martedì 20 ottobre 2020

Macy’s sta chiudendo negozi a livello nazionale a causa del coronavirus

Macy’s sta chiudendo tutti i suoi negozi a livello nazionale, con efficacia a fine attività dal martedì al marzo 31, per cercare di aiutare a frenare la diffusione di COVID – 19.

Le chiusure includono tutti i negozi di Macy, Bloomingdale, Bluemercury, Macy’s Backstage e altri outlet, ha dichiarato la società in un comunicato stampa. Macy ha detto che offrirà benefici e compensi ai suoi lavoratori interessati durante questo periodo.

“La salute e la sicurezza dei nostri clienti, colleghi e comunità è la nostra massima priorità”, ha dichiarato il CEO Jeff Gennette in una nota.

“A seguito del recente COVID – 19 sviluppi, abbiamo deciso di chiudere temporaneamente i nostri negozi. Lavoreremo con funzionari governativi e sanitari per valutare quando riapriremo i nostri negozi e riporteremo in sicurezza i nostri colleghi “.

Macy’s ha dichiarato che le sue operazioni online rimarranno aperte per tutto il mese di marzo.

Nell’ultimo trimestre segnalato, Macy’s era operativo Grandi magazzini Macy, 34 Posizioni di Bloomingdale, 19 Punti vendita di Bloomingdale e 171 negozi Bluemercury, secondo il suo sito web. A partire dal 2 febbraio, la società aveva circa 130, 000 dipendenti, escluso il personale stagionale.

Un salotto in genere pieno di persone è praticamente vuoto mentre un uomo cammina attraverso Herald Square con una maschera protettiva a marzo 12, 2020 a New York City.

Gary Hershorn | Getty Images

L’annuncio di Macy’s è venuto meno di 24 ore dopo Nordstrom ha detto che sarebbe chiudendo il suo più di 360 negozi temporaneamente a causa del coronavirus. Nordstrom ha anche ritirato le sue prospettive di guadagno 2020 , a causa dell’incertezza della situazione.

Nordstrom, che ha sede a Seattle vicino a uno dei primi gruppi di casi di coronavirus negli Stati Uniti, ha dichiarato di aver sperimentato “a decelerazione generalizzata della domanda dei clienti nelle ultime due settimane, in particolare nei mercati più colpiti dal virus “.

Macy non ha offerto commenti sulle sue prospettive di utili.

Kohl e JC Penney , nel frattempo, ha ridotto le ore del negozio.

Molti rivenditori, tra cui Nike , Apple , Glossier e Allbirds, hanno chiuso il loro negozi temporaneamente per consentire ai dipendenti di essere al sicuro a casa e hanno incoraggiato i consumatori a rimanere a casa. In alcuni stati, tuttavia, tutti i negozi non indispensabili sono costretti a chiudere, secondo i mandati locali. In tal caso, un rivenditore non ha altra scelta che andare al buio.

Alcuni rivenditori continuano a soddisfare gli ordini online, ma non è chiaro quale sia il tipo di domanda dei consumatori.

L’analista di Gordon Haskett Chuck Grom ha affermato di aspettarsi un calo delle vendite nello stesso negozio per i rivenditori con sede nei centri commerciali, compresi i grandi magazzini, “molto peggio di quello che abbiamo visto nel post 9- 11 periodo e 2008 La grande recessione.”

Articolo originale di CNBC