lunedì 26 ottobre 2020

Che succede con l’accordo di fase uno?

                                                                                                                           

    

        

             

    

                                                                                                                                                                                                                                                         

In questo episodio di Market Foolery , Mac Greer chatta con l’analista Fool Emily Flippen su alcune notizie di affari. Dopo anni di antagonismo commerciale, gli Stati Uniti e la Cina hanno raggiunto la prima fase di un accordo commerciale. Cosa comporta veramente questo accordo e quanto dovrebbero essere entusiasti investitori e consumatori? Emily spiega.

Anche nelle notizie economiche: Morgan Stanley ( NYSE: MS ) lo stock ha fatto registrare risultati molto migliori del previsto in questo trimestre. E una nuova legge che si sta facendo strada attraverso la Camera potrebbe avere grandi conseguenze per l’industria della cannabis, supponendo che non muoia lungo la strada. Sintonizzati per ascoltare di più.

Per vedere gli episodi completi di tutti i podcast gratuiti di The Motley Fool, dai un’occhiata al nostro centro podcast . Per iniziare a investire, consulta la nostra guida rapida agli investimenti in azioni . Una trascrizione completa segue il video.

Questo video è stato registrato il gennaio 16, 2020.

Mac Greer: È giovedì, gennaio 16. Benvenuto in MarketFoolery ! Sono Mac Greer e sono affiancato in studio dall’analista Motley Fool Emily Flippen. Emily, siamo solo io e te. Come te la passi?

Emily Flippen: Lo è. Grazie per avermi riacceso! Va tutto bene.

Greer: Beh, sempre bello averti su. Parleremo di grandi guadagni da una grande banca. E parleremo di un potenziale cambio di gioco per gli stock di cannabis. Lo scoprirò davvero, è un punto di svolta? O è molto rumore per nulla? O da qualche parte nel mezzo?

Ma iniziamo con grandi novità commerciali: l’accordo commerciale USA-Cina ora nell’ambito dell’accordo di fase uno che è stato firmato mercoledì. La Cina acquisterà altri $ 200 miliardi di beni statunitensi e servizi nei prossimi due anni. In cambio, gli Stati Uniti ridurranno le tariffe su $ 120 miliardi di prodotti cinesi. Ora, Emily, questa è una 27 – accordo di pagina. Ci sono molte parti in movimento. C’è molto altro da fare qui. Ma penso che gli investitori siano diventati piuttosto bravi negli ultimi due anni di scrollarsi di dosso tutti gli Stati Uniti. notizie di guerra commerciale. Quindi cosa significa questo accordo, cosa significa questo accordo di fase uno per gli investitori?

Flippen: È più un segno di bene fiducia da parte della Cina e degli Stati Uniti che fare davvero molto per gli investitori e per alleviare le tariffe. Per il consumatore americano medio – hai detto che il mercato azionario è andato a fuoco – probabilmente non sono nemmeno consapevoli delle lunghezze in cui è arrivata la guerra commerciale e di cosa significhi questo accordo per loro. Il New York Times pubblicò un articolo interessante che spezzò il costo della guerra commerciale per la famiglia americana media. E mentre ascolti grandi numeri come $ 200 miliardi di beni di consumo, in ultima analisi, ciò che si riduce è, a seconda del livello di reddito, questa guerra commerciale nell’ultimo anno è costata alla famiglia americana media tra $ 340 in $ 970. Nonostante il fatto che il mercato sia andato a fuoco, l’americano medio sta spendendo un po ‘di più per molti di quei beni di consumo di base quest’anno rispetto allo scorso anno a seguito dell’accordo commerciale.

Ma per gli investitori, abbiamo menzionato il fatto che il mercato è stato eccezionale. Ci sono ancora molti forti impatti su queste aziende di beni di consumo a seguito della guerra commerciale che stiamo ancora vedendo. Ma in gran parte, il mercato è stato in fiamme a causa di aziende tecnologiche che in realtà non vedono gli impatti quotidiani della guerra commerciale. Penso che guardando al futuro, questa potrebbe essere una buona cosa per gli investitori che stanno cercando di entrare in società cinesi. Potrebbe essere un movimento ciclico di nuovo in queste società cinesi che sono state in gran parte abbandonate negli ultimi due anni.

Greer: Emily, tu sei la nostra esperta residente in Cina. Hai vissuto in Cina; hai studiato in Cina; sei uno studente cinese. Quando hai visto questa storia commerciale recitare negli ultimi due anni, cosa pensi che ci manchi?

Flippen: Penso che alla gente manchino le motivazioni dietro Cina. Noi, in gran parte, comprendiamo la motivazione degli Stati Uniti. Non ci piacciono i prodotti contraffatti. Non ci piace il furto di proprietà intellettuale. Ci sentiamo minacciati dalla manipolazione della valuta cinese, che cosa hai, oggi sul mercato. Ci sono preoccupazioni dei consumatori statunitensi riguardo alla Cina. Ma devi capire dov’è la posizione della Cina quando entrano e negoziano cose come gli accordi commerciali. Secondo me, l’unica cosa più importante da ricordare sulla Cina è che vogliono apparire belli su un palcoscenico internazionale. Le guerre commerciali non fanno apparire bene la Cina. Inoltre, cose come le proteste di Hong Kong, o le notizie di Uiguri costretti ai campi di concentramento nella Cina occidentale – sono tutte cose di cui la Cina non vuole parlare, non le vuole sulla prima pagina del giornale, e non vuole che le organizzazioni internazionali li rimproverino. Quindi sono motivati ​​a raggiungere un accordo commerciale con gli Stati Uniti in gran parte perché, non solo sta danneggiando la loro economia, anche se lo è, sta danneggiando anche gli Stati Uniti, come abbiamo detto, ma perché li fa sembrare cattivi

Greer: Torna a cosa potrebbe significare questo gli investitori. Sappiamo negli ultimi due anni, come ho già detto, e come hai detto, la borsa ha toccato nuovi massimi. Quindi, gli investitori sembrano essere diventati abbastanza bravi a scrollarsi di dosso tutte queste notizie sulla guerra commerciale. Allo stesso tempo, come hai detto, sappiamo che ha un impatto reale sui consumatori. Sappiamo certamente che ha un impatto sulle imprese. Agricoltura o se hai un’attività commerciale e il costo delle tue attività aumenta. Eppure, sembra che siamo in grado di riconciliarci, o vivere in due città diverse, con il mercato azionario che sale e questo impatto continuo della guerra commerciale. Immagino che la mia domanda sia, dato che l’abbiamo scrollata di dosso, quanto scrollare le spalle dovremmo fare con questa notizia? O è davvero qualcosa di diverso?

Flippen: Sembra un po ‘debole . Per un 27 – accordo di pagina, non molto è stato realizzato qui. Questo non vuol dire che gli accordi futuri, le fasi future non realizzeranno qualcosa. Speriamo che lo faranno. Ma è una lunga strada da percorrere. Investitori, sì, è quasi come se accettassimo le guerre commerciali come la nuova normalità, perché non è solo con la Cina; stiamo inoltre riscontrando disaccordi commerciali con l’intera Unione europea, che finora ha costretto il prezzo del vino, ma probabilmente anche altri prodotti, come il formaggio, saliranno. E non si sta riflettendo nei mercati in questo momento – per una buona ragione, perché come ho detto, le azioni che stanno propugnando il mercato non hanno davvero avuto esposizione a questi problemi di guerra commerciale. Ma penso che inizierà a incidere sulla tasca dei consumatori, il che potrebbe gocciolare.

Greer: Mentre concludiamo questa storia, cosa stai guardando in futuro?

Flippen: Guarderò per vedere quando i consumatori iniziano a sentirsi leggermente più turbati per i costi che vengono spinti su di loro. Come ho detto, quel $ 372 a circa $ 970, non è qualcosa che il consumatore medio è davvero consapevole di pagare. Se il commercio [war] diventa la nuova normalità, se non siamo in grado di risolvere queste guerre commerciali e i consumatori pagano sempre di più per prodotti per i quali si sono abituati a pagare prezzi più bassi, penso che sarà interessante osservare quando il consumatore americano inizia ad avere questi problemi e cosa fanno.

Greer: Passiamo alle banche di investimento e alcuni grandi profitti da Morgan Stanley. Emily, condivide circa il 7% al momento della nostra registrazione dopo che Morgan Stanley ha registrato guadagni migliori del previsto su tutta la linea. Le loro tre attività principali – gestione degli investimenti, gestione patrimoniale e negoziazione – stanno tutti andando meglio del previsto.

Flippen: È stato un grande trimestre per Morgan Stanley. Il loro utile per azione era effettivamente 16% superiore a quanto previsto per il trimestre e le aspettative per il trimestre erano già piuttosto elevate. Hanno visto un aumento del 27% reddito. E come hai detto, tutte le loro divisioni hanno fatto relativamente bene. Veniva dalla loro divisione di gestione degli investimenti. E lo associarono a quella che chiamavano una grande IPO in Asia. Non hanno fornito molto più colore di quello. Tuttavia, se dovessi indovinare, penso che sarebbe Alibaba ‘ la quotazione secondaria alla borsa di Hong Kong, per la quale Morgan Stanley era un sottoscrittore. Quindi, hanno visto un pop quasi $ 700 milioni associati a questa gestione degli investimenti che hanno fatto per conto dei loro clienti. Quindi, un grande guadagno aumenta in parte a causa di questo evento unico. Ma per il resto, resta un buon trimestre per Morgan Stanley. Continuano a prosperare nonostante sia un ambiente a basso tasso di interesse. Vediamo un sacco di cose che muovono i mercati del settore finanziario, che è stato in gran parte favorevole alla loro attività.

Greer: Ma è una buona paga- off, $ 700 milioni. Voglio dire, non è più quello di una volta. Per me, sembra un sacco di soldi.

Flippen: [laughs] Lo è. Sono sicuramente molti soldi. Ma dirò, altre divisioni, in particolare la loro divisione di gestione patrimoniale, nonostante siano ancora in crescita, sono state davvero schiacciate a causa dell’ambiente a basso costo in cui stiamo entrando. Penso che le persone stiano diventando sempre più scettiche di pagare qualcuno per gestire i propri beni per il. Il panorama ora è molto più competitivo per il prezzo che puoi caricare per gestire le risorse. A livello internazionale, va bene. Ma qui negli Stati Uniti, stiamo vedendo che vengono schiacciati.

Greer: Emily, chiudiamo con un po ‘di cannabis notizia. Ora, un gruppo di legislatori bipartisan ha presentato un disegno di legge e la Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti lunedì che darebbe alla FDA la flessibilità di consentire la vendita di olio di CBD derivato dalla canapa come integratore alimentare. Ora, la notizia ha sollevato riserve di cannabis come Charlotte’s Web e altre riserve di cannabis. Come qualcuno che ha studiato l’industria della cannabis, spiega cosa questo significa e le implicazioni per gli investitori.

Flippen: Ha implicazioni molto forti per lo spazio CBD negli Stati Uniti Questo è in gran parte dovuto al fatto che qualsiasi azienda che vende prodotti di CBD in questo momento può davvero farlo legalmente vendendolo come argomenti di attualità. Se vendi qualcosa che è CBD a base di canapa come integratore alimentare, stai violando tecnicamente le linee guida della FDA lì. E questo risale al Federal Food and Drug and Cosmetic Act, il FDCA, che afferma semplicemente che qualsiasi sostanza che è stata studiata per usi farmaceutici non può essere venduta come integratore alimentare. Questo ha davvero legato le mani delle compagnie CBD, perché GW Pharmaceuticals non troppo a lungo fa è stato approvato il primo farmaco derivato dal CBD, Epidiolex. Ora, questo aiuta le persone con forme rare di convulsioni; tuttavia, poiché esisteva un uso farmaceutico per il CBD, l’idea che altre aziende possano venire avanti e poi vendere CBD come integratore alimentare, quando era già stato approvato come farmaco, era un grosso problema che impediva alla FDA di prendere una decisione su ciò che facciamo con così tante aziende, tra cui il Web di Charlotte, che essenzialmente vendono illegalmente integratori alimentari in questo momento. Quindi, è importante ricordare che questo disegno di legge è un grande passo. Ha il supporto bipartisan, ma è stato appena introdotto alla Camera. Se approvato dalla Camera, passerà poi al Senato. Abbiamo visto molte banconote morire al Senato. Le priorità in questo momento non dipendono molto dall’approvazione di leggi più piccole come questa. Tuttavia, il leader della maggioranza al senato Mitch McConnell, ha un background. Il suo stato è in gran parte un produttore di canapa. Quindi, ha qualche interesse lì a ottenere potenzialmente questo attraverso il Senato. Quindi, penso che abbia buone possibilità di passare. Semplicemente non so a che velocità lo farà. Se passa, allora la FDA deve entrare e dire: “OK, abbiamo studiato questo prodotto, pensiamo che sia giusto per i consumatori consumarlo”, e quindi puoi venderlo come integratore alimentare. Mantenere una storia molto lunga, che è già piuttosto lunga, breve, essenzialmente, è un buon primo passo, ma è solo un primo passo e ci vorrà molto tempo per arrivarci se passa.

Greer: OK, quindi, il mio sommario – – dimmi se è giusto. Ti darò un riassunto di tre frasi qui, ok? Apre un nuovo mercato. Buono per gli affari. Buono per gli investitori.

Flippen: Aggiungerò, non ancora .

Greer: Non ancora.

Flippen: Non è ancora lì.

Greer: Ero così vicino. OK, è il momento della nostra domanda sulle isole deserte. Questo sarà un po ‘complicato a causa dell’accordo commerciale tra Stati Uniti e Cina. Quindi, per prima cosa ti chiederò, dato l’accordo commerciale parziale, esiste un titolo particolare, un titolo cinese, che ritieni possa trarre un vantaggio sproporzionato rispetto ad altri titoli?

Flippen: In realtà penso che l’intero settore in La Cina è stata in gran parte abbandonata. Aziende di e-commerce, ad esempio. Una delle mie compagnie preferite, Baozun , il Shopify della Cina, ha una discreta quantità di esposizione alla guerra commerciale e questo ha danneggiato in gran parte la compagnia. Ma anche le compagnie cinesi pure-play, quindi, le aziende cinesi che non sono esposte alla guerra commerciale, le aziende focalizzate sullo streaming live, ad esempio, che non hanno alcuna esposizione al mercato statunitense, sono state ancora colpite. Penso che l’intero settore in Cina o la sua divisione in Cina siano stati ignorati dagli investitori.

Greer: OK, vado a vai con Baozun. È corretto?

Flippen: Suona bene.

Greer: Quindi, sei su un isola deserta per i prossimi cinque anni e puoi possedere solo uno di questi tre titoli. Abbiamo Baozun, Morgan Stanley o, diciamo, Charlotte’s Web.

Flippen: Sceglierei sicuramente Baozun. Ciò potrebbe essere sorprendente per le persone, perché seguo l’industria della cannabis, ma penso che l’enorme pop che abbiamo visto oggi, mentre è fantastico e mi piace la legislazione che viene spostata a nome della Camera per la cannabis, penso che lo faccia impiegare più tempo per arrivarci. Penso che ci siano molti dettagli che devono essere elaborati. E il diavolo è sempre nei dettagli. Contro le società cinesi, si tratta di aziende che esistono da un po ‘di tempo. Sono redditizi, per la maggior parte. Ed è in gran parte solo il fatto che gli investitori hanno avuto troppa paura di investire in essa, a differenza della cannabis, per qualsiasi motivo.

Greer: Beh, come sempre, le persone su lo spettacolo potrebbe essere interessato alle azioni di cui parlano, e The Motley Fool potrebbe avere raccomandazioni formali pro o contro, quindi non acquistare o vendere azioni basate esclusivamente su ciò che ascolti. Emily Flippen, grazie per esserti unita a me!

Flippen: Grazie per avermi!

Greer: Questo è tutto per questa edizione di MarketFoolery . Questo spettacolo è mixato da Dan Boyd. Sono Mac Greer .. Ora, il mercato azionario è chiuso il lunedì, quindi ci vediamo martedì. Grazie per aver ascoltato!

                                                                                                                                                                                                                 Emily Flippen possiede azioni di Baozun, Charlotte’s Web e Shopify. Mac Greer non ha alcuna posizione in nessuno degli stock citati.Il Motley Fool possiede azioni di e raccomanda Baozun e Shopify. Motley Fool raccomanda Charlotte’s Web. Il Motley Fool ha una politica di divulgazione . “>                                                                                                                                                                                                                                      

Articolo originale di Fool.com