venerdì 23 ottobre 2020

La crescita del lavoro infrange le aspettative per febbraio, poiché la disoccupazione torna al 3,5%

Le buste paga non agricole sono cresciute molto più del previsto a febbraio, poiché le società hanno continuato ad assumere portando a una crescente paura del coronavirus.

Il Dipartimento del Lavoro ha riferito venerdì che l’economia americana ha aggiunto 273, 000 nuovi posti di lavoro nel mese, mentre il tasso di disoccupazione era del 3,5%, corrispondente al suo livello più basso in più di 50 anni. Una misura alternativa di disoccupazione che conta coloro che non sono in cerca di lavoro e che svolgono lavori part-time per motivi economici sono saliti al 7%.

I guadagni di gennaio e febbraio sono stati vincolati per il miglior mese da maggio 2018.

Gli economisti intervistati da Dow Jones avevano cercato una crescita dei salari di 175, 000 e un 3,5% senza lavoro livello. I guadagni orari medi sono cresciuti del 3% nell’ultimo anno, in linea con le stime, mentre la settimana lavorativa media, considerata una misura chiave della produttività, ha spinto fino a 34. 4 ore.

C’erano altre buone notizie per il mercato del lavoro: i due mesi precedenti “le stime sono state riviste più in alto di un totale di 85, 000. Dicembre è salito da 147, 000 per 184, 000 , mentre gennaio è passato da 225, 000 per 273,000. Tali revisioni hanno portato la media dei tre mesi a un solido 243, 000 mentre il guadagno mensile medio in 2019 era 178,000.

Nonostante i numeri forti, Wall Street si stava dirigendo verso ulteriori perdite derivanti da preoccupazioni per gli effetti dell’epidemia di coronoavirus, anche se i futures di venerdì hanno toccato il fondo dopo il rapporto.

“Questo potrebbe essere l’ultimo rapporto sull’occupazione perfetta che il mercato ottiene da qualche tempo”, ha detto Chris Rupkey, capo economista finanziario presso la MUFG Union Bank.

I guadagni sono stati distribuiti in una moltitudine di settori quando il livello di occupazione totale ha colpito 158 .8 milioni, vicino al record di dicembre 2019.

L’assistenza sanitaria e l’assistenza sociale hanno aperto la strada alla creazione di posti di lavoro con 57, 000 nuove posizioni. Sono stati aggiunti entrambi i servizi di ristorazione e i luoghi per bere 53, 000 mentre l’occupazione governativa cresceva 45, 000 a causa dell’assunzione del censimento e dell’educazione del governo statale. Costruzione aggiunta 34, 000 grazie al continuo clima mite, mentre i servizi professionali e tecnici hanno contribuito 32, 000 e la finanza è cresciuta di 26, 000, parte di un 147, guadagno nel passato 12 mesi.

Nell’indagine sulle famiglie, l’occupazione è aumentata di 126, 000 mentre i ranghi dei disoccupati diminuivano di 105, 000.

“Sebbene sia troppo presto per vedere l’impatto del coronavirus sul mercato del lavoro, possiamo dire che il mercato del lavoro era in una buona posizione prima che il virus iniziasse a diffondersi”, ha detto Nick Bunker , direttore della ricerca economica presso la società di collocamento. “Ma i prossimi mesi saranno una prova di quanto sia resistente questo mercato del lavoro.”

Mercato del lavoro ancora sembra forte

Il numero di posti di lavoro ha assunto particolare importanza a febbraio poiché le preoccupazioni si sono intensificate sull’impatto economico del nuovo coronavirus, sebbene il rapporto riguardasse lasso di tempo prima che si intensificassero le preoccupazioni per la malattia.

Finora la maggior parte degli indicatori ha mostrato pochi danni. Le richieste di sussidi di disoccupazione rimangono ben all’interno della loro recente tendenza, arrivando a 216, 000 nell’ultima lettura giovedì. La società di collocamento Challenger, Grey & Christmas ha anche riferito giovedì che i licenziamenti pianificati sono effettivamente diminuiti 16% da gennaio. E le letture chiave dell’ISM sia sulla produzione che sui servizi mostrano che le società hanno ancora intenzione di assumere.

“Ora più che mai, dobbiamo concentrarci sui dati del mercato del lavoro”, ha affermato Liz Ann Sonders, capo stratega degli investimenti presso Charles Schwab. “Il consumatore ha in qualche modo tenuto a galla le cose.”

La maggior parte dei punti dati relativi al consumatore sono stati buoni, anche se i rapporti che arrivano ora coprono in gran parte le prime fasi della paura del coronavirus e la forte e recente volatilità del mercato azionario.

Con la grande incertezza sulla malattia, i suoi impatti possono essere avvertiti con incrementi anziché improvvisamente. Ma se iniziano a formarsi delle crepe, i primi avvisi probabilmente arriveranno nei dati sull’occupazione.

“Se iniziamo a gestire le cose nel modo in cui sono gestite in Italia e Corea del Sud, chiudendo le scuole e avendo richiesto la cancellazione di viaggi ed eventi sportivi, penso che non possiamo in alcun modo iniziare a vederlo nel mercato del lavoro e nella fiducia e nella spesa dei consumatori “, ha detto Sonders.

Ottieni la reazione del mercato qui.

Articolo originale di CNBC