mercoledì 20 gennaio 2021

Notizie dal mercato azionario: Tesla colpisce ancora; Uber fa mosse

                                                                 

Il mercato ha ceduto terreno martedì mattina.

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                  

Il mercato azionario ha finalmente ceduto terreno martedì, prendendo una pausa da quella che è stata una performance impressionante a gennaio per iniziare l’anno. La stagione degli utili ha continuato a produrre alcune nuove letture sullo stato dell’economia degli Stati Uniti e gli investitori hanno tenuto d’occhio le presentazioni del World Economic Forum in Svizzera per suggerimenti su ciò che il futuro potrebbe portare. Come di 11 am EST, il Dow Jones Industrial Average ( DJINDICES: ^ DJI ) era caduto 94 punta a 29, 254, il S&P 500 ( SNPINDEX: ^ GSPC ) aveva perso 9 punti a 3, 321 e il Nasdaq Composite ( NASDAQINDEX: ^ IXIC ) è caduto 16 punta a 9, 373.

Tesla ( NASDAQ: TSLA ) ha visto enormi guadagni negli ultimi mesi e questo ha forse rafforzato il casa automobilistica per opporsi ai regolatori federali nel negare accuse relative ai suoi veicoli. Nel frattempo, Uber ( NYSE: UBER ) ha anche visto un notevole recupero da novembre a seguito di scarse prestazioni dopo l’IPO dello specialista di ridesharing, e alcuni vedono mosse strategiche che sta facendo potenzialmente stimolando un momento più positivo .

Tesla ai regolatori: “Completamente falso”

Le azioni di Tesla sono aumentate del 6% dopo che lo specialista dei veicoli elettrici ha adottato un approccio aggressivo nel rispondere alle accuse secondo cui le sue auto non sono sicure. Oltre a contestare la validità dei reclami presentati in una petizione regolamentare, Tesla ha affermato che la persona che presentava il reclamo era un venditore allo scoperto delle azioni della società.

Il Cybertruck di Tesla sotto i riflettori. Fonte immagine: Tesla.

La National Highway Traffic Safety Administration (NHTSA) ha ricevuto una petizione lo scorso settembre chiedendo che il regolatore richiami i veicoli Tesla fabbricati in 2013 o più tardi. La petizione sosteneva che le auto elettriche hanno tassi più elevati di accelerazione non intenzionale rispetto ad altri veicoli. Venerdì scorso, l’NHTSA ha dichiarato che avrebbe rivisto formalmente la petizione.

Un post sul blog di Tesla ha risposto notando che la casa automobilistica aveva già discusso con l’agenzia la maggior parte degli incidenti passati citati dalla petizione. In tutti questi casi, disse Tesla, il veicolo funzionava correttamente. Inoltre, il produttore ha osservato che la tecnologia proprietaria Tesla offre vantaggi rispetto ad altri veicoli rispetto alla funzione dell’acceleratore.

Gli investitori hanno già visto accuse simili e il modo in cui Tesla ha gestito quest’ultima affermazione senza drammi indebiti sembra riflettere i cambiamenti che la società ha fatto internamente. Con alcuni analisti di borsa che vedono un considerevole aumento del rialzo per Tesla, gli azionisti hanno molto di cui essere entusiasti .

Uber effettua una vendita

Nel frattempo, le azioni di Uber sono aumentate del 5%. La società ha fatto una mossa strategica con alcune delle sue operazioni in India, e sta anche testando una funzione per dare ad alcuni dei suoi autisti più autonomia per fissare i prezzi.

Dal punto di vista strategico, Uber ha annunciato che avrebbe svenduto la sua attività di Uber Eats in India a un peer del settore. Invece di continuare a competere nel mercato fortemente contestato in quel paese, Uber prenderà quasi 10% di partecipazione in Zomato. Supporterà anche Zomato includendo alcuni asset operativi come parte dell’accordo.

Altrove, Uber offre un test che consente ad alcuni dei suoi autisti in California di addebitare le tariffe che si sono prefissati, piuttosto che richiedere loro di addebitare qualunque tariffa Uber determini sia appropriata. La mossa influenzerà i viaggi negli aeroporti di Palm Springs, Sacramento e Santa Barbara, offrendo la flessibilità di caricare fino a cinque volte la normale tariffa Uber fornita. Il test ha lo scopo di dimostrare ai regolatori della California che Uber sta rispettando lo status di appaltatore indipendente dei suoi conducenti piuttosto che imporre loro restrizioni simili a quelle dei dipendenti.

Abbattendo le aziende con prestazioni deboli e rispondendo alle sfide normative, Uber sta cercando di recuperare slancio. Il suo titolo ha già visto gli effetti positivi, ma è necessario compiere ulteriori progressi per soddisfare gli investitori IPO che hanno ancora perdite sulle loro posizioni .

                                                                                                                                                                                                                 Dan Caplinger non ha alcuna posizione in nessuno degli stock citati. Il Motley Fool possiede azioni e raccomanda Tesla. Il Motley Fool raccomanda Uber Technologies. Il Motley Fool ha un politica di divulgazione . “>                                                                                                                                                                                                                                      
Articolo originale di Fool.com