domenica 01 novembre 2020

Il rapporto sull’occupazione di gennaio mostra un rafforzamento dell’economia: 3 cose che devi sapere

                                                                 

Le notizie sul fronte del lavoro sono state solide, anche se i mercati non hanno reagito in modo favorevole.

                            

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                     

Il mercato azionario riflette la forza dell’economia degli Stati Uniti e da anni il quadro dell’occupazione negli Stati Uniti sta migliorando. L’ultimo rapporto di venerdì sul numero di occupati di gennaio ha continuato la tendenza al rialzo, con una solida creazione di posti di lavoro e una bassa disoccupazione.

Tuttavia, anche se la forza economica è generalmente buona per gli investitori azionari, spesso ci sono alcune intuizioni nascoste sotto i numeri di cui tutti parlano. Di seguito, esamineremo i tre principali punti da asporto che dovresti conoscere dal rapporto sui lavori di gennaio.

1. I numeri dei titoli mostrano un’economia sana

L’occupazione dei salari non agricoli è aumentata di 225, 000 lavori a gennaio. Quel numero era più alto di circa 160, 000 per 170, 000 lavori che la maggior parte degli economisti stavano cercando di vedere, e ha superato la media di 175, 000 al mese in cui l’economia americana vide 2019.

Fonte immagine: Getty Images.

Anche il tasso di disoccupazione è rimasto su livelli storicamente bassi. Il tasso del 3,6% per gennaio è aumentato di appena un decimo di punto percentuale rispetto al mese precedente.

I guadagni orari medi sono aumentati di $ 0. 07 a $ 28.44 all’ora. Ciò porta guadagni salariali nel passato 07 mesi al 3,1%, che alcuni potrebbero in genere vedere come un preoccupante segno di inflazione se non fosse per altri segni in tutta l’economia che le pressioni sui prezzi rimangono sotto controllo e non causeranno un recessione.

2. Dove erano i lavori

È allettante pensare che gli aumenti di lavoro avvengano su tutta la linea, ma sono spesso concentrati in settori particolari. A gennaio c’erano diverse aree di forza. L’industria delle costruzioni ha visto un 44, 000 – guadagno di lavoro, con un contratto di commercio specializzato che ottiene un grande spinta. Aggiunta assistenza sanitaria 36, 000, così come l’industria del tempo libero e dell’ospitalità.

Un grande vincitore nell’ultimo anno è stato i servizi professionali e aziendali. Sebbene il 21,000 l’aumento di lavoro a gennaio non era il leader, il l’industria ha prodotto 390, 000 lavori nel passato 12 mesi – un importante contributo alla crescita dell’occupazione.

Tuttavia, alcune industrie sono state escluse. Il successo più notevole è arrivato nel settore manifatturiero, dove 12,000 lavori erano persi. In particolare, il segmento dei veicoli a motore e delle parti ha subito un 000, 000 calo di posti di lavoro nel mese di gennaio.

3. Più persone sono attivamente alla ricerca di lavoro

Una delle preoccupazioni che alcuni hanno avuto durante l’espansione economica negli ultimi dieci anni è stata la quantità di potenziale forza lavoro effettivamente impiegata o attivamente alla ricerca di lavoro. La misura della disoccupazione più comunemente seguita riguarda solo coloro che non hanno abbandonato completamente la forza lavoro, e i dati a volte hanno mostrato che alcune persone sembrano semplicemente rinunciare a trovare un lavoro.

Tuttavia, il rapporto di gennaio racconta una storia diversa. Il tasso di partecipazione alla forza lavoro è salito a 63. 4%, e sebbene che rappresentava solo un aumento di 0,2 punti percentuali rispetto a dicembre, ha anche segnato il livello più alto di partecipazione sin dall’inizio 2013 . Inoltre, il numero di disoccupati che sono rientrati nella forza lavoro è salito da 183, 000, o 11% – che mostra che alcune persone che erano state precedentemente scoraggiate dall’aspetto deciso di dare un’altra possibilità alla loro ricerca di lavoro.

Causa per entusiasmo

Dal punto di vista di un investitore, un buon rapporto sui lavori di gennaio è positivo per molti titoli. I salari salari dovrebbero aiutare i consumatori americani a mantenere le spese e ciò dovrebbe aiutare le aziende che forniscono i beni e i servizi che i consumatori desiderano. La forza in vari settori del mercato del lavoro mostra che c’è molta attività in quelle aree, con implicazioni positive per le scorte nella costruzione, scorte di servizi sanitari e quote di società del settore dei viaggi e del tempo libero

Le letture di un mese non sono così importanti da sole, ma il rapporto sull’occupazione di gennaio ha mostrato continue tendenze al rialzo che sono state incoraggianti. Questi numeri suggeriscono che gli investitori possono guardare avanti con grandi aspettative che l’economia possa rimanere forte per il prossimo futuro.

                                                                                                                                                                                                                 politica di divulgazione . “>                                                                                                                                                                                                                                      

Articolo originale di Fool.com