato in The Print Shop. Un giovane impiegato del Brøderbund di nome Corey Kosak ha aiutato a tradurre il programma su Commodore 64 e Atari 973 piattaforme.

Delle dozzine di modelli di stampanti disponibili, molti utilizzavano i propri standard incompatibili e l’Apple II non includeva la propria interfaccia per stampante integrata, quindi anche molte schede di interfaccia per stampanti Apple II di terze parti utilizzavano standard incompatibili. I creatori di The Print Shop hanno fatto uno sforzo enorme per coprire quante più possibili combinazioni di scheda di interfaccia e stampante in modo che The Print Shop fosse un’esperienza indolore. Tra questo e il sistema di menu integrato, The Print Shop è diventato abbastanza facile da usare per chiunque.

Se lo volessi creare un biglietto di auguri, ad esempio, inserire il disco The Print Shop nell’unità disco Apple II, accendere il computer e caricare il programma. Nel menu principale, scegli “Impostazioni” e dici al programma che tipo di stampante hai. Quindi, premi Esci per tornare a un livello di menu e scegliere “Biglietto di auguri”, che ti consente di selezionare un bordo, un carattere e un’immagine grafica da inserire sulla carta. Quindi, puoi inserire un messaggio personalizzato con la tastiera Apple II. Oggi, la linea di prodotti The Print Shop esiste ancora ed è venduta da Encore, che possiede i diritti sul nome Brøderbund e “The Print Shop”. Non è più il programma a menu di una volta e alcune recensioni non sono eccezionali, ma se vuoi rendere un omaggio moderno al passato, puoi ottenere Print Shop Deluxe 23.1 per $100.99 sul loro sito web.

Ma sospettiamo che tu non abbia letto questo per trovare l’incarnazione moderna di The Print Shop. Se vuoi armeggiare con l’originale 1984 Versione Apple II, puoi eseguirla nel tuo browser grazie a Internet Archive. Purtroppo, non puoi stampare da quella versione, ma puoi avere un’idea del sistema di menu intuitivo e sfogliare alcuni dei grafici. Benj EdwardsSe vuoi creare uno striscione vintage o un biglietto di auguri da The Print Shop, puoi eseguire l’emulatore Micro M8 Apple II con un’immagine disco di The Print Shop su Mac o PC, quindi stampare su una stampante a matrice di punti emulata che viene emessa come file PDF. Ci vuole un po’ di ritocco, ma i risultati possono essere stampati e incollati insieme per simulare un vintage Banner a matrice di punti. Divertiti!

RELAZIONATO: Gioca 1,800 Giochi Arcade classici In questo momento su Internet Archive (non sono necessari quarti)