domenica 07 marzo 2021

JetBlue e Spirit Airlines: 2 titoli che potrebbero volare

JetBlue Airways e Spirit Airlines potrebbero beneficiare della limitazione di Southwest Airlines in una zona della Florida.

Solo pochi mesi fa, sembrava che il 2020 sarebbe potuto essere un anno eccezionale per l’industria aerea statunitense. Ma il COVID-19 ha scatenato una crisi esistenziale per molte compagnie aeree. Le entrate si sono prosciugate quasi completamente, facendo sì che le aziende iniziassero a bruciare denaro a un ritmo rapido. Non sorprende che le azioni delle compagnie aeree siano crollate.

Tuttavia, mentre tutte le compagnie aeree stanno soffrendo in questo momento, potrebbero esserci alcuni vincitori a lungo termine della crisi. Aumento dei livelli del debito, perdite a breve termine e probabilità che i margini rimangano deboli 2021 costringerà molte compagnie aeree a ridimensionare, dando la priorità ai loro migliori mercati e restringendosi nei mercati non core. Ciò potrebbe aprire opportunità di crescita a lungo termine e di espansione dei margini per altri vettori.

Compagnie aeree del Sud-ovest (NYSE: LUV) sta cercando di cogliere queste opportunità, annunciando di recente un piano ambizioso per riporta la capacità ai livelli vicini 2019 entro novembre. Eppure, anche se torna a un programma abbastanza normale, sta facendo tagli significativi in ​​alcuni mercati, in particolare Fort Lauderdale e Orlando, in Florida. Potrebbe essere un’ottima notizia per i rivali a basso costo JetBlue Airways (NASDAQ: JBLU) e Spirit Airlines (NYSE: SALVA ).

Il sud-ovest diventa aggressivo in alcuni mercati

La scorsa settimana, Southwest Airlines ha aperto il suo programma per le prenotazioni fino al 4 gennaio 2021. Come parte di questo aggiornamento, ha annunciato quasi una dozzina di nuove rotte che verranno lanciate in ritardo 2020, un netto contrasto tra i rivali che intendono ridursi. Offrirà anche un servizio più frequente in molti mercati.

Southwest Airlines prevede una crescita aggressiva in alcune città entro la fine dell’anno. 
Le due città con la maggiore crescita di gran lunga sono Denver e Phoenix. Southwest opererà 32 più partenze giornaliere a Denver e 29 di più partenze giornaliere a Phoenix nei mesi di novembre e dicembre del 737 un anno prima. Questi due mercati sono hub per United Airlines (NYSE: UAL) e American Airlines (NASDAQ : AAL) , rispettivamente.

A Phoenix, Southwest trasporta già quasi lo stesso traffico di American Airlines – ed è il leader di mercato quando si escludono i passeggeri in coincidenza. Mentre il management di American ha dichiarato di non voler chiudere alcun hub, il piano di crescita di Southwest potrebbe forzare la sua mano. L’hub americano di Phoenix è stretto tra i suoi hub a Dallas-Fort Worth e Los Angeles e ridimensionare quei mercati più grandi e strategici potrebbe essere più sensato che combattere Southwest per la quota di mercato a Phoenix.

Southwest è anche il principale vettore per il traffico locale a Denver. Detto questo, Denver è un hub strategicamente vitale per United Airlines, che non scomparirà. Tuttavia, United prevede di essere molto cauto nel ripristinare la capacità rimossa a causa di COVID – 19, che potrebbe creare un’opportunità di quote di mercato a breve termine per Southwest Airlines in questo mercato in forte crescita. Southwest potrebbe anche sperare di spingere la compagnia di bilancio Frontier Airlines (la compagnia aerea n. 3 a Denver) per ridurne la presenza.

Mentre Southwest Airlines prevede di tornare al servizio normale in gran parte del paese a novembre e si batterà per la quota di mercato con American Airlines e United Airlines a Phoenix e Denver, si sta riducendo altre parti del suo rete di rotte. I tagli sembrano promettenti per JetBlue e Spirit Airlines.

Le maggiori riduzioni degli orari arriveranno di gran lunga a Fort Lauderdale, dove la Southwest Airlines intende operare 30 meno partenze giornaliere in novembre e dicembre rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Ciò comporta la sospensione 13 rotte, circa un terzo delle sue rotte pre-coronavirus senza sosta da Fort Lauderdale.

Dopo aver investito in un’espansione terminale alcuni anni fa per accogliere un servizio internazionale aumentato da Fort Lauderdale, Southwest ora sta sospendendo il servizio su tutte le rotte internazionali lì, ad eccezione dei voli per Cancun e Montego Bay. Sta inoltre tagliando le sue rotte per Boston, Cleveland, Hartford, Las Vegas, Louisville, Birmingham, Alabama; e Islip, New York – oltre a una rotta di breve durata Fort Lauderdale-Jacksonville che si è conclusa all’inizio di quest’anno.

Fort Lauderdale è un mercato brutalmente competitivo. Negli ultimi anni, Southwest, JetBlue e Spirit hanno tutti cercato di crescere lì e hanno scambiato posti come la più grande compagnia aerea dell’aeroporto. Più recentemente, Spirit ha preso il comando, seguito da JetBlue e Southwest. Il ritiro programmato da Southwest Airlines potrebbe portare a un ambiente competitivo più razionale, rendendo JetBlue e Spirit più riusciti a Fort Lauderdale.

Spirit Airlines ha recentemente superato JetBlue come la compagnia aerea principale a Fort Lauderdale. Fonte immagine: Spirit Airlines.
JetBlue ha in genere gareggiato con Southwest su 12 di 16 Percorsi di Fort Lauderdale che non torneranno in autunno. Lo spirito ha un po ‘meno di sovrapposizioni, servendo sette di quei percorsi. Tuttavia, entrambi beneficeranno di una ridotta presenza della Southwest Airlines.

A Orlando, Southwest ha un notevole vantaggio di quota di mercato, che detiene un quarto del mercato interno. Spirit e JetBlue sono più piccoli, con % – 13% del mercato, ma sono ancora giocatori abbastanza grandi da beneficiare della contrazione della Southwest Airlines. Southwest prevede di operare 12 meno partenze giornaliere a Orlando in ritardo 2020 fatto in ritardo 2019.

Se la Southwest Airlines ripristina tutti i voli tagliati in ritardo 2020 nel corso del prossimo anno o due, JetBlue e Spirit Airlines non vedranno alcun beneficio duraturo dai cambiamenti di rete recentemente annunciati dal gigante della tariffa bassa. Questo potrebbe essere il caso di Orlando. Mentre Southwest Airlines sta modificando modestamente il suo programma lì, rimarrà la compagnia aerea n. 1 con ampio margine. Man mano che le attrazioni turistiche locali tornano a pieno regime e le visite turistiche rimbalzano, è probabile che Southwest riempia nuovamente la capacità che sta rimuovendo ora.

Al contrario, Southwest sta effettuando tagli molto più profondi a Fort Lauderdale, dove aveva già una posizione di mercato più debole. Forse alla fine tornerà alla sua precedente strategia di crescita internazionale lì. Tuttavia, c’è una buona possibilità che i tagli annunciati siano davvero permanenti: JetBlue e Spirit offrono entrambi un ampio servizio internazionale da Fort Lauderdale, così come American Airlines nel vicino aeroporto internazionale di Miami.

Southwest Airlines ha un forte vantaggio competitivo in molti mercati negli Stati Uniti Fort Lauderdale non sembra essere uno di questi. Piuttosto che combattere una battaglia di quote di mercato che sbalordisce il margine contro JetBlue e Spirit – due forti rivali a basso costo – Southwest può guardare a pascoli più verdi per la sua crescita futura. In tal caso, JetBlue Airways e Spirit Airlines avranno un chiaro percorso di crescita e margini più elevati in futuro a Fort Lauderdale, un’importante città di riferimento per entrambe le compagnie low cost.