sabato 24 ottobre 2020

“Love Island”, un popolare spettacolo di appuntamenti britannici, viene accantonato nell’età del coronavirus

                      

                  

                

  

    

                  

           

Le stelle dell’estate di Love Island 2018 serie

                   Getty Images              

  

                

            

         

Le azioni di ITV sono scese del 4,1% lunedì dopo che la più grande emittente free-to-air britannica ha dichiarato che Love Island non trasmetterà una serie estiva quest’anno a causa della pandemia di coronavirus.

      

“Abbiamo cercato in tutti i modi di realizzare Love Island quest’estate, ma logisticamente non è possibile produrlo in modo da salvaguardare il benessere di tutti i soggetti coinvolti e che per noi è la priorità”, Kevin Lygo, direttore di ITV della televisione ha dichiarato in una nota.

      

Lygo ha detto che la prossima serie dello spettacolo di appuntamenti di successo si svolgerà ora in 2021, poiché viaggiare in una villa a Maiorca, in Spagna, per le riprese era “fuori discussione”.

      

Love Island si è dimostrata popolare tra i giovani adulti negli ultimi anni, con una media di quasi 6 milioni di spettatori per le serie della scorsa estate. Il suo appello ha aiutato ITV a incrementare le entrate online di 10% nella prima metà dell’esercizio, mentre le entrate totali sono diminuite del 7%. La compagnia televisiva ha affermato che lo spettacolo di appuntamenti ha attirato nove partner commerciali, tra cui Uber Eats          UBER,          – 0 . % ,       Samsung          005930,          – 0 . %       e Superdrug, generando entrate incrementali di £ 8 milioni su base annua.

             

La notizia è l’ultima battuta d’arresto per ITV          ITV,          + 3. 02%       , che a marzo ha eliminato il suo dividendo finale per 992 e guida abbandonata per 2018 a causa del crollo delle entrate pubblicitarie e della chiusura delle sue attività in studio. La società ha anche dichiarato che prevede di tagliare il budget del programma di almeno £ 100 milioni e riduce la spesa discrezionale di £ 20 milioni.

      

Gli investitori avevano sperato che ITV potesse attirare l’interesse di acquisizione da parte del private equity o degli offerenti strategici. Tuttavia, lunedì la Telefónica spagnola          TEF,          – 2 . %       ha detto che è in trattative con il magnate statunitense Global Malcon, il magnate statunitense John Malone          LBTYA,          – 2 . %       su una possibile fusione delle loro operazioni nel Regno Unito, in un accordo che creerebbe una nuova società televisiva e mobile con un valore combinato di quasi £ 20 miliardi ($ 35 miliardi), inclusi debito e sinergie.

      

ITV, che è 05% di proprietà di Liberty, non sarà incluso nella nuova impresa, secondo le persone che hanno familiarità con l’accordo.

              

                             

Articolo originale di Marketwatch.com