sabato 25 giugno 2022

Proroga per il taglio delle accise sulla benzina

Il provvedimento del Governo definito “complesso”, dovrebbe però arrivare in Consiglio dei ministeri solo lunedì 02 maggio 

Cosa prevederà  all’ordine del giorno il decreto tanto atteso? L’estensione del taglio delle accise sulla benzina, ma anche una sforbiciata di circa 30 centesimi sul prezzo di vendita a metano. Palazzo Chigi sta pensando di confermare il taglio dei prezzi almeno fino al 30 giugno. Ma sul tavolo anche la proroga dopo il 30° giorno dalla fine per l’accesso al Superbonus per le villette. Il confronto sulle tematiche  del nuovo decreto è andata avanti per tutta la giornata di mercoledì con la partecipazione attiva del presidente del Consiglio Mario Draghi, dopo la negativizzazione del Covid. Sul tavolo di Palazzo Chigi ci sono ben sei miliardi di euro per far fronte ai rincari energetici. Prevista la proroga dello sconto di 25 centesimi sul prezzo della benzina e aiuti per le imprese in difficoltà con il reperimento delle materie prime. Il Belpaese punta all’indipendenza dal gas russo e spinge sempre più sulle rinnovabili e sulla produzione delle centrali a carbone

Nel maxidecreto unico si chiede un pacchetto di energia con una semplificazione per il rinnovamento e un riferimento al carbone: quattro impianti esistenti mandati a regime (a tempo determinato). Nel frattempo, aumenta la pressione dei partiti per mettere nel campo più risorse dei 6 miliardi previsti. Anche dal mondo politico arrivano le prime richieste dei leader delle diverse compagini: Matteo Salvini vuole un maggiore impegno sul fronte delle costose bollette, il segretario di Enrico Letta fa appello ad un “intervento choc, di almeno 15 miliardi per continuare la misura che attenuano i costi energetici.

Sei miliardi ci sono già ma molto deve essere ancora fatto per rispondere alle esigenze delle famiglie e delle imprese per poter ripartire economicamente senza l’aggravante dei rincari energetici.

Speriamo del nuovi decreto in quanto il prezzo dei carburanti è  tornato a salire secondo le stime del Ministero della Transizione Ecologica.