martedì 15 giugno 2021

A pochi chilometri da Venezia, il caviale made in Italy

Il clima italiano ben si presta all’allevamento di storioni e delle loro pregiatissime uova. Il caviale made in Italy si trova soprattutto nelle zone del lombardo veneto

Non solo in Russia, negli ultimi 40 anni  anche il nostro Paese è stato la culla di diversi allevamenti di storioni. Tre erano le specie di storioni che vivevano allo stato brado nelle acque italiane, scomparse a causa dell’eccessiva pesca illegale e dell’inquinamento.  Vi è stato però un rilancio degli allevamenti, con l’obiettivo di contribuire alla loro conservazione e alla valorizzazione dell’unicità del nostro territorio e delle sue risorse naturali, come l’acqua pulita e calda, soprattutto nelle regioni Lombardia e Veneto, dove l’allevamento dello storione in acquacoltura ha trovato condizioni ideali.

L’Italia ha iniziato con gli allevamenti di storioni  già, nei primi anni Ottanta seguendo forse l’esempio francese, e si è rapidamente affermata grazie agli enormi vantaggi delle sue risorse idriche. In Veneto, infatti, gli allevamenti ittici divennero allevamenti di storioni specializzati soprattutto nella produzione di caviale di storione.  Oggi abbiamo nel Belpaese circa dieci diversi tipi di caviale, attualmente la produzione più varia al mondo. Si può scegliere tra una ricca varietà di tipologie di caviale: dal famoso Beluga, passando a l’Osietra fino ad arrivare al Sevruga.

Le grandi dimensioni delle vasche aperte che riproducono perfettamente l’habitat naturale, l’uso equilibrato di nutrienti essenziali, l’estrazione delle uova in ambiente protetto e la loro rapidissima conservazione a temperatura controllata, contraddistinguono la produzione veneta del caviale. Il prodotto italiano risulta di alta qualità grazie alla scelta della produzione artigianale e del confezionamento tradizionale. Ottimi anche i livelli di esportazione che ha raggiunto anche grazie alla salatura delicata del prodotto che lo rende meno forte del competitor made in Russia. Il caviale Made in Italia conquista le case di numerosi estimatori di tutto il mondo in particolare Francia, USA, Canada, Brasile, Sud Africa, Giappone, Thailandia, Korea, Taiwan, Hong Kong, Indonesia e Malesia, Medio Oriente e Australia.