lunedì 18 gennaio 2021

USMCA: la ratifica sta arrivando ma rimangono “problemi difficili”

La spinta a ratificare un nuovo patto commerciale nordamericano sta “arrivando”, afferma il principale negoziatore del Messico, sebbene permangano alcuni “problemi difficili” mentre i democratici statunitensi continuano a insistere per rafforzare l’applicazione del lavoro.

Jesús Seade, sottosegretario messicano per il Nord America, ha incontrato venerdì il Primo Ministro Justin Trudeau e il Vice Primo Ministro Chrystia Freeland a Ottawa, mentre la finestra politica per l’approvazione del patto trilaterale si chiude lentamente quest’anno.

L’amministrazione Trump ha trascorso mesi a negoziare cambiamenti progettati per convincere i democratici scettici anche come una serie di ostacoli – tra cui un arresto del governo, un’indagine sulle interferenze russe nelle elezioni 2016 e un’impeachment in corso indagine – ha minacciato di far deragliare il processo.

Il rappresentante commerciale degli Stati Uniti Robert Lighthizer deve soddisfare le preoccupazioni dei democratici, sostenendo il sostegno del Messico e del Canada, nonché dei repubblicani del Senato.

“Se le modifiche suggeriscono vanno bene, sono accettabili, sono miglioramenti, quindi non c’è motivo per cui non dovremmo stringere la mano la prossima settimana “, ha detto Seade ai giornalisti presso l’ambasciata messicana.

I commenti di Seade hanno seguito quelli di Trudeau, che ha detto ai giornalisti che “c’era ancora un po ‘di lavoro da fare” sul patto trilaterale.

“Il Canada è estremamente favorevole ai passi del Messico verso le riforme del lavoro”, ha detto.

I colloqui di Ottawa hanno seguito una raffica di incontri di alto livello a Washington all’inizio della settimana che hanno coinvolto Seade, Freeland e Lighthizer.

Il patto di libero scambio nordamericano da $ 1 trilione – soprannominato USA-Messico -Accordo di Canada, o USMCA, del presidente degli Stati Uniti Donald Trump – è stato firmato dai leader a Buenos Aires lo scorso autunno. Tuttavia, richiede ancora la ratifica da parte di tutti e tre i paesi prima che possa entrare in vigore. Il Messico ha già ratificato l’accordo. Il Canada stava aspettando che venisse approvato negli Stati Uniti, dove i Democratici che controllavano il Congresso hanno insistito sulle modifiche alle disposizioni farmaceutiche e sull’applicazione più severa delle riforme del lavoro messicane.

La questione di come farli rispettare le riforme non hanno ancora ricevuto risposta. Finora, il Messico ha resistito a una spinta dei democratici per consentire ai funzionari statunitensi di ispezionare i luoghi di lavoro messicani al fine di garantire la conformità.

In generale, il mio sentimento è che questo migliorare, ma ci sono alcune questioni difficili che devo discutere con le parti interessate in Messico.

Jesús Seade, negoziatore NAFTA del Messico

La proposta di autorizzare gli ispettori statunitensi “non è più una linea rossa ma un’incisione sul pavimento” per il Messico, ha detto Seade venerdì.

“Non accetteremmo che questi ispettori ranger solitari fossero chiamati e 12 ore dopo si precipitano a vedere una fabbrica. Non è divertente. “

Ancora Seade crede che presto verrà firmato qualcosa che rappresenta un miglioramento complessivo.

” Quindi, questo è un risultato importante “, ha detto. “In generale, il mio sentimento è che questo sarà un miglioramento, ma ci sono alcune questioni difficili che devo discutere con le parti interessate in Messico. Ma ci stiamo arrivando. ”

Nonostante i toni ottimistici e la spinta finale per approvarlo, il percorso verso la ratifica del patto rimane tutt’altro che certo, avvertono gli analisti.

In effetti, poiché i negoziati tra Lighthizer e House Democrats si sono svolti nell’ambito di accordi di riservatezza, “non sappiamo davvero cosa hanno concordato”, ha detto Dan Uzcjo, un avvocato specializzato in Ohio con Dickinson Wright. Ciò diventerà chiaro solo quando un disegno di legge di attuazione verrà redatto e presentato al Congresso per essere preso in considerazione.

“Tutti potrebbero dire che questo è un affare fatto. Non lo è “, ha detto Uzcjo. “C’è molto altro lavoro da fare a dicembre e gennaio. Il disegno di legge di attuazione è il punto in cui inizia e si svolge la lotta che durerà fino a Natale, forse più a lungo. ”

Tutti potrebbero dire che è un affare fatto. Non è. C’è molto altro lavoro da fare a dicembre e gennaio.

Dan Uzcjo, avvocato specializzato, Dickinson Wright

Democratici, ad esempio, stanno spingendo per abbreviare la protezione dei brevetti per una classe di farmaci noti come biologici a otto anni da 10. Questi cambiamenti potrebbero far arrabbiare la lobby farmaceutica, ha osservato.

Fondamentalmente, l’accordo commerciale ha anche affrontato la resistenza dei leader dei gruppi di lavoro, tra cui Richard Trumka, presidente del potente sindacato AFL-CIO, che il mese scorso ha avvertito che l’accordo “sarebbe stato sconfitto” se il Congresso votasse prima del Ringraziamento degli Stati Uniti. I sindacati americani – che credono che il NAFTA originale abbia fatto ben poco per fermare il flusso di posti di lavoro degli Stati Uniti in Messico – sono enfatici sulla necessità di garantire che le riforme del lavoro siano pienamente attuate questa volta.

“Il problema è organizzato la manodopera è morta contro questo accordo “, ha affermato Gary Hufbauer, un membro anziano del Peterson Institute for International Economics di Washington. “Se i sindacati raddoppieranno contro di esso e i democratici lo voteranno comunque, penso che ciò danneggerebbe le loro possibilità nelle elezioni.”

Il presidente della Camera Nancy Pelosi, accusato della decisione se presentare il disegno di legge per un voto, potrebbe facilmente sostenere che con solo poche settimane nel calendario politico, non rimane abbastanza tempo per il Congresso per considerare l’accordo, ha aggiunto.

USA La scorsa settimana il presidente Donald Trump ha sfidato Pelosi e altri democratici, dicendo che USMCA è “morto nell’acqua” a causa dell’inazione del partito.

Pelosi ha insistito sul fatto che i democratici stanno lavorando duramente, per “arrivare a sì “Sull’accordo, anche se recentemente ha suggerito che un voto è improbabile in 2019. Spingendo l’accordo in 2020 aumenta i rischi che esso languisca nel periodo che precede le elezioni presidenziali statunitensi, gli analisti hanno avvertito.

Potrebbe anche vedere l’affare riaperto per ulteriori trattative, qualcosa che Ottawa e Città del Messico hanno detto di non essere un antipasto, anche se Freeland ha dichiarato questa settimana che il Canada era pronto a fare tutto il possibile per garantire la ratifica.

“Penso che se si riversa in 2020 la nuova amministrazione può riportarla al tavolo dei negoziati, sia che si tratti di Trump o di qualcun altro eletto ”, ha detto Hufbauer.

Come riportato da Financial Post