domenica 25 ottobre 2020

L’inviato americano in Afghanistan annuncia una “pausa” nei colloqui di pace talebani dopo l’attacco alla base aerea

L’inviato speciale degli Stati Uniti in Afghanistan ha dichiarato giovedì di essere stato oltraggiato da un attacco talebano vicino all’aeroporto di Bagram questa settimana, e “stiamo facendo una breve pausa”, apparentemente in riferimento ai colloqui di pace che aveva recentemente ripreso con il gruppo militante.

“Quando ho incontrato i Talib oggi, ho espresso indignazione per l’attacco di ieri a Bagram, che ha spericolato ucciso due e ferito dozzine dei civili “, Zalmay Khalilzad, rappresentante speciale degli Stati Uniti per la riconciliazione in Afghanistan, ha twittato.

Ha detto che i talebani” devono dimostrare di essere disposti e in grado di rispondere al desiderio di pace in Afghanistan “, e che “Stiamo facendo una breve pausa affinché possano consultare la loro leadership su questo argomento essenziale.”

(2/2) Facciamo una breve pausa per consultare la loro leadership su questo argomento essenziale.

– Rappresentante speciale degli Stati Uniti Zalmay Khalilzad (@ US4AfghanPeace) Dicembre 12, 2019

Nessun membro del servizio di coalizione è stato ucciso nell’attacco di mercoledì, in cui i combattenti talebani hanno tentato di violare l’aeroporto di Bagram a nord di Kabul, ma alcuni sono stati valutati per ferite lievi, un portavoce del comando guidato dalla NATO Detta missione di supporto risolto.

Due civili afgani furono uccisi e più di 70 civili sono stati riportati feriti, ha detto il portavoce.

I rimanenti combattenti talebani si sono barricati all’interno dell’edificio medico, che è fuori dalla base, e sono stati uccisi in una serie di attacchi aerei, ha detto il portavoce.

Lascia che le nostre notizie incontrino la tua casella di posta. Le notizie e le storie che contano, hanno consegnato le mattine nei giorni feriali.

I tweet di Khalilzad sembrano lanciare un’altra chiave inglese nei colloqui di pace tra gli Stati Uniti e i talebani.

Il Dipartimento di Stato alla fine di giovedì ha fatto delle domande sulla pausa al tweet di Khalizad. Il segretario di Stato Mike Pompeo mercoledì ha condannato “l’attacco terroristico coordinato nei termini più forti possibili”.

Voice of America , citando Suhail Shaheen, che parla per la squadra negoziale talebana, ha riferito giovedì scorso che talebani e negoziatori statunitensi hanno concordato di riprendere i colloqui dopo “alcuni giorni.”

Shaheen secondo quanto riferito respinto i suggerimenti, l’attacco ha ostacolato i negoziati e ha affermato che l’atmosfera delle riunioni di giovedì è “positiva e positiva”.

Nel fine settimana, sono ripresi i colloqui tra USA e talebani , tre mesi dopo che il presidente Donald Trump annullò bruscamente i negoziati volti a porre fine alla guerra più lunga d’America.

I negoziati USA-Talebani, ripresi sabato nella capitale del Qatar di Doha, mirano a ridurre la violenza e gettare le basi per i colloqui di pace tra talebani e governo afgano, ha detto un portavoce del Dipartimento di Stato.

Un funzionario occidentale separato con conoscenza delle discussioni ha affermato che l’obiettivo era “riprendere da dove si erano interrotti”.

Quando Trump ha fatto l’annuncio su settembre 7 che stava interrompendo i “negoziati di pace”, ha affermato di aver programmato un incontro segreto il giorno successivo a Camp David con la leadership talibana e, separatamente, il presidente afghano Ashraf Ghani. Trump ha citato un attacco suicida a Kabul che ha ucciso un membro del servizio americano .

Anche altre undici persone sono state uccise nell’attacco, Trump ha twittato in quel momento, aggiungendo: “Che tipo di persone ucciderebbe così tante persone per rafforzare apparentemente la loro posizione di contrattazione? Non l’hanno fatto, hanno solo peggiorato le cose! “Trump alla fine di novembre ha annunciato che parla con i talebani erano di nuovo su .

Da 12, 000 a 13, 000 le truppe sono in Afghanistan , secondo il segretario alla Difesa Mark Esper. Gli Stati Uniti hanno avuto stivali a terra da allora 2001, quando le forze americane rovesciarono il regime talibano per ospitare Osama bin Laden, l’architetto dietro il settembre 11 attacchi.

Da 2001, intorno al 2, 300 I membri del servizio americano sono morti Là, secondo il Dipartimento della Difesa. Tra gennaio 2009, quando le Nazioni Unite hanno iniziato una documentazione sistematica delle vittime civili, e settembre di quest’anno alcune 34, 000 I civili afgani sono morti a causa del conflitto armato.

Il mese scorso, i talebani liberarono due ostaggi occidentali , tra cui un americano, dopo aver tenuto loro in cattività per più di tre anni.

Gli ostaggi furono rilasciati come parte di un accordo annunciato dal presidente afghano Ashraf Ghani in cui i professori dell’Università americana di Kabul, che sono stati rapiti sotto minaccia di armi ad agosto del , verrebbe liberato in cambio di tre membri talebani.

Phil Helsel

Phil Helsel è un giornalista di NBC News.

Abigail Williams

ha contribuito.

Come riportato da NBC News