lunedì 26 luglio 2021

3 IPO recenti da tenere d’occhio nel 2020

                                                                 

Un boom seguito da un busto è stata la grande novità per un impegnato 2019 per le azioni di recente pubblica.

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                  

Investire in piccole nuove aziende è sempre uno sforzo straziante che richiede disciplina e pazienza – 2019 ne era la prova. In un racconto di due mercati, le IPO sembra non poter fare nulla di male durante la prima metà dell’anno, quando gli investitori li hanno accolti con aprire le braccia e fare alcune domande. Le risultanti valutazioni gonfiate su molti di questi titoli hanno invertito il corso a partire dall’autunno, tuttavia, con molte recenti IPO ora di nuovo vicine o inferiori al loro prezzo di debutto pubblico.

Se alcune di queste aziende start-up possono mantenere la loro crescita, tuttavia, ora sarebbe un buon momento per testare le acque e fare alcuni piccoli acquisti. Tre che ho osservato all’inizio 2020 sono Datadog ( NASDAQ: Ddog ) , Cloudflare ( NYSE: NET ) e CrowdStrike ( NASDAQ: CRWD ) (*.

Metrica (primi tre quarti di 2019)

Datadog

Cloudflare

CrowdStrike

Reddito

$ 249.1 milione

$ 203.1 milione

$ 329.3 milioni

Crescita GIOVANE

82. 6%

48. 1%

94. 4%

Margine di profitto lordo

74. 6%

77. 7%

70. 2%

Crescita GIOVANE

(2.9 pp)

0.0 pp

5.7 pp

Spese operative

$ 203 .8 milioni

$ 235 .9 milioni

$ 346. 0 milioni

Crescita GIOVANE

85. 0%

35. 2%

61. 1%

Utile (perdita) netto adjusted

($ 12.1 milione)

($ 53.1 milione)

($ 50 .7 milioni)

GIOVANI=anno su anno. PP=punto percentuale. Dati di Crowdstrike per il periodo di nove mesi che termina a ottobre 19, 2019. Fonte dei dati: Datadog, Cloudflare e Crowdstrike.

Un grande anno per l’analisi dei dati

Con i big data che diventano più utili man mano che le organizzazioni di tutto il mondo passano a operazioni basate sul cloud computing , le società di analisi dei dati hanno goduto di una crescita in ripresa e di un rinnovato interesse da parte degli investitori nell’ultimo anno. Questa tendenza non è passata inosservata a Alphabet di Google e salesforce.com , che entrambi hanno fatto acquisizioni di analisi di big data all’inizio 2019. Sulla scia del boom, anche il nuovo arrivato Datadog ha deciso rendersi pubblico per raccogliere un po ‘di denaro mentre si espande

Mentre il titolo appena coniato è stato colpito poco dopo il suo debutto, le azioni da allora si sono rialzate, ed è uno di un gruppo selezionato di IPO dal

che classe viene ancora scambiato vicino o al di sopra del suo prezzo di apertura quando il titolo è diventato disponibile al pubblico. Questo è in gran parte grazie non solo alla società 83% tasso di crescita nei primi tre quarti di 2019 ma anche il fatto che questi risultati stiano accelerando. Le entrate del terzo trimestre hanno registrato un 85 Aumento%, contratti annuali con clienti valutati oltre $ 100, 000 cresciuto in 377 confrontato con solo 329 un anno fa e la società si sta restringendo sulla redditività rettificata (quando si esegue il backout di spese non in contanti come quelle basate su azioni compensazione).

C’è anche un chiaro percorso in avanti. Datadog ha recentemente annunciato oltre una dozzina di nuove funzionalità disponibili sulla sua piattaforma, tra cui il monitoraggio della sicurezza e il monitoraggio delle prestazioni della rete. È anche ben capitalizzato per supportare la sua crescita, con $ 761 milioni in contanti e investimenti a breve termine sui libri alla fine del terzo trimestre. Pertanto, può sostenere il suo attuale tasso di perdite per anni poiché la società massimizza il suo potenziale di crescita a breve termine.

Naturalmente, questo tipo di crescita che si sta già avvicinando a una scala redditizia non costa poco. Il datadog viene scambiato per over 23 volte le vendite basate sull’intero anno 2019 aspettative di entrate. Questa è l’unica cosa che mi ha trattenuto dal fare un acquisto finora, dal momento che quella valutazione altissima implica che la società può sostenere il suo slancio per un po ‘di tempo. Con un’ampia concorrenza là fuori, c’è una buona possibilità che Datadog perda un po ‘di vapore. Se lo fa e le azioni subiscono un crollo, sono un acquirente.

Fonte immagine: Getty Images.

Un fornitore diversificato di servizi cloud

Mentre inseguire grandi contratti è stata la strategia per molti nuovi outfit tecnologici, la società cloud diversificata Cloudflare ha attaccato il mercato dall’altra parte dello spettro. Durante la prima chiamata pubblica dei guadagni dell’azienda a novembre 761, gestione discussa Cloudflare inseguendo i primi utenti e le piccole imprese con nuovi prodotti (alcuni offerti gratuitamente), raccogliendo feedback e trasferendosi a monte da lì. In un campo sempre più affollato di fornitori di software, è un approccio piacevolmente diverso – e forse intelligente se i risultati finora possono essere ripetuti.

Alla fine del terzo trimestre, Cloudflare ha dichiarato di avere oltre due milioni di clienti attraverso la sua piattaforma gratuita e a pagamento. Mentre perfeziona ulteriormente i suoi servizi, sta aumentando la velocità firmando su clienti paganti più grandi, segnalando un 71% anno- aumento annuo di quella metrica. Che ha portato a un 31% di aumento delle entrate e un margine di profitto lordo in miglioramento di 78. 9% – aumentando il totale dell’intero anno e contribuendo a ridurre il divario alla redditività corretta.

Queste sono tutte cose buone che un investitore vuole vedere in una start-up in rapida crescita, e i risultati sembrano innescati per continuare a girare più in alto mentre Cloudflare rilascia nuovi prodotti e funzionalità – dai contenuti web servizi di consegna alla sicurezza per lo sviluppo di app. Qui sta un altro potenziale positivo a favore di Cloudflare: in un mondo in cui le opzioni abbondano e la gestione delle operazioni digitali è sempre più complessa, semplificare le cose con un minor numero di venditori ha senso per molte aziende. Cloudflare può selezionare molte caselle per i suoi clienti.

Le azioni sono leggermente in calo rispetto ai livelli di apertura quando le azioni hanno iniziato a essere negoziate a settembre e, al momento della stesura di questo documento, hanno una valutazione di circa 18 volte previste 2019 i saldi. È ancora un grosso premio, ma non è fuori discussione se la dinamica di crescita di Cloudflare può continuare.

Un settore della sicurezza informatica in rapida evoluzione

Parlando di sicurezza informatica, CrowdStrike è stata una delle IPO più calde dell’anno prima di tornare di nuovo sulla terra una volta che gli investitori si sono resi conto la crescita delle entrate a tre cifre non era più nelle carte . Comunque, il 94% di crescita riportato finora in 2019 non è nulla a cui aggrapparsi, né lo è almeno 86 percentuale per l’intero periodo previsto dal management.

Dietro la torrida espansione di CrowdStrike c’è la massiccia proliferazione di dispositivi connessi alla rete, che si prevede continueranno a crescere di centinaia di milioni ogni anno nei prossimi anni. La piattaforma di sicurezza di CrowdStrike è in grado di proteggere quei dispositivi, noti come endpoint nel linguaggio industriale e che coprono tutto, dai prodotti di consumo come smartphone e laptop ai sensori di livello aziendale come telecamere di sicurezza e attrezzature industriali. Inoltre, l’azienda sta sfruttando il suo successo in fuga nel proteggere gli endpoint per raggiungere l’adiacente mercati della sicurezza informatica come la sua recente applicazione di gestione del firewall e un fondo di investimento volto a supportare le start-up che utilizzano la piattaforma CrowdStrike e l’app store di sicurezza .

Come per Cloudflare, l’utile lordo di CrowdStrike è in aumento in quanto aggiunge più clienti e anche le spese operative stanno crescendo più lentamente delle entrate. Mentre le perdite nette sono ancora in aumento per ora, la società è stata in realtà un flusso di cassa libero positivo (denaro rimasto dopo il pagamento delle spese operative e di capitale) nel suo terzo trimestre fiscale, con un avanzo di $ 7 milioni. Mentre l’espansione di fascia alta rimane la priorità numero uno, il successo iniziale di questa società di sicurezza nel girare l’angolo nell’operare in nero è promettente.

Naturalmente, proprio come le altre due recenti IPO di questo elenco, agli investitori sono davvero lasciati i parametri prezzo-vendita per valutare le azioni e, in base alle aspettative dell’intero anno, il rapporto CrowdStrike di 18 non è ancora economico anche dopo che il titolo è tornato indietro da quasi $ 88 per azione ai livelli attuali intorno a $ 50. Tuttavia, la valutazione dovrebbe continuare moderare nel tempo se riesce a mantenere anche la metà del suo recente slancio.

Datadog, Cloudflare e CrowdStrike sono stati tutti titoli volatili dal 2019 Classe IPO, ma potrebbero continuare a inserire numeri solidi in 2020. Questi sono tre titoli che vale la pena guardare – se non vale la pena di mordicchiare – nell’anno a venire.

                                                                                                                                                                                                                 Nicholas Rossolillo possiede azioni di Alphabet ( Azioni C) e Salesforce.com. Il Motley Fool possiede azioni e raccomanda Alphabet (azioni A), Alphabet (azioni C), Datadog e Salesforce.com. Il Motley Fool possiede azioni di CrowdStrike Holdings, Inc. Il Motley Fool ha una politica. “>                                                                                                                                                                                                                                      
Articolo originale di Fool.com