venerdì 26 febbraio 2021

Ed Smart, papà della sopravvissuta al rapimento Elizabeth Smart, afferma che non esiste una “cura” gay

Sopravvissuto al rapimento del padre di Elizabeth Smart, Ed Smart, che è uscito come gay in agosto quando ha annunciato che sta divorziando dalla moglie e sta lasciando il Mormone chiesa, ha un messaggio: non esiste una cura per essere gay.

Ed Smart, 64, dello Utah, ha recentemente parlato pubblicamente dell’uscita dal Gayle King della ABC e al un evento per giovani LGBTQ a Lehi, Utah .

Il suo messaggio principale è: non esiste una cura per essere gay. Ha detto che lo sa, perché “ha lavorato molto duramente per provare a farlo.”

“Volevo essere dove era Dio, e l’unico modo in cui potevo farlo era Calpesta questa parte di me, e ho fatto del mio meglio per farlo, e non è qualcosa che sia curabile “, ha detto Smart a NBC News.

Smart ha detto che una volta ha chiesto al suo terapeuta se era gay e il terapista gli disse di no. “Quella era la risposta che volevo sentire”, ha detto, “e l’ho comprato, e sono andato in terapia per quattro mesi, e alla fine ho smesso di andare. Sapevo solo che questo non era un problema che stava per vattene ”.

Dopo aver parlato con un amico che ha lottato con l’alcolismo fino al ritorno alla Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni, comunemente chiamata Chiesa Mormone o Chiesa LDS , decise di provare la preghiera.

“Andavo al tempio tre o quattro volte alla settimana, cercando di strappare quella parte di me, e non è stato fino a quando non ho avuto un cambiamento nella mia convinzione di aver finalmente capito, ‘No, il problema è che sono gay e sto cercando di essere etero, ed è qui che si verifica il problema’ ”, ha detto Smart.

Lascia che le nostre notizie incontrino la tua casella di posta. Le notizie e le storie che contano, consegnate la mattina nei giorni feriali.

Per un padre sposato di sei anni nella chiesa mormone, quella era una pillola dura da ingoiare. reprimere la sua omosessualità alla luce della sua vita familiare di successo.

“A un certo punto, ho detto a mia moglie: ‘Vorrei davvero poter morire ora’, non che fossi suicida, ma pensavo che se potessi vedere Dio proprio ora, mi sentirei in grado di rispondere da solo, e mi avrebbe accettato in base a ciò che avevo imparato era accettabile “, ha detto.

Smart ha affermato di essere stato fedele a sua moglie per tutto il loro lungo decennio di matrimonio, ma non è stato in grado di negare la sua omosessualità.

Secondo gli insegnamenti del mormone Church, una famiglia sposata con testa maschio-femmina può essere “sigillata” in un tempio e quindi essere unita “eternamente” nell’aldilà . I gay non hanno un posto chiaro in questa teologia e la chiesa non si esibisce o accetta matrimoni dello stesso sesso.

“Così tante persone hanno le proprie percezioni di Dio”, ha detto Smart. . “Per me, non era una questione se lui fosse lì o no – perché avere Elizabeth tornare [after her kidnapping] ed essere stata così incredibilmente benedetta nella mia vita, sarebbe impossibile negare Dio e negare la sua esistenza e il suo amore e la sua premura e il fatto che io voglia che io sia felice. ”

Ma come molte famiglie nella chiesa mormone, Smart iniziò a notare che sempre più persone stanno uscendo come gay.

“Penso che sia molto, molto prevalente nella chiesa LDS, e penso che ci siano così tanti che stanno cercando di farlo funzionare in un modo o nell’altro”, ha detto, riferendosi a il circonda il gruppo LGBTQ per conto del quale ha parlato in Lehi.

“Non c’è quasi nessuna famiglia che puoi andare da quello che non ha un parente gay ”, ha detto Smart. “Quindi, stiamo per dire sostanzialmente il solito commento:” Odia il peccato e ama il peccatore “, e cosa significa nel mondo?”

Smart è uscito , in parte ha detto, perché la chiesa ha annunciato nuove regole che consentono il battesimo – così unendosi ufficialmente alla chiesa – dei bambini di genitori gay. La sua famiglia, ha detto, è stata una pietra miliare attraverso questo processo.

“Mi sento molto fortunato che la mia sia stata accettante come sono state – non che sia facile, ma tu so che è stato un po ‘come, mentre stavo parlando con Elizabeth stamattina, era come, “Dobbiamo tutti abituarci alla nostra nuova normalità.” Questo è stato il commento che abbiamo trovato al ritorno di Elizabeth: la vita non potrebbe mai essere la stessa , ma diventa una nuova normalità e andiamo avanti con quello “, ha detto Smart.

La figlia di Smart, Elizabeth, quindi 14, divenne un nome familiare in 2002 quando è stata rapita dalla loro casa di famiglia. Fu abusata e trattenuta per quasi un anno prima di essere vista da buoni samaritani a Sandy, nello Utah. Oggi è una madre sposata e una sostenitrice della sicurezza dei bambini.

In una dichiarazione fornita a NBC News , Elizabeth Smart, 31, disse: “I miei genitori mi hanno insegnato da bambino che mi avrebbero amato incondizionatamente, qualunque cosa è successo. “

” Mentre sono profondamente rattristato dalla loro separazione, nulla potrebbe cambiare il mio amore e la mia ammirazione per entrambi “, ha detto dei suoi genitori.” Le loro decisioni sono molto personali In quanto tale, non pronuncerò il giudizio e piuttosto mi concentrerò sull’amare e sostenere loro e gli altri membri della mia famiglia. “

Da parte sua, Smart ha detto:” È meglio essere in grado di raccontare la tua storia piuttosto che avere qualcuno che racconti la tua storia e le voci possano diffonderla in modo che le persone ottengano tutte queste idee folli su chi sei e cosa sei ”. È meglio con“ stai solo dicendo loro: questo è il modo in cui è, questa è la mia vita. ‘”

Segui NBC Out su Twitter , Facebook & Instagram

Come riportato da NBC News