venerdì 30 ottobre 2020

Apple chiuderà tutti i negozi al di fuori della Cina fino al 27 marzo in risposta al coronavirus

Tim Cook, amministratore delegato di Apple, al 2019 Conferenza DreamForce a San Francisco, California, USA, a novembre 19, 2019.

David Paul Morris | Bloomberg | Getty Images

Apple ha dichiarato che chiuderà tutti i suoi negozi al di fuori della Grande Cina fino a marzo 27 per ridurre il rischio di diffusione del coronavirus.

Il negozio online del produttore di iPhone rimarrà aperto e la sua app “Apple Store”.

CEO di Apple Tim Cook ha dichiarato che la società ha imparato le lezioni dallo scoppio in Cina e che è perché sta adottando queste misure.

“Una di quelle lezioni è che il modo più efficace per ridurre al minimo il rischio di trasmissione del virus è ridurre la densità e massimizzare la distanza sociale”, ha scritto Cook in un post sul blog venerdì scorso. “Poiché i tassi di nuove infezioni continuano a crescere in altri luoghi, stiamo adottando ulteriori misure per proteggere i membri del nostro team e i nostri clienti.”

La mossa di Apple segue passi analoghi in Cina all’inizio di febbraio quando ha dichiarato che avrebbe temporaneamente chiuso tutti i suoi negozi nella Cina continentale fino al 9 febbraio a causa del coronavirus.

Dopo di che ci sono voluti un po ‘di tempo per riaprire i negozi. Entro marzo 13, tutti i negozi della Cina continentale erano stati riaperti ma con orario operativo limitato. La Cina è un mercato critico per Apple e le sue attività sono state danneggiate a causa dell’epidemia.

Il colosso della tecnologia statunitense ha detto tutto dei suoi uffici al di fuori della Grande Cina passeranno a “accordi di lavoro flessibili”, il che significa che i membri del team “dovrebbero lavorare in remoto se il loro lavoro lo consente, e quelli il cui lavoro richiede che siano sul posto dovrebbero seguire le linee guida per massimizzare lo spazio interpersonale.”

La pulizia profonda continuerà in tutte le sedi degli uffici Apple e Cook ha affermato che l’azienda sta lanciando nuovi controlli sanitari e controlli della temperatura.

Un’immagine scattata a marzo 14, 2020 mostra l’Apple Store chiuso in Grote Houtstraat ad Haarlem. – Apple sta chiudendo tutti i suoi negozi fuori dalla Cina fino a marzo 27 nel tentativo di rallentare la diffusione di il nuovo focolaio di coronavirus, ha affermato il CEO.

Olaaf Kraak | AFP | Getty Images

Inoltre, tutti i lavoratori orari “continuerà a ricevere la retribuzione in linea con le normali attività commerciali”.

Apple ha anche cambiato la sua politica di congedo in “per adattarsi a circostanze di salute personale o familiare create da COVID – 19, “Cook ha detto. Ciò potrebbe includere il recupero dal virus o la cura di una persona cara malata, ha aggiunto.

Il produttore di iPhone ha avvertito che non avrebbe soddisfatto la già più ampia e consueta guida alle entrate fornita per il trimestre di marzo di $ 63 miliardi a $ 67 miliardi.

L’epidemia di coronavirus si è ora diffusa a livello globale con un gran numero di casi in Europa e negli Stati Uniti

L’Organizzazione mondiale della sanità ha dichiarato COVID – 19 una pandemia globale mercoledì e venerdì, CHI ha detto che l’Europa era diventata il nuovo epicentro del virus .

Cook non l’ha fatto fornire una descrizione del tipo di entrate o profitti che la società potrebbe prendere a seguito dell’ultima decisione di chiudere temporaneamente i negozi al di fuori della Cina.

Le Americhe e l’Europa sono le due più grandi di Apple regioni, pari a circa 70% della rete n ales.

La decisione di Apple di dire alle persone di lavorare da casa viene dopo importanti aziende tecnologiche tra cui Twitter , Google e Amazon ha rilasciato suggerimenti simili.

Articolo originale di CNBC