Entra in contatto con noi

Mercati americani

I declassamenti degli utili toccano il fondo?

Pubblicato

il

21 gennaio 2023 10:42 ETACTV, AFMC, AFSM, ARKK, AVUV, BAPR, BAUG, BBMC, BBSC, BFOR, BFT, BJUL, BJUN, BKMC, BKSE, BMAR, BMAY, BOCT, CAPO, INCONTRO, IN FORMA, BUL, VITELLO, CAT, CBSE, CSA, CSB, CSD, CSF, CSML, CSTNL, CWS, CZA, DDIV, PROFONDO, DES, DEUS, DFAS, DGRS, DIAM, DIV, DJD, ASSISTENTE, DSPC, DVLU, DWAS, DMC, EES, EFIV, EPS, UGUALE, ESML, ETO, EWMC, EWSC, EZM, FAVOLOSO, FAD, FDM, FTY, FLQM, FLQS, FNDA, FNK, FNX, FNY, FOVL, FRTY, FSMD, FTA, FTDS, FYC, FYT, FYX, GLRY, GSSC, SALVE, HIBL, HIBS, HLGE, HOMZ, HSMV, IJH, IJJ, IJK, IJR, IJS, IJT, IMCB, IMCG, IMCV, IPO, ISCB, ISCG, ISCV, ISMD, IUSS, IVDG, IO HO, IVOG, IVOO, IVOV, IVV, IVW, IWC, IWM, IWN, IWO, IWP, IWR, IWS, IYY, JDIV, JHMM, JHSC, JPME, JPSE, JSMD, JSM, KAPR, KJAN, KJUL, KNG, KOMP, KSCD, LSA, MDY, MDYG, MDYV, MGMT, MEDIO, MIDE, NAP, NJAN, NOBL, NUM, NUMV, NUSC, NVQ, OMFS, UNO O, ONEQ, ONEV, UNO, OSCV, OUSM, OVS, PAMC, PAPR, PAUGO, PBP, PBSM, PEXL, SPHD, SPHQ, SPLG, SPLV, SPLX, SMO, SPMV, SPUS, SPUU, SPVM, SPVU, SPXE, SPXL, SPXN, SPXS, SPXT, SPXU, SPXV, SPIARE, SPIA, SPYG, SPIA, SPYX, SSO, SPY, UAUG, UJAN, UMAR, UMAY, UOCT, UPRO, USMC, VFINX, VOO, VOOG, VOOV, VXX, VXZ, XLG, XRLV, XVV, XYLD, XILG

Riepilogo

  • Provvista di riserve da parte delle banche contro la probabilità di un ulteriore deterioramento dei loro portafogli di prestiti al consumo e alle piccole imprese.
  • Le stime sugli utili degli analisti stanno finalmente raggiungendo il mercato, che già nel 2022 aveva deciso che le condizioni erano andate al sud.
  • La buona notizia è che gran parte del sentimento negativo si riflette già nei prezzi delle azioni.

Jerome Maurice/iStock tramite Getty Images

Più licenziamenti nel settore tecnologico. Provvista di riserve da parte delle banche contro la probabilità di un ulteriore deterioramento dei loro portafogli di prestiti al consumo e alle piccole imprese. Un marcato e prolungato rallentamento della pubblicità online. Un altro mese di vendite al dettaglio sottoperformanti. Il crescono i segnali di rallentamento. Le stime sugli utili degli analisti stanno finalmente raggiungendo il mercato, che già nel 2022 aveva deciso che le condizioni erano andate al sud. L’attuale consenso per gli utili del quarto trimestre dell’S&P 500, la cui segnalazione è iniziata seriamente la scorsa settimana, è un calo anno su anno del 4,9%. È un po’ inferiore alle stime fornite dagli stessi analisti per gli utili del quarto trimestre lo scorso settembre, quando prevedevano una crescita del 3,5%. Poiché le aziende continueranno a riferire nelle prossime settimane, la domanda chiave sarà quanto potrebbero scendere tali stime. Il nostro pensiero è che i declassamenti potrebbero essere nel processo di toccare il fondo.

Non troppo economico, non troppo caro

Sulla base degli utili a termine (prossimi dodici mesi), il rapporto prezzo/utili (P/E) dell’S&P 500 è 17,13x. Come mostra il grafico sottostante, tale valutazione è leggermente al di sopra della mediana di 23 anni di 15,97, e grosso modo in linea con la quotazione del mercato durante gran parte del periodo pre-pandemico dal 2017 all’inizio del 2020, ma ben al di sotto del picco di 24,02. x raggiunta nel 2021.

Interpretiamo i prezzi attuali come “ragionevoli” – niente come gli affari da urlo a portata di mano dopo la crisi finanziaria del 2008, ma anche non estremamente costosi. Tieni presente che si tratta di stime sugli utili futuri; essenzialmente, dove gli analisti si aspettano che gli utili per azione arrivino per ciascuno dei prossimi quattro trimestri. Man mano che la stagione degli utili del quarto trimestre passa da “stima” a “effettiva”, le grandi domande per il P/E futuro si concentreranno intorno ai primi due trimestri del 2023. la stima è per un calo dell’1,29% secondo FactSet), che ha implicazioni per le valutazioni delle azioni. Le forti revisioni degli utili al ribasso potrebbero spingere le valutazioni “ragionevoli” odierne in un territorio “non così ragionevole” e sollevare lo spettro di un’altra traiettoria al ribasso per il mercato.

Advertisement

Occhi davanti

La buona notizia è che gran parte del sentimento negativo si riflette già nei prezzi delle azioni. Il mercato è una creatura lungimirante. Gli eventi che il mercato aveva inasprito nel 2022 sono ora più vicini a verificarsi. Come abbiamo notato nella nostra prospettiva annuale per il 2023 (la tesi di investimento per la quale abbiamo pubblicato in questo spazio un paio di settimane fa), prevediamo che i segni visibili di rallentamento che vediamo oggi porteranno a una recessione ciclica a un certo punto quest’anno . Se la nostra analisi è ragionevolmente in linea con l’obiettivo, è più probabile che si tratti di un evento relativamente breve e non di un affare straziante e di lunga durata. Più come il 1990, meno come il 2008 o il 1980 o il 1973. Come sempre, avvertiamo che qualsiasi numero di cose potrebbe ribaltare questo scenario e produrre risultati molto diversi. Sulla base di ciò che sappiamo oggi, tuttavia, riteniamo che la parte del leone dei declassamenti degli utili sia già avvenuta. Andando avanti, una quota crescente di quella formulazione “prossimi dodici mesi” terrà conto delle ipotesi post-recessione; cioè una ripresa della crescita.

Crescita, ma niente unicorni

Detto questo, non siamo così ottimisti sul fatto che il trend di crescita al di fuori del minimo recessivo sarà robusto come lo è stato nelle situazioni passate. L’aumento del prezzo dell’S&P 500 nei dodici mesi successivi al punto più basso di ciascuna delle ultime quattro recessioni è stato in media del 39,8 percento: un tasso di crescita su dodici mesi piuttosto straordinario. Riteniamo che la crescita potrebbe essere più contenuta questa volta, a causa di fattori contestuali come una tendenza al rialzo più lenta per la spesa dei consumatori e gli investimenti delle imprese. Per non parlare del fatto che le valutazioni questa volta, come abbiamo notato sopra, partono da una posizione di “ragionevolezza” piuttosto che di “svendita da urlo”. Come abbiamo detto nella nostra tesi di investimento un paio di settimane fa, guardando al 2023 sarebbe saggio fare due cose contemporaneamente: primo, non farti prendere dal panico e, secondo, non aspettarti gli unicorni. Oggi seguiremo questa raccomandazione.

Nota dell’editore: I punti riassuntivi per questo articolo sono stati scelti dagli editori di Seeking Alpha.

Questo articolo è stato scritto da

Advertisement

MV Financial è un gestore patrimoniale dell’area di Washington DC che offre servizi di consulenza sugli investimenti tramite MV Capital Management, un consulente per gli investimenti registrato. Siamo specializzati in ricerche approfondite su un’ampia gamma di asset class e veicoli di investimento, con l’obiettivo di trasformare la conoscenza in soluzioni di investimento attuabili per la nostra clientela individuale, familiare e istituzionale.

Raccomandato per te

Advertisement

Trending