lunedì 30 novembre 2020

Gli strumenti di monitoraggio dei lavoratori vedono crescere la crescita mentre le aziende si adeguano agli ordini di casa

Poiché il lavoro a distanza è diventato la nuova realtà per milioni di persone in tutto il mondo, un numero crescente di aziende è alla ricerca di modi per monitorare l’efficienza dei dipendenti.

I recenti ordini di ricovero sul posto hanno permesso ai lavoratori di quasi tutti i settori di fare cose a casa che non avrebbero mai creduto possibile, dalla produzione televisiva in diretta al trading di portafogli di fondi hedge di classe multi-asset.

Con la maggior parte del loro personale che passa la giornata in pigiama, i datori di lavoro hanno un compito sempre più difficile quando si tratta di capire quanto duri stiano lavorando i dipendenti. È ancora più complicato nell’attuale pandemia, perché le richieste di assistenza all’infanzia, le malattie tra i membri della famiglia e le interruzioni causate dagli animali domestici differiscono notevolmente dalla famiglia.

Le società non si aspettavano di essere in questa situazione, ma ora devono accettarlo. Secondo un sondaggio condotto dallo studio Robert Half, 60% dei professionisti dell’ufficio che passano a un’installazione remota afferma di avere un migliore equilibrio tra lavoro e vita privata senza spostamenti. Il sondaggio ha rilevato che 74% degli intervistati vorrebbe telelavoro più spesso dopo l’eliminazione delle restrizioni. Facebook, Google, Twitter e Nationwide sono tra le aziende che consentono ai loro dipendenti di lavorare da casa per il prossimo futuro.

Sam Naficy, CEO di Prodoscore, che monitora la produttività dei dipendenti, afferma che il coronavirus ha provocato un picco nella crescita della sua azienda, con l’interesse dei potenziali clienti che si arrampicano 600%. Mercoledì scorso, la società ha dichiarato di aver chiuso il round di finanziamento della Serie A, guidato da Troy Carter, uno dei primi sostenitori di Uber, Lyft e Dropbox.

“Prodoscore punta ad aiutare le aziende a massimizzare il potenziale di profitto dei loro team, e rappresenta la tecnologia giusta al momento giusto “, ha detto Naficy.

Il software tiene traccia dell’attività dei lavoratori e quindi fornisce ai dirigenti un punteggio su una scala di produttività. Mentre i datori di lavoro non sono tenuti a comunicare ai dipendenti che vengono monitorati, Prodoscore consiglia di farlo.

Reggie Scales, vicepresidente senior di Vonage, utilizza Prodoscore da due anni per monitorare il suo team di vendita e fornire loro un feedback migliore. Ha funzionato così bene che sta prendendo in considerazione cambiamenti permanenti nel modo in cui funziona la sua attività di vendita, ha detto.

“Lo sto facendo da un po ‘di tempo e ho scoperto che conversazioni soggettive sull’attività sono conversazioni spesso rumorose “, ha detto Scales, aggiungendo che Prodoscore gli consente di spingere i suoi addetti alle vendite quando necessario.

Hubstaff, un fornitore di strumenti di monitoraggio del tempo per le forze di lavoro remote, ha detto che il numero di aziende in prova la sua tecnologia è cresciuta da due a tre volte da quando Covid – 19 ha costretto gli uffici a svuotarsi.

“Riteniamo che la domanda sarà scivolare un po ‘di più quando alcune aziende tornano in ufficio, ma che rimarrà molto più alto di “era pre-coronavirus”, ha dichiarato Dave Nevogt, co-fondatore di Hubstaff. “Il lavoro a distanza diventerà più mainstream e anche alcune aziende decideranno di poter far lavorare le loro persone da casa o da remoto almeno alcuni giorni alla settimana.”

Secondo Google Trends, le persone dedicano molto più tempo alla ricerca del “monitoraggio dei dipendenti”.

Gli esperti sul posto di lavoro raccomandano la massima trasparenza quando si tratta di monitorare i prodotti, quindi i dipendenti non pensare che i loro capi stiano prendendo una mano pesante.

“Il solo fatto di sentire la parola sorveglianza per alcuni dipendenti sarà immediatamente intimidatorio, soprattutto perché probabilmente tutto sembra molto poco familiare e può sembrare come un’invasione della privacy “, ha dichiarato Dawn Fay, presidente distrettuale senior di Robert Half a New York. “Se i dipendenti ritengono che il loro capo non possa fidarsi di lavorare e di essere produttivi da remoto, ciò potrebbe avere un impatto negativo sul morale dell’azienda, che a sua volta potrebbe avere un impatto sulla fidelizzazione lungo la strada.”

Naficy afferma che mentre Prodoscore può vedere cose come il tempo trascorso in una chiamata o l’uso di un determinato programma di lavoro, non sta monitorando la navigazione web, lo shopping online o se occasionalmente guardi i risultati sportivi. Piuttosto, sta esaminando i punti di attività quotidiana attraverso applicazioni come posta, calendario, documenti e chiamate.

“Siamo davvero molto lontani dal Grande Fratello”, ha detto. Definisce la tecnologia “uno strumento di produttività che coinvolge i dipendenti e principalmente le forze di vendita e i dipartimenti di vendita per fornire un sistema di punteggio proprietario in tempo reale alla loro attività.”

Articolo originale di CNBC