giovedì 05 agosto 2021

Notizie settimanali su cannabis: la crescita del baldacchino fa un ritiro strategico

                                                                 

Canopy Growth, Aurora Cannabis e Aphria hanno avuto una settimana piena di eventi … nel bene e nel male.

                                                                                                                                                                      

                                                                                                                                                                                                                                                                            

“Grazie” al SARS-CoV-2 coronavirus , tutti noi viviamo in un mondo improvvisamente diventato topsy turvy. Per gli investitori di marijuana, la scorsa settimana ha visto una serie di sviluppi che a volte sembravano contraddittori e controintuitivi.

Due compagnie di cannabis precedentemente volanti, Canopy Growth ( NYSE: CGC ) e Aurora Cannabis ( NYSE: ACB ) , fece mosse di ridimensionamento e disperazione piuttosto che opportunità. Nel frattempo, era un giocatore relativamente piccolo, Aphria ( NYSE: APHA ) , che ha riportato le grandi notizie di benessere del settore, offrendo un profitto di fondo raro per il settore.

Fonte immagine: Getty Images.

Crescita del baldacchino, e Aurora tenta di evitare la cancellazione dalla lista

Questi sono tempi difficili per qualsiasi azienda. Sono particolarmente stimolanti per le attività di marijuana , molti dei quali stavano perdendo soldi abitualmente e lottando per rimanere a galla ben prima del colpo di coronavirus. Tuttavia, è stato un po ‘snervante assistere agli sforzi di salvataggio effettuati da Canopy Growth e Aurora la scorsa settimana.

Canopy ha annunciato una serie di misure di ristrutturazione, che consistono essenzialmente nel chiudere alcune operazioni in vari angoli del mondo in cui è attiva. Le luci si spengono nelle sue strutture in Sudafrica e nella piccola nazione che circonda, il Lesotho, così come in altre attività di crescita / produzione in Colombia, negli Stati Uniti (una fattoria di canapa che opera nella parte settentrionale dello stato di New York) e nel suo nativo Canada uno stabilimento di produzione interna nel Saskatchewan).

Detto tutto, Canopy Growth lascerà andare in giro 85 impiegati e libro 700 milioni di canadesi ($ 350 milioni) in CA $ 800 milioni ($ 571 milioni) di oneri ante imposte per queste mosse. Alla fine del comunicato stampa che li annunciava, la società scrisse “[h] prima della crescita futura”. Questa è una conclusione fiduciosa e ottimista, ma ci vorranno più di una manciata di arresti per bloccare la serie di perdite di questa azienda.

Per quanto riguarda Aurora, il suo prezzo delle azioni aumenterà presto di un fattore 12! Ma questo non sarà per buoni motivi; ultimamente, le sue azioni non hanno soddisfatto il prezzo minimo richiesto per la quotazione della Borsa di New York (questo è ciò che accade quando il tuo titolo scende sotto $ 1 per azione e rimane lì). Quindi, la società sta facendo un – per divisione divisa inversa per-1.

Questo è un modo relativamente semplice e indolore per soddisfare i requisiti di quotazione del NYSE, ma non ispirerà molta fiducia nella società o nelle sue prospettive – che sono diventate più deboli negli ultimi tempi.

A compimento del fatto, Aurora sta andando di nuovo sui mercati per raccogliere capitali, fluttuando $ 350 milioni in un’emissione di titoli sul mercato . Pertanto, la società non diluirà, per la prima volta, gli azionisti esistenti. La sensazione qui è di un business disperato che agita un gigante AIUTO! firmare per gli investitori.

Aphria atterra nel nero

La buona notizia per gli investitori di cannabis la scorsa settimana proveniva da Afria , che è entrato in territorio positivo nella linea di fondo nel suo Q3 di bilancio 2020.

Il periodo ha visto l’azienda raccogliere entrate nette di poco più di CA $ 144 milioni ($ 103 milioni), per un robusto 20% di miglioramento rispetto al trimestre precedente. Meglio, il profitto lordo è aumentato di quasi 20% a quasi CA $ 43 milioni ($ 43 milioni) e, soprattutto, la società ha realizzato un profitto – $ 5,7 milioni ($ 4,1 milioni) – – contro la perdita netta nel secondo trimestre di $ 7,9 milioni di CA ($ 5,6 milioni).

Aphria sta facendo un ottimo lavoro aumentando le sue vendite nonostante la pressione al ribasso sui prezzi al dettaglio della marijuana ricreativa. Sta inoltre ottenendo un buon chilometraggio da CC Pharma, un distributore di marijuana medica in Germania che è diventato una fonte di entrate cruciale per l’azienda.

Il “ma” in questa storia altrimenti incoraggiante è che Aphria sta ritirando la sua guida per l’intero anno fiscale. Tuttavia, è piuttosto normale per le società quotate in borsa a causa della tremenda incertezza economica derivante dall’epidemia di coronavirus.

Tutto considerato, tuttavia, Aphria ha pubblicato buoni numeri per il suo Q3. Nel frattempo, la sua posizione in contanti e equivalenti a fine trimestre (CA $ 368 milione o $ 144 milioni) fornisce un po ‘di sicurezza per una recessione. Lo stock dell’azienda è terminato la settimana % in più, e mentre quella reazione potrebbe essere un po ‘ottimista – l’utile netto è stato di soli $ 4 milioni in più, dopotutto – Aphria sembra uno dei le migliori riserve di cannabis proprio ora.

                                                                                                                                                                                                                 Eric Volkman non ha alcuna posizione in nessuno degli stock citati. Il Motley Fool non ha alcuna posizione in nessuno degli stock citati. Il Motley Fool ha un politica di divulgazione . “>                                                                                                                                                    
Articolo originale di Fool.com