giovedì 06 maggio 2021

L’Ontario ha venduto la maggior parte della cannabis nel primo anno di legalizzazione, nonostante il basso numero di negozi

I rivenditori di cannabis in Ontario hanno venduto la maggior parte della cannabis di qualsiasi provincia nel primo anno dopo la legalizzazione, anche se c’era solo un negozio online e 24 negozi di mattoni e malta in funzione per la maggior parte di quel periodo, secondo i nuovi dati di Statistics Canada.

Ontario rappresentava $ 217 milioni di vendite di cannabis ricreative – o 24 per cento del mercato canadese complessivo – da ottobre 2018 a settembre 2019, seguito da Alberta e Quebec, che hanno venduto $ 196 milioni e $ 195 milioni, rispettivamente.

L’anno successivo alla legalizzazione ha visto più di
negozi di mattoni e malta stabiliti in tutto il paese. Le vendite totali di cannabis per uso adulto dai negozi al dettaglio online sono ammontate a $ 908 milioni per quel periodo, molto al di sotto di molte stime prima della legalizzazione. Ad esempio, un rapporto di giugno 2018 del CIBC ha stimato che le vendite legali di cannabis potrebbero raggiungere $ 6,5 miliardi di 2020, con il potenziale di produrre $ 1 miliardo di EBITDA. Un rapporto simile di Deloitte aveva previsto che il mercato legale della cannabis avrebbe generato vendite per $ 4,3 miliardi nell’anno successivo alla legalizzazione.

I dati di StatsCanada hanno anche osservato un forte calo del numero di consumatori che hanno acquistato cannabis online, parallelamente alla crescita del numero di negozi al dettaglio in tutto il paese. La quota delle vendite online è diminuita da 43. 4 per cento in ottobre 2018 a appena il 5,9 per cento il settembre successivo, mentre il numero di negozi di mattoni e malta è aumentato 88 per cento tra marzo e luglio 2019.

I negozi al dettaglio online, la maggior parte dei quali gestiti da grossisti provinciali, hanno guadagnato circa $ 120 milioni nell’anno successivo alla legalizzazione, mentre i negozi di mattoni e malta hanno incassato i restanti $ 788 milioni di vendite.

Infatti, il governo negozi in difficoltà hanno avuto difficoltà. Ontario Cannabis Retail Corp. che gestisce l’Ontario Cannabis Store, ha perso $ 42 milioni nel suo ultimo anno fiscale conclusosi a marzo 31, 2019. A New Brunswick, la Cannabis NB, la società per azioni incaricata della vendita di cannabis, ha recentemente affermato di essere alla ricerca di un acquirente, poiché le perdite si sono accumulate.

Su base pro capite, la Columbia Britannica ha riportato il più basso valori di vendita nel paese a $ 10 pro capite nell’anno successivo alla legalizzazione. L’Ontario non è andato molto meglio su quella misura, con un valore di vendita pro capite di $ 15. Alberta, al contrario, aveva uno dei più alti valori di vendita pro capite a $ 45.

Statistiche Canada attribuiva queste enormi differenze al diverso accesso ai negozi di cannabis. In Ontario, ad esempio, solo il nove per cento dei residenti viveva a una distanza di tre chilometri da un negozio di cannabis, mentre in Alberta – la provincia con il maggior numero di negozi – 50 il percento dei residenti viveva a meno di tre chilometri da un negozio di cannabis.

L’industria canadese della cannabis ha, per la maggior parte, faticato a soddisfare le aspettative di investitori e consumatori, dato che il prezzo, la qualità e l’accessibilità sono le ragioni principali per cui il settore non è decollato ad un ritmo che molti speravano avrebbe fatto.

Mentre i primi mesi di legalizzazione erano caratterizzati da una carenza di approvvigionamento, il L’aumento della produzione nella seconda metà di 2019 ha ora creato il problema opposto: eccesso di offerta.

I produttori di cannabis stanno esortando il governo dell’Ontario ad aprire le licenze processo per i negozi al dettaglio, che sperano porterà a una forte crescita del numero di negozi nella provincia più popolosa del Canada.

Vieni ri portato da Financial Post