martedì 24 novembre 2020

I canadesi hanno accumulato $ 100 miliardi di debito con la carta di credito per la prima volta in assoluto e non hanno finito di aggiungerlo

I canadesi probabilmente vedranno un leggero aumento del debito e delle insolvenze il prossimo anno, in particolare nelle province occidentali colpite dalla recessione delle industrie petrolifere e agricole, secondo un nuovo rapporto di un’agenzia di segnalazione del credito al consumo.

Il debito medio non ipotecario canadese può aumentare dell’1% a $ 31 , 531 entro la fine di 2020, quotata alla Borsa di New York TransUnion Co. previsione. I tassi di insolvenza possono scendere a 5. 41 per cento quest’anno dal 5. 54 per cento alla fine di settembre prima di aumentare a 5. 44 per cento entro la fine del prossimo anno, i dati hanno mostrato.

TransUnion analizza il credito al consumo in tutto il Canada per il suo rapporto di analisi del settore rivolto ai rivenditori, banche, istituti di credito e altri emittenti di carte di credito. L’aumento stimato dei tassi di insolvenza è un segnale di allarme precoce di un mercato potenzialmente indebolente per l’emissione di credito, ha affermato TransUnion. Ha anche rilevato la “pietra miliare significativa” dei saldi in essere delle carte di credito in Canada che superano $ 100 miliardi nel terzo trimestre per il primo time.

“Mentre l’economia canadese ha rallentato, misure chiave come l’inflazione e la disoccupazione rimangono in buona salute e continuano a rafforzare il mercato”, Matt Fabian, direttore della ricerca e consulenza sui servizi finanziari per TransUnion Canada, ha dichiarato in una dichiarazione.

“Tuttavia, un potenziale rallentamento dell’economia canadese, combinato con una crescita dei salari moderata, un’accresciuta incertezza economica globale e potenziali ulteriori aumenti dei tassi di interesse, può causare alcune sfide”, ha detto Fabian .

Le insolvenze delle carte di credito possono salire al 2,9 per cento entro la fine del prossimo anno dal 2,8 per cento a fine settembre, ha affermato TransUnion. Il saldo medio della carta di credito potrebbe aumentare a $ 4, 465 di 2020 e terminare da $ 4 , 240 alla fine di settembre, diceva.

“Oltre ad essere abituato a facilitare gli acquisti al dettaglio, le carte di credito sono spesso utilizzate dai consumatori per finanziare le spese di vita essenziali; il continuo aumento dei saldi delle carte potrebbe essere un segno della crescente pressione sulle finanze personali “, ha affermato l’agenzia.

TransUnion prevede un aumento dei tassi di insolvenza sulle carte di credito in 2020 a salire, osservando che i consumatori hanno spesso una gerarchia di pagamenti attorno a cui pagano i debiti e in quale ordine.

Il continuo aumento dei saldi delle carte potrebbe essere un segno della crescente pressione sulle finanze personali

TransUnion

“Queste analisi hanno dimostrato che, per i consumatori canadesi finanziariamente in difficoltà con carte di credito, prestiti auto e mutui nei loro portafogli, i pagamenti con carta di credito sono generalmente i primi che mancheremo, poiché i consumatori preferiscono mantenere i pagamenti su prestiti e mutui auto in regola se sono costretti a scegliere “, ha affermato l’agenzia.

Le continue lotte nel settore energetico e l’impatto delle restrizioni commerciali sui produttori agricoli contribuiranno a indebolire le economie nelle praterie che d picchi di insolvenza per 50 punti base, ha affermato l’agenzia.

“ In genere, quando si verificano questi eventi di shock economico, tendiamo a vedere alcuni aumenti della disoccupazione seguiti da un aumento della delinquenza man mano che i redditi e la capacità di servire il debito diventano limitati “, ha detto Fabian.

salire a $ 285, 738 entro la fine del prossimo anno da $ 273, 276 alla fine di settembre, previsioni TransUnion. Le insolvenze potrebbero salire a 0. 51 per cento entro la fine di 2020 da 0. 45 per cento a settembre 30, sebbene l’importo sia basso e stabile, si dice.

Il mercato ipotecario del Canada è riprendendosi dalle regole emanate in 2018 per inasprire le qualifiche per l’acquisto di abitazioni, con nuovi mutui in aumento del 4,5 per cento nel terzo trimestre rispetto a un anno prima, l’agenzia

“Dato che i finanziatori si sono abituati a queste nuove regole, altri fattori positivi di mercato, tra cui tassi di interesse a lungo termine più bassi e condizioni di domanda e vendita di alloggi positivi, hanno contribuito”, ha affermato l’agenzia. “TransUnion prevede che questa crescita continui con l’aumentare della domanda e il mercato si acclimaterà ulteriormente alle nuove regole.”

• Email: cmcclelland@postmedia.com

Come riportato da Financial Post