martedì 27 ottobre 2020

Coronavirus: un nuovo piano testerebbe 30 milioni a settimana e costerebbe fino a $ 100 miliardi, ma “dobbiamo farlo”

Dr. Natalia Echeverri, (R) usa un tampone per raccogliere un campione dal naso di Sammy Carpenter, che ha detto che è un senzatetto, per testarlo per COVID – 19 in aprile 17, 2020 a Miami, in Florida.

Joe Raedle | Getty Images

Un nuovo ambizioso piano per radicalmente aumentare il numero di test di coronavirus negli Stati Uniti vedrebbe fino a 30 milioni di persone proiettate ogni settimana e costato fino a $ 100 miliardi da implementare, ha detto una fondazione privata martedì.

Ma lo sforzo per quello che alcuni hanno detto sarebbe il più grande test di salute pubblica nella storia è necessario per arginare il $ 300 miliardi a $ 400 miliardi di perdite economiche americane ogni mese a causa del Covid – 19 pandemia, sostenne la Fondazione Rockefeller.

Disse che i primi test sui coronavirus diventano molto più ampiamente disponibile, più rapidamente l’economia americana può iniziare a tornare alla normalità.

“Abbiamo la capacità di farlo e abbiamo le risorse per farlo” ha detto il Dr. Michael Pellini, che ha contribuito a elaborare il piano. Pellini è il socio amministratore della sezione della società di venture capital 32 e membro del consiglio di amministrazione della Personalized Medicine Coalition.

“Sì, è ambizioso, ma a questo punto dobbiamo farlo”, ha detto Pellini. “Dobbiamo sistemare i test in questo paese per consentire di distribuire nuovamente la nostra forza lavoro.”

Il piano arriva tra le chiamate di numerosi esperti e CEO per potenziare i test del coronavirus certo che le imprese e gli eventi sociali possono riaprire in modo sicuro senza innescare la seconda e la terza ondata di epidemie di virus.

Il CEO di Amazon Jeff Bezos, in una nota agli azionisti della scorsa settimana, ha scritto: Test regolari su scala globale, in tutti i settori, aiuterebbero entrambi a salvaguardare le persone e contribuire a ripristinare l’economia. “

Il presidente della Fondazione Rockefeller, Dr. Rajiv Shah, ha dichiarato: “Immaginiamo un’America in cui chiunque abbia bisogno di un test possa ottenerne uno.”

Rajiv Shah, presidente di The Rockefeller Foundation

Jason Alden | Bloomberg | Getty Images

“La Fondazione Rockefeller ritiene che testare l’accesso è fondamentale per ridimensionare la nostra vita e la nostra economia “, ha detto Shah durante un co chiamata di inferenza con i giornalisti lunedì, quando il numero totale di casi confermati di coronavirus ha raggiunto più di 766, 600 e il numero di vittime correlate si avvicinò 41, 000.

Lui ha chiamato il costo fino a – $ 100 miliardi dello sforzo “un investimento modesto”, dato l’ammontare delle perdite economiche mensili per la nazione, così come i costi sociali legati allo scoppio, che potrebbero finire per aumentare i tassi di suicidi, alcolismo e violenza domestica.

Mentre l’obiettivo del piano di test è per costruire un programma nazionale guidato dallo stato, la fondazione ha detto che i finanziamenti per questo probabilmente possono provenire da fondi federali attraverso agenzie o sovvenzioni.

La stessa fondazione sta investendo $ 15 milioni per aiutare a dare il via allo sforzo, che include le città di supporto che sono tra le prime ad adottare le raccomandazioni del piano.

La Rockefeller Foundation, che è un importante donatore filantropico in aree tra cui salute e scienza, la scorsa settimana hanno detto alla CNBC di essere stata in contatto con l’amministrazione Trump, i gruppi nazionali di governatori e sindaci e le principali società americane mentre preparava le raccomandazioni.

Il piano della fondazione delinea una strategia per triplicare, entro le prossime otto settimane, il test di 1 milione di coronavirus alla settimana attualmente in corso, massimizzando l’efficienza della capacità di test.

Successivamente, la fondazione chiede di moltiplicare quei 3 milioni di test alla settimana per almeno 10 volte per raggiungere almeno 30 milioni di test ogni settimana entro i prossimi sei mesi.

Raggiungere quel livello comporterà, tra le altre cose, la rimozione degli ostacoli normativi all’approvazione per i nuovi kit di point-of-care e home test e la garanzia dei pagamenti per i laboratori che eseguono i test.

Il piano Rockefeller afferma che è necessario eseguire ulteriori test per acquisire accuratamente il livello di Covid – 19 infezioni negli Stati Uniti

“A Taiwan, ci sono stati 132 test condotti per ogni caso confermato. In Australia, il numero è 62. Negli Stati Uniti, sono cinque, “una sintesi delle note del piano.

” La sfortunata conclusione di questo confronto è che il numero effettivo di infezioni del paese potrebbe essere 15- per 20 – volte superiore al numero riportato di casi confermati “, afferma il riassunto.

“In breve, gli Stati Uniti devono aumentare almeno del livello attuale di 1 milione di test alla settimana 10 – piega e preferibilmente 19 – piega per monitorare adeguatamente la pandemia. “

Il piano osserva che” date le incertezze commerciali inerenti a questo 10 – aumento della produzione “è probabile che il governo federale avrebbe bisogno di attivare il Defence Production Act per imporre la produzione di test.

Il piano prevede la creazione di una rete di emergenza per Covid – 19 Test per coordinare e sottoscrivere il mercato dei test con l’uso della leva finanziaria da garanzie di credito pubblico-privato e altri strumenti.

La seconda parte del piano prevede un Covid Community Healthcare Corps a pagamento di 100, 000 per 300,000 persone che eseguono l’elevato numero di testi e conducono “contatti di contatto”, o si rivolgono a persone che hanno frequentato persone infette e test anche loro.

La terza parte è una piattaforma di dati e digitale comune per supportare i primi due obiettivi condividendo “analisi in tempo reale delle allocazioni delle risorse, dei risultati della ricerca delle malattie e dei pazienti records. “

Professore Paul Romer della New York University, che ha condiviso il 2018 Premio Nobel per l’economia , ha affermato che la necessità di un enorme aumento del numero di test del coronavirus è guidata non solo dalla necessità di bloccare le attuali perdite economiche, ma anche di prevenire danni permanenti a Produzione economica degli Stati Uniti quando il paese esce dalla recessione.

“La nostra futura capacità di produzione” è inferiore a causa del costo economico della pandemia “e si deteriora con ogni mese di ritardo” ha detto Romer, che ha partecipato all’elaborazione del piano della Rockefeller Foundation.

Ma Romer ha affermato che la soluzione al problema dei test sta nell’attuale sistema, che deve essere riorganizzato e incentivato finanziariamente per produrre abbastanza test.

“Non siamo veramente vincolati dal lato dell’offerta, ma siamo limitati da ciò che siamo disposti a pagare”, ha detto Romer.

“Dobbiamo solo pagare le persone e lasciare che debbano scegliere di fornire questi test.”

Romer ha fatto l’analogia del governo dicendo che lì doveva essere 300 milioni di bevande analcoliche prodotte un giorno.

Nessuno avrebbe intensificare per rendere le bevande gratis, suggerì, ma sarebbero state fatte se il governo avesse accettato di pagarle.

Articolo originale di CNBC