mercoledì 28 ottobre 2020

CDC offre importanti novità per il settore crocieristico e le scorte di navi da crociera

                                                                 

Le navi potrebbero essere ancorate per un altro 100 giorni – ma c’è un rivestimento d’argento (forse) per Carnevale, Royal Caribbean e Norwegian.

                            

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                     

L’industria delle crociere ha subito una battuta d’arresto a causa della pandemia di coronavirus. Che ha lasciato Royal Caribbean ( NYSE: RCL ) , Carnevale ( NYSE: CCL ) , e Norwegian Cruise Line ( NYSE: NCLH ) senza modo di guadagnare soldi per il momento.

Tutte e tre le linee di crociera avevano in mente date ottimistiche per riaprire almeno alcune partenze. Ma ora il Centers for Disease Control (CDC) di Atlanta ha emesso un nuovo editto che potrebbe tenere le navi in ​​porto (o bloccate in mare) per un altro 100 giorni. In apparenza, sembra una notizia terribile per le compagnie di crociera. Il rivestimento d’argento, anche se certamente sottile, è che la sentenza almeno imposta i parametri per un ritorno.

Tutte le linee di crociera sono attualmente ancorate. Fonte immagine: Carnevale.

Alcuni brutti mari a venire

Il CDC ha fatto più che dire che le navi da crociera che operano fuori dai porti degli Stati Uniti devono rimanere ancorate. Ha inoltre creato parametri specifici in base ai quali l’industria può tornare in funzione:

Questo Ordine rinnova il No Sail Order e altre misure relative alle operazioni firmate dal Direttore del CDC a marzo 14, 2020 – soggetto alle modifiche e alle condizioni aggiuntive stabilite in questo Ordine. Il presente Ordine resterà in vigore fino al più presto di

  • (1) la scadenza della dichiarazione del Segretario alla Salute e ai Servizi Umani secondo cui COVID – 19 costituisce un’emergenza di sanità pubblica;
  • (2) il Direttore del CDC annulla o modifica l’ordine in base a specifiche condizioni di salute pubblica o altre considerazioni; o
  • (3) 100 giorni dalla data di pubblicazione nel Registro federale.

Questa sentenza rimuove qualsiasi ambiguità o scelta per Royal, Carnival e Norwegian in termini di orari delle crociere statunitensi. Sembra un freddo conforto, ma significa che quando l’industria tornerà, tornerà con il permesso del governo degli Stati Uniti. Ciò potrebbe far sentire i clienti più a loro agio a salire su una nave da crociera.

La presa in carico del CDC potrebbe anche aiutare ad assolvere le linee di crociera da potenziali azioni legali che potrebbero essere sorte se uno dei tre avesse deciso di tornare in mare prima degli altri e avere avuto conseguenze negative.

Devo comprare uno stock da crociera?

Le linee di crociera sono sempre state soggette a perturbazioni meteorologiche. Sono anche molto vulnerabili alla percezione pubblica quando una malattia o altri problemi si manifestano a bordo. Ma la situazione attuale è, ovviamente, senza precedenti. Le partenze potrebbero essere cancellate per circa cinque mesi – e più a lungo da alcuni porti.

Ciò ha spinto l’industria al limite perché le linee di crociera non sono incluse in nessun pacchetto di incentivi: Royal Caribbean, Carnival e Norwegian non sono società statunitensi. Hanno uffici a Miami, ma le loro registrazioni aziendali sono altrove.

Ciò ha costretto tutte e tre le società a toccare le loro linee di credito e cercare il contanti necessari per rimanere a galla. Il carnevale, per esempio, ha incassato $ 4 miliardi in contanti, ma doveva pagare 11. 5% di interesse su quei soldi per garantirlo. Royal e Norwegian probabilmente dovranno affrontare un dolore simile al coronavirus la crisi si estende.

Le linee di crociera potrebbero essere in grado di iniziare alcune operazioni limitate prima che il CDC dia il via libera in paesi che consentono le navigazioni e non si fermano nei porti degli Stati Uniti. Ma continueranno a sanguinare denaro fino a quando gli Stati Uniti e un gran numero di porte non riusciranno a chiarire tutto.

Investire in compagnie di crociera richiederà l’accettazione di un orizzonte temporale molto lungo per un potenziale recupero. Queste società impiegheranno almeno alcuni anni – forse più a lungo – per ripagare il debito. Ciò limiterà i budget di marketing e le spese in conto capitale.

È anche difficile sapere quanto tempo ci vorrà per tornare a qualsiasi tipo di normale. I passeggeri regolari possono essere disposti a navigare quando il CDC lo acconsente, ma i nuovi incrociatori o i clienti meno frequenti potrebbero impiegare più tempo a sentirsi a proprio agio a bordo di una nave.

Giù ma non fuori

Queste società, secondo me, alla fine torneranno. Dal punto di vista di un investitore, ciò potrebbe richiedere molto tempo e c’è il rischio che i fallimenti spazzino via il capitale azionario.

Comprendi che in cambio di ottenere questi titoli con uno sconto notevole dal loro ora impensabile 52 – massimi settimanali, stai correndo un rischio considerevole. Se riesci a digerirlo e sei disposto ad accontentarti di un lungo viaggio (pensa più come un decennio, non solo un anno o due), allora potrebbe avere senso acquistare titoli di compagnie di crociera.

                                                                                                                                                                                                                 Daniel B. Kline non ha alcuna posizione in nessuno degli stock citati. Il Motley Fool raccomanda Carnival. Il Motley Fool ha un politica di divulgazione . “>                                                                                                                                                    

Articolo originale di Fool.com