lunedì 26 ottobre 2020

I produttori di droni dell’agricoltura cinese vedono aumentare la domanda durante l’epidemia di coronavirus

Un dipendente lavora con i prodotti in un’azienda agricola che pratica tecniche di agricoltura biologica a Pechino.

Nelson Ching | Bloomberg | Getty Images

Mentre l’epidemia di coronavirus in La Cina ha colpito duramente molte industrie, alcune start-up tecnologiche in agricoltura stanno assistendo a un aumento della domanda.

“Nei primi due mesi di 2020, abbiamo consegnato 4, 000 unità dei nostri droni agricoli appena rilasciati, “Justin Gong, co-fondatore di XAG, uno dei principali droni agricoli produttore con sede nella città meridionale di Guangzhou, ha detto in mandarino, secondo una traduzione della CNBC.

XAG non è solo. A nord, Liu Zhuo, Chief Marketing Officer di Beijing Yifei Technology, ha dichiarato che si aspetta che le entrate della società almeno quadruplicheranno quest’anno 30 milioni di yuan ($ 4. 31 milioni) .

“Recentemente, abbiamo ricevuto maggiori domande su droni agricoli e veicoli senza pilota”, ha detto Liu, secondo una traduzione CNBC delle sue osservazioni in lingua mandarina.

Grandi aziende agricole, amministrazioni locali e distributori di prodotti agricoli stanno acquistando apparecchiature ad alta tecnologia poiché la diffusione del coronavirus dà slancio alla riduzione del contatto umano. Questa è una sfida chiave nel rimettere al lavoro milioni di cinesi, poiché la maggior parte di loro lavora ancora a mano in piccole fattorie familiari. Da quando è emerso alla fine di dicembre, il coronavirus altamente contagioso ha ucciso più di 3 000 persone nel paese e decine di migliaia di persone a livello nazionale.

L’interesse per i prodotti e servizi di tecnologia agricola viene anche quando il governo cinese ha intensificato le sue gli sforzi per ridurre la dipendenza dalle importazioni alimentari dagli Stati Uniti e da altri paesi negli ultimi anni.

In effetti, la promozione della modernizzazione agricola è stata scritta nel il piano quinquennale dell’economia cinese, che riflette le priorità del governo centrale e gli obiettivi di crescita da 2015 per 2020. Il ministero cinese dell’agricoltura ha stimato che più di 30, 000 i droni per la protezione fitosanitaria mirata saranno impiegati questa primavera. Il mercato cinese dei prodotti agricoli intelligenti basati sulla tecnologia dovrebbe crescere da circa $ 13 .7 miliardi in 2015 in $ 26. 8 miliardi quest’anno, secondo Statista.

Dai la priorità al ritorno al lavoro

Più della metà della Cina ha prolungato le vacanze di Capodanno lunare di più di una settimana all’inizio di febbraio, nel tentativo di limitare la diffusione del coronavirus. Il numero di nuovi casi al di fuori dell’epicentro della malattia nella provincia di Hubei è rallentato drasticamente nelle ultime settimane, ma le autorità cinesi sono state ansiose di garantire che le aziende agricole tornassero a funzionare in tempo per la stagione delle piantagioni primaverili.

A partire dall’inizio di febbraio, il gruppo leader nazionale per la lotta contro il virus ha ripetutamente nominato l’agricoltura come una priorità assoluta. E giovedì i media statali hanno riferito che il governo centrale aveva distribuito 140 milioni di yuan ($ 20 milioni) in sovvenzioni per acquisti di macchine e utensili.

L’alto livello di supporto ha fatto sì che le aziende legate all’agricoltura come XAG siano state tra le prime aziende a riprendere il lavoro, secondo la società. Il dronemaker ha anche detto che sta approfittando di politiche speciali come riduzioni degli affitti e 100 milioni di yuan in prestiti a un tasso di interesse superiore di tre punti percentuali al di sotto del livello di mercato.

Con questo tipo di sostegno, “l’agricoltura potrebbe essere il settore meno colpito da questo focolaio “, ha affermato Gong Huaze, CEO di Mcfly, che è supportato da Baidu Ventures e sviluppa tecnologia per la spruzzatura di pesticidi e fungicidi di precisione. Lo start-up ha affermato di aver recentemente siglato un contratto con il governo provinciale dello Zhejiang e prevede ulteriori accordi con Hubei, il centro dell’epidemia del virus.

“Tutte queste misure sono schierato per garantire che non perderemo la stagione agricola più critica della Cina, che cadrà nell’aprile di quest’anno “, ha detto Gong.

A suo avviso, parte della corsa verso sostenere la produzione agricola è legata alle tensioni commerciali con gli Stati Uniti

“La Cina ha sufficienti riserve di grano per resistere anche a un focolaio di virus più lungo del previsto”, ha detto Gong, “ma qualsiasi riduzione nella produzione danneggerebbe la Cina, un importante importatore di generi alimentari, nella sua posizione di contrattazione con gli Stati Uniti ”

Nell’ambito di un accordo commerciale di fase uno firmato a gennaio, la Cina ha accettato di acquistare almeno $ 32 miliardi in più negli Stati Uniti prodotti agricoli nei prossimi due anni . Finora, nessuno dei due paesi ha dichiarato pubblicamente che l’epidemia di virus influenzerà in modo significativo l’adempimento finale dell’accordo.

Più consolidamento , capital ahead

Tendenze demografiche più ampie supportano un maggiore uso della tecnologia nelle aziende agricole cinesi a lungo termine. Secondo i dati ufficiali, 300 milioni di persone provengono da aree agrarie e stanno rapidamente invecchiando, mentre molti giovani si sono trasferiti nelle città, lasciando fattorie con meno persone per curarle. Il presidente cinese Xi Jinping ha avviato una strategia di “vitalizzazione rurale” in 2017 ed è ampiamente previsto che faccia parte del prossimo piano quinquennale della Cina.

“Le politiche del governo in Cina servono come più non solo linee guida “, ha detto in mandarino Qiu Shuang, un investitore agricolo transfrontaliero presso il Plug and Play Tech Center della Silicon Valley, secondo una traduzione della CNBC.

che le autorità spesso usano fondi di investimento sostenuti dallo Stato per creare incentivi per l’innovazione in determinati settori. A suo avviso, “ciò spiega perché gli investimenti nell’agricoltura si stanno surriscaldando ora in Cina.”

E poiché l’impatto del virus ha colpito molte piccole imprese, compresi gli agricoltori, gli analisti si aspettano di più consolidamento in anticipo. Ciò creerà le dimensioni necessarie per stimolare maggiori acquisti di attrezzature agricole.

Tuttavia, per i cosiddetti macchinari agricoli intelligenti, un fattore determinante per la sua crescita è se può essere incluso in un elenco di sussidi governativi, ha detto Liu.

“Poiché il nuovo tipo di attrezzatura agricola è più costoso”, ha detto, “solo con determinati sussidi da parte del governo, può competere con attrezzature agricole tradizionali sul mercato. “

– CNBC’s Evelyn Cheng ha contribuito a questa storia.

Articolo originale di CNBC