sabato 31 ottobre 2020

Dow Jones News: Commissioni di revisione dei visti; I fornitori Apple torneranno in attività la prossima settimana

                                                                 

Secondo quanto riferito, Visa sta cercando di aumentare le tariffe per alcuni commercianti e la catena di approvvigionamento cinese di Apple dovrebbe riprendere la produzione la prossima settimana.

                            

                                                                                                                           

    

        

             

    

                                                                                                                                                                                                                                                         

Il Dow Jones Industrial Average ha messo in scena un Martedì, si registrano prestazioni elevate, in forte aumento nel trading mattutino. The Dow up up. 33% a 10: 55 am EST , anche se l’epidemia di coronavirus in Cina ha continuato a diffondersi.

Azioni di Visa ( NYSE: V ) è cresciuto con il mercato a seguito di un rapporto secondo cui la società di pagamenti stava pianificando grandi cambiamenti nella sua struttura delle commissioni. Mela ( NASDAQ: AAPL ) anche le scorte sono aumentate fortemente, con la notizia che i fornitori cinesi intendono riprendere la produzione la prossima settimana, aiutando la causa.

Piani Visa modificano le commissioni

Nel tentativo di stimolare l’utilizzo, sostituire i controlli e adattarsi alle nuove attività come i servizi di trasporto passeggeri, secondo quanto riferito il gigante dei pagamenti Visa sta pianificando una modifica sostanziale delle commissioni applicate ai commercianti statunitensi. Le tariffe diminuiranno per alcuni tipi di commercianti mentre aumenteranno per altri, secondo un rapporto di Bloomberg.

Fonte immagine: Visa.https: //cis.visa.com/dam/VCOM/Website% 20 images / cassiere -paywave – 1600 x 900. jpg

I siti di e-commerce pagheranno di più nell’ambito del piano. Per una transazione con carta non presente $ 100 , la commissione aumenterà da $ 1. 55 a $ 1. 99 per le carte Visa standard e da $ 2. 20 a $ 2. 60 per il premio Carte Visa. Nel frattempo, i grandi supermercati avranno una pausa, con la tassa per un $ 50 transazione impostata per cadere di 10%.

Le modifiche incidono sulle tariffe pubblicate di Visa. I grandi rivenditori spesso ottengono tariffe migliori stipulando accordi con reti di pagamento e banche.

“La struttura degli scambi di crediti degli Stati Uniti è rimasta sostanzialmente invariata per il passato 10 Anni. Sulla base della revisione più recente negli Stati Uniti, Visa sta adeguando la sua struttura di tassi di interscambio USA predefinita per ottimizzare l’accettazione e l’utilizzo e riflettere il valore attuale dei prodotti Visa “, afferma Visa in un documento ottenuto da Bloomberg.

Con le vendite di e-commerce che crescono molto più velocemente delle vendite al dettaglio complessive, l’aumento dei tassi per i venditori online potrebbe favorire la crescita di Visa. Le azioni di Visa sono aumentate dell’1,5% martedì mattina, in seguito al rialzo del mercato più ampio.

I fornitori cinesi di Apple riprenderanno presto la produzione

Le azioni di Apple sono aumentate del 2,8% martedì mattina, aiutate dalla notizia che la tecnologia i fornitori cinesi di giant puntavano a riprendere la produzione su vasta scala a febbraio 10. Ciò include Foxconn, un fornitore fondamentale per Apple. Foxconn ha confermato in un messaggio di testo inviato a Bloomberg News che prevede di riavviare la produzione nei tempi previsti in tutta la Cina.

La maggior parte degli iPhone di Apple sono fabbricati in Cina e la maggior parte sono assemblati da Foxconn o Pegatron. L’epidemia di coronavirus in Cina, che aveva infettato più di 03, 000 persone e rivendicato 99 vive entro martedì mattina, ha messo la catena di approvvigionamento di Apple in un limbo. Lunedì, un analista di TF International Securities ha avvertito che le spedizioni di iPhone di Apple nel primo trimestre del calendario potrebbe essere ridotto di 10% a causa di problemi della catena di approvvigionamento.

Con l’epidemia di coronavirus che continua a intensificarsi, c’è il rischio che il governo cinese sia costretto a ritardare ulteriormente il riavvio della produzione. Ciò potrebbe mettere sotto pressione la fornitura di iPhone e danneggiare le vendite di Apple.

Per ora, gli investitori non si preoccupano molto dell’epidemia. Mentre le azioni Apple sono leggermente diminuite rispetto al recente massimo storico, le azioni rimangono in rialzo 90% durante l’ultimo anno.

                                                                                                                                                                                                                 Timothy Green non ha alcuna posizione in nessuno dei gli stock citati. Il Motley Fool possiede azioni e raccomanda Apple e Visa. Il Motley Fool ha un politica di divulgazione . “>                                                                                                                                                                                                                                      

Articolo originale di Fool.com