sabato 31 ottobre 2020

Perché i moderati mantengono la loro polvere asciutta durante l’impeachment

WASHINGTON – Come molti dei 31 Democratici dei distretti Presidente Donald Trump ha vinto in 1920, matricola Rep. Elissa Slotkin, D-Mich., sente la stretta dell’impeachment.

Un’ex CIA, Pentagono e Consiglio di sicurezza nazionale prima di vincere le elezioni alla Camera dello scorso anno, Slotkin ha contribuito a lanciare l’indagine della Camera sullo scandalo dell’Ucraina del presidente Donald Trump co-scrivendo una colonna d’opinione che chiedeva un’indagine dopo che un informatore della comunità dell’intelligence accusava il presidente di abuso del suo ufficio.

Ma ora, come il comitato giudiziario della Camera redige articoli di impeachment e democratici da distretti politicamente competitivi aspetto di vedere come sono scritti, Slotkin è esercitato pressioni sui colleghi repubblicani che sostengono che le azioni di Trump – anche se imperfette – non equivalgono a offese impeccabili et dovrebbe accettare, dato il suo passato, che il presidente ha bisogno di spazio per sfruttare la leva finanziaria in politica estera.

Rappresentante. Slotkin è tra quelli che sono stati sotto pressione da colleghi repubblicani che sostengono che le azioni di Trump non equivalgono a offese impraticabili. Mandel Ngan / AFP – File Getty Images

“Sento fortemente che nella mia vita precedente andavamo spesso in altri paesi e governi stranieri quando ero al Pentagono e dicevo: ‘Vogliamo che tu faccia X in cambio di Y “, ma quello scambio era esclusivamente per gli interessi di sicurezza nazionale del paese, non per il guadagno personale o politico di Elissa Slotkin”, ha dichiarato Slotkin, che non ha commesso in un modo o nell’altro l’impeachment. “E questa è una differenza piuttosto fondamentale e quella è stata la conversazione che ho avuto con uno dei miei colleghi.”

Mentre la spinta del GOP non è stata persuasiva, i democratici moderati sono preoccupati che i liberali nella loro il proprio partito presenterà articoli di impeachment che sono difficili da votare e ancora più difficili da spiegare per il voto.

“Ci sono serie implicazioni per i membri del Congresso se i membri non sono in grado comunicare efficacemente perché questo è così importante e questo è fondamentale “, ha affermato Kristen Hawn, stratega democratica che lavora con legislatori e candidati moderati. “Non è politico e questa è la cosa difficile. La messaggistica non è sempre politica. Sta comunicando ai tuoi elettori perché hai votato in un modo o nell’altro per un motivo di principio.”

Lascia che le nostre notizie incontrino la tua casella di posta. Le notizie e le storie che contano, hanno consegnato le mattine nei giorni feriali.

In altre parole, alcuni dei moderati sono disposti a votare duramente per impeaching Trump, ma preferirebbero farlo su articoli di impeachment che non includono clausole che considerano meno solide.

Finora, i democratici sono stati ostacolati nel trasmettere un messaggio chiaro, forte e coerente all’interno del loro caucus e al pubblico in parte perché rimangono divisi sulle accuse da riscuotere a Trump.

I democratici nei distretti politicamente difficili tendono a favorire le accuse di scrittura che più si avvicinano agli Ukrai Ne affare e potrebbe essere più facile da spiegare agli elettori mentre i legislatori provenienti da un territorio più democratico si sentono più avventurosi e tendono a voler raggiungere la sonda Russia del consigliere speciale Robert Mueller e altre questioni.

Inoltre, secondo fonti che parlano con i centristi democratici, c’è stata frustrazione con il presidente del comitato giudiziario Jerry Nadler, DN.Y., su quello che è visto come un processo a corto di per lo sviluppo di articoli di impeachment. Ma alla fine è Pelosi, che ha avviato un processo più formale giovedì, a dirigere lo spettacolo.

Scarica il App NBC News per ultime notizie e politica

“La magistratura non sta davvero raggiungendo il popolo” i cui destini politici potrebbero basarsi sui loro voti di impeachment, ha detto un aiutante democratico vicino al partito moderati. “Ci sono 31 I democratici che dovranno vivere respireranno e moriranno questo voto per il prossimo anno. “

Rappresentante. Zoe Lofgren, D-Calif., Un membro anziano del comitato giudiziario, sembrava minimizzare quel divario in un’intervista su “Andrea Mitchell Reports” di MSNBC venerdì, suggerendo che il suo pannello non avrebbe esercitato il potere di quanto potrebbe sembrare .

“Penso che la stesura di articoli sarà uno sforzo collaborativo”, ha detto Lofgren, che è uno stretto alleato della relatrice Nancy Pelosi, D-Calif. “Davvero, tutti i membri collaboreranno e quella decisione sarà presa non solo dal comitato giudiziario, ma in modo collaborativo attraverso il nostro caucus.”

Allo stesso modo, ha accettato approccio più cauto in termini di spinta degli articoli.

“Penso che una questione strettamente focalizzata relativa al materiale che ci viene segnalato dal Comitato Intel sia probabilmente l’articolo più tempestivo per adottare, ma noi, come ho detto, ci ascolteremo a vicenda “, ha detto.

Nel frattempo gruppi esterni repubblicani come l’American Action Network hanno cercato di influenzare i legislatori democratici pubblicare annunci e condurre sondaggi nei loro distretti. Finora, ciò non sembra aver avuto alcun effetto sui voti al Congresso. Ma l’obiettivo è chiaramente quello di spaventare gli incumbent lontano dall’impeachment di Trump o di ammorbidire il loro sostegno nel 2020 elezione.

I funzionari democratici della Camera dichiarano di essere sicuri che non importa quale sia la forma e numero degli articoli di impeachment alla fine, saranno in grado di vincere un voto di maggioranza per impeaching il presidente su almeno uno di essi. Ma per ora – mancano meno di due settimane prima che pianifichino di mettere l’impeachment sul pavimento della Casa – c’è ancora molto lavoro da fare per mettere a proprio agio il caucus con articoli che non sono ancora stati lanciati.

Un donatore di Slotkin che ha contribuito a lei 2018 dopo che si sono conosciuti nelle cerchie della sicurezza nazionale di Washington hanno detto a NBC News che ha senso per lei non impegnarsi pubblicamente in anticipo.

“È stata attenta e coscienziosa riguardo al processo”, ha detto la donatrice. “Non sorprende che continui a farlo ora mantenendo la sua polvere asciutta e in attesa di vedere gli articoli di impeachment prima di decidere come voterà su di loro. ”

Jonathan Allen

Jonathan Allen è un giornalista politico nazionale con sede a Washington per NBC News che si concentra sulla presidenza.

Leigh Ann Caldwell

Leigh Ann Caldwell è una corrispondente della NBC News.

Come riportato da NBC News