martedì 01 dicembre 2020

Secolo di produzione automobilistica: l’ultimo camion GM esce dalla linea di produzione di Oshawa

Dopo oltre un secolo e 20 milioni di automobili, l’ultimo camion è uscito dalla produzione della General Motors Co. linea a Oshawa, Ontario. mercoledì.

Una settimana prima di Natale, i lavoratori dell’ultimo turno hanno trasformato l’ultimo veicolo in servizio leggero 2019 GMC Sierra. Hanno terminato il lavoro poco più di un anno dopo che la casa automobilistica americana aveva annunciato che avrebbe fermato la produzione di veicoli a Oshawa, una decisione che è stata presa nonostante una rissa da Unifor Canada, il sindacato che rappresenta i dipendenti orari dello stabilimento. Circa 2, 300 le persone hanno perso il lavoro presso la pianta.

Le radici della casa automobilistica di Oshawa risalgono a 1867, l’anno della Confederazione canadese e la fondazione di una compagnia di trasporto della famiglia McLaughlin. GM produce veicoli nello stabilimento dal 1918, rendendolo il più antico impianto di assemblaggio esistente della società. Ha costruito più di 20 modelli da 1953.

L’attività è sopravvissuta a due guerre mondiali e alla Depressione, e si è trasformata in una delle più grandi strutture di auto-produzione del mondo con decine di migliaia di dipendenti. Sopravvisse persino al fallimento di GM. Ma l’impianto di assemblaggio di Oshawa non ha potuto resistere ad altre due forze inesorabili: l’emergere del Messico a basso salario come centrale elettrica auto-costruita e la scommessa di GM sui veicoli elettrici.

L’arresto è stato parte di una riorganizzazione che ha ridotto la produzione in eccesso man mano che le vendite di automobili si sono ammorbidite e GM ha spostato le risorse per concentrarsi su veicoli elettrici e autonomi. La revisione ha tagliato una rete 11, 000 lavoratori in tutta l’azienda. Insieme alla GMC Sierra, lo stabilimento di Oshawa stava realizzando il pickup Chevrolet Silverado e la berlina Chevrolet Impala.

A partire dal prossimo anno, il sito sarà utilizzato per la produzione di componenti e una pista di prova per la tecnologia avanzata veicoli. GM prevede di spendere $ 170 milioni per riutilizzare la pianta. Circa 300 i dipendenti continueranno a lavorare presso la struttura.

Dei dipendenti interessati, 1, 600 stanno acquistando pacchetti di acquisto, di cui 1 200 che andranno in pensione a beneficio definito pensioni. Circa 100 si sono trasferiti presso strutture GM altrove in Ontario. Duecento sperano di essere richiamati, a Oshawa o altrove in Ontario, e nel frattempo riceveranno sussidi di licenziamento, secondo Jennifer Wright, portavoce di GM Canada.

Le perdite di posti di lavoro salgono a circa 5, 000 quando vengono prese in considerazione centinaia di lavoratori temporanei a tempo parziale, insieme a oltre 1, 000 lavori GM in outsourcing e più di 1, 000 lavori di fornitore, secondo Tony Leah, portavoce di Green Jobs Oshawa e presidente del comitato di azione politica per Unifor Local 222. Questo gruppo sta facendo pressioni sul governo affinché acquisisca l’impianto e lo trasformi in produzione di veicoli elettrici.

È una giornata brutale. Non c’è modo di far girare questo

Non c’era accesso dei media all’impianto durante la sua ultima settimana di attività, ma il presidente nazionale dell’Unifor Canada Jerry Dias ha detto che i lavoratori sono stati abbattuti e frustrati quando ha visitato la struttura lunedì. Mentre alcune persone se ne vanno con ottimi pacchetti di pensionamento, ha detto che altri con meno anni di servizio non lo sono e altri, tra cui sua nipote e suo nipote, sono ancora in cerca di lavoro.

“È un brutale giorno “, ha detto Dias. “Non c’è modo di far girare questo.”

Unifor ha cercato di evitare questo giorno nella contrattazione collettiva in 2016, quando GM ha accettato di mantenere il struttura aperta per la durata del contratto. Il sindacato ha lanciato una massiccia campagna pubblica per cercare di convincere GM a cambiare rotta e ha invitato i consumatori a boicottare la società. Ma anche un annuncio durante il costoso periodo di gioco del Super Bowl non era abbastanza.

Dias non vede molto di un rivestimento d’argento nel 300 lavori che rimarranno presso la struttura, anche se crede che ci sia un’opportunità per quel numero di aumentare significativamente in futuro.

“È meglio di niente, chiaramente”, ha detto . “Ma non credo che in qualche modo siamo stati in grado di salvare qualcosa”.

Da parte sua, GM afferma che la creazione di una pista di prova autonoma – intitolata al colonnello Sam McLaughlin – continuerà la compagnia eredità a Oshawa. La casa automobilistica sta inoltre aumentando il numero di ingegneri del software a Markham, Ontario, a nord di Toronto.

Financial Post e Bloomberg

Come riportato da Financial Post