mercoledì 20 gennaio 2021

Amministratore delegato di Toymaker: le piccole imprese possono vedere il vero massacro del coronavirus senza l’aiuto del governo

Le piccole imprese americane corrono un serio rischio se Washington non interviene in risposta alla crisi del coronavirus, ha detto un dirigente della compagnia di giocattoli mercoledì alla CNBC.

“Avremo bisogno di supporto per le piccole e medie imprese da parte del governo”, ha dichiarato Jay Foreman, CEO di Basic Fun in un “Squawk Alley ” colloquio. “Dovranno sostenere le banche in modo che le banche possano sostenere le piccole imprese.”

Foreman ha affermato che questo tipo di intervento è necessario per garantire che le imprese in tutto il paese siano in grado di adempiere ai propri obblighi di prestito poiché molte esperienze registrano un calo delle entrate durante il COVID – 19 pandemia.

“Se la banca inizia a farsi prendere dal panico ed entrano e iniziano a chiedere i loro prestiti, avremo un vero massacro su Main Street”, ha avvertito Foreman.

A Washington si riconosce che le piccole e medie imprese hanno bisogno di assistenza, ha dichiarato il segretario al Tesoro Steve Mnuchin ai giornalisti mercoledì a Capitol Hill.

“Penso che ci sia un grande supporto bipartisan. La gente capisce che dobbiamo aiutare le piccole e medie imprese in determinati settori”, ha detto Mnuchin, che anche ha detto ai legislatori che l’amministrazione ha pianificato di spingere per un ritardo dei pagamenti fiscali.

Le conseguenze economiche del coronavirus sono iniziate come problemi della catena di approvvigionamento in Cina, dove la malattia ha avuto origine, ma da allora si sono trasformate in sfide della domanda, ha affermato Foreman.

Foreman indicò gli hotel vicino alla sua sede centrale a Boca Raton, in Florida.

Gli hotel stavano aspettando l’arrivo dei viaggiatori delle vacanze di primavera, ma “quella gente non sta arrivando”, ha detto.

“E se quelle persone non vengono, quegli hotel saranno vuoti e quei proprietari di hotel avranno un vero problema”, ha detto. “Le banche entreranno e chiuderanno in quegli hotel? Sappiamo che tutti torneranno in vacanza tra sei o nove mesi.”

Foreman ha detto che la sua compagnia, i cui prodotti includono Lincoln Logs e mini giochi arcade retrò, ha dovuto licenziare 18 persone o intorno 10% della sua forza lavoro.

In precedenza ha dichiarato al New York Post che l’interruzione della catena di fornitura in Cina ha limitato la capacità dell’azienda di evadere gli ordini al dettaglio per aprile, maggio e giugno.

“Se i guadagni dovessero diminuire, dovremmo coprirlo con riduzioni generali”, ha detto a CNBC.

Foreman ha affermato che ridurre i costi del lavoro era il modo più semplice per mantenere il bilancio dell’azienda. “Non posso uscire dal mio contratto di locazione. Non riesco a convincere il padrone di casa a darmi una riduzione del tasso”, ha detto.

Foreman ha detto che voleva anche vedere l’assistenza del governo per le persone che sono state licenziate a causa di rallentamenti legati al coronavirus. Ha detto che l’idea dell’amministrazione Trump per un taglio delle tasse sui salari non affronterebbe il vero problema.

“Abbiamo bisogno di aiuto e le persone che vengono licenziate avranno bisogno di aiuto”, ha detto. “Non credo che la gente abbia bisogno di una riduzione delle tasse sui salari. Le persone stanno lavorando. Sono le persone che non lo sono.”

Articolo originale di CNBC