venerdì 23 ottobre 2020

Il regime della cannabis 2.0 rallenta, poiché i negozi si aspettano che i ritardi dei prodotti durino fino a gennaio

avere prodotti 2.0 nei negozi fino a fine gennaio al più presto.

“I camion devono rotolare attraverso il paese, l’inventario deve essere immagazzinato nei magazzini provinciali e i moduli d’ordine devono essere inseriti prima di nuovi prodotti può venire nei nostri negozi. Non succederà fino a fine gennaio ”, ha dichiarato Nick Kuzyk, Chief Strategy Officer di High Tide Inc., proprietario 30 negozi al dettaglio di cannabis in tutto il paese.

Kuzyk prevede che l’implementazione di prodotti 2.0 sarà simile all’inizio della cannabis 1.0 in ottobre 2018. “La fornitura non era abbondante allora, quindi hai ordinato ciò su cui poter mettere le mani. La selezione di prodotti che entreranno lentamente nei negozi al dettaglio nelle prossime settimane non sarà così ampia come da sei a 12 mesi da oggi “, ha detto.

Trevor Fencott, CEO della catena di vendita al dettaglio di cannabis Fire and Flower Holdings, ha dichiarato che Alberta Gaming Liquor e Cannabis (AGLC) hanno informato la sua azienda che sarebbe in grado di iniziare a ordinare prodotti da gennaio 12, mentre l’Ontario Cannabis Store avrà prodotti pronti per i rivenditori per acquistare il 6 gennaio.

“Stanno chiudendo per le festività. Sarà un lancio abbastanza lento in Alberta e Ontario “, ha detto.

Il Quebec, la seconda provincia più popolosa del paese, ha già vietato la vendita di penne e commestibili di vapori di cannabis, mentre la Nuova Scozia ha proibito vendita di penne vaporizzatrici aromatizzate a causa di una serie di malattie legate allo svapo negli Stati Uniti e in Canada. Anche Terranova non consentirà la vendita di penne per vaporizzatori alla cannabis.

I residenti del Saskatchewan, tuttavia, potrebbero forse ottenere alcuni nuovi prodotti prima del nuovo anno; poiché la provincia non funge da intermediario o grossista tra produttori e rivenditori autorizzati, i negozi possono acquistare direttamente dagli LP, non appena hanno prodotto imballato e pronto per essere distribuito.

“Mentre è una situazione deludente in Ontario e Alberta, dove ci è permesso di avere un rapporto diretto con gli LP, è eccellente. Siamo abbastanza fiduciosi che avremo prodotti 2.0 entro dicembre 20, prima di Natale, nei nostri negozi del Saskatchewan, “Ha detto Fencott, che è stato a lungo un critico vocale delle province che partecipano al commercio all’ingrosso di cannabis.

Mark Goliger, CEO di un altro importante rivenditore di cannabis, Meta Growth (ex National Access Cannabis), ha dichiarato che avrebbe “escluso” qualsiasi probabilità che i grossisti provinciali in tutto il paese inizieranno a ricevere una gamma completa di prodotti 2.0 dalla maggior parte degli LP questo mese. “È possibile che ci facciano sapere (a dicembre) cosa è disponibile nei loro magazzini a gennaio. Ma a partire da ora, non siamo esattamente sicuri di quando saranno attese consegne di nuovi prodotti da BC, Alberta e Ontario. ”

In Manitoba, i rivenditori possono effettuare ordini dalla provincia (Manitoba Liquor and Lotteries) che poi si coordina con i produttori autorizzati per fornire un modello di consegna diretta ai negozi al dettaglio. “Il MBLL non ha un magazzino. Non hai uno sfortunato ritardo intermedio come nella maggior parte delle altre province, che è l’onere che dobbiamo affrontare come rivenditori “, ha dichiarato Goliger, osservando che i negozi Meta a Manitoba avranno probabilmente 2,0 prodotti prima del 1 ° gennaio.

Sia l’Ontario Cannabis Store che l’AGLC non hanno risposto immediatamente alle richieste su quando i prodotti 2.0 saranno disponibili per l’acquisto sui loro siti di vendita online o quando inizierebbe a spedire prodotti a rivenditori privati.

Terranova e Labrador hanno vietato i prodotti di svapo di cannabis. File di illustrazioni fotografiche Adnan Abidid / Reuters

Nel frattempo, la maggior parte dei principali produttori autorizzati, tra cui Canopy Growth Corp. , Aurora Cannabis Inc., Aphria Inc., HEXO Corp. e Organigram Holdings Inc. hanno iniziato a pubblicare cataloghi di prodotti per edibili, bevande e prodotti di svapo questa settimana, circa due mesi dopo che tali prodotti sono diventati legali.

La prima ondata di prodotti a base di cioccolato alla cannabis di Canopy Growth e bevande alla cannabis distillate miste pronte da bere dovrebbero arrivare nei negozi al dettaglio all’inizio di gennaio 2020, mentre la sua linea di penne per vaporizzatori dovrebbe essere lanciata alla fine di gennaio, secondo una dichiarazione rilasciata dalla società la scorsa settimana.

Aphria sta dando il via alla cannabis 2.0 con una linea di penne a vaporizzazione con i suoi marchi RIFF e Solei abbastanza popolari, ed è pronta a spedire quei prodotti ora, secondo la portavoce dell’azienda Tamara McGregor.

Organigramma introdurrà tre tipi di penne per vaporizzatori nel mercato legale nel primo trimestre di 2020, una delle quali è una partnership con PAX Labs, la società che ha introdotto per la prima volta la sigaretta elettronica Juul ai consumatori in 2015.

Aurora afferma di essere pronta a spedire una varietà di prodotti 2.0, tra cui gomme gommose, caramelle, cioccolatini e penne a vaporizzatore. Auxly Cannabis Group, un produttore con licenza che si è concentrato principalmente sullo sviluppo di prodotti 2.0 sulla vendita di fiori secchi sul mercato interno, ha annunciato che è destinato a spedire cioccolatini, masticabili e vaporizzatori con i suoi marchi Foray e Kolab.

Narbe Alexandrian, CEO di Canopy Rivers, ha dichiarato a Post che il “vero test” per i produttori autorizzati nel mercato 2.0 non sarà come rapidamente consegnano il prodotto ai rivenditori, ma quanti acquisti ripetuti avranno luogo.

“Non importa quanta parte del prodotto che vendi all’inizio, è di più … puoi convincere il cliente a tornare e acquistare di nuovo quel prodotto, senza spendere soldi per provare qualcos’altro? È così che scala “, ha detto.

Come riportato da Financial Post