venerdì 26 febbraio 2021

Fortis: “La produzione crolla, ma l’industria italiana resta competitiva”

AGI –  Il tonfo della produzione industriale italiana nel 2020 è stato determinato più che altro dalla chiusura delle fabbriche in un lockdown durato più a lungo rispetto ad altri Paesi europei, ma in realtà la competitività dell’industria italiana rimane molto vigorosa.

Ne è convinto l’economista Marco Fortis, che in un colloquio con l’AGI spiega: “Le produzioni industriali dei principali Paesi dell’euro sono cadute allo stesso modo, a parte quella tedesca che è calata un po’ di meno. La nostra sembra andata molto male ma solo perché le nostre fabbriche sono state chiuse per un periodo più lungo. La competitività dell’industria italiana rimane molto forte, fermo restando i problemi che la pandemia ha provocato, soprattutto sulle imprese più piccole dell’indotto che hanno certamente sofferto molto quest’anno”.

Il lockdown e la pandemia, è il ragionamento del direttore della Fondazione Edison e docente di Economia industriale all’Università Cattolica di Milano, hanno provocato dei cambiamenti drammatici almeno nel m

LEGGI TUTTO L’ARTICOLO SU AGI

Questo contenuto è di proprietà di AGI
Finanza News 24 non detiene alcun diritto su tale contenuto, ma si limita soltanto a diffonderlo