domenica 01 novembre 2020

I titoli asiatici inizieranno a scendere, poiché gli investitori continuano a valutare l’impatto economico della pandemia di coronavirus

Le azioni nei principali mercati dell’area Asia-Pacifico sono state mescolate lunedì mentre gli investitori continuano a valutare l’impatto economico della pandemia globale di coronavirus che continua a diffondersi rapidamente. Australia S & P / ASX 200 ha portato guadagni tra i principali mercati della regione in quanto è aumentato del 7% per chiudere a 5, 181. 40, con il sottoindice finanziario fortemente ponderato in aumento dell’8,8% a seguito dell’aumento delle azioni delle cosiddette Big Four bank del Paese: Australia e New Zealand Banking Group hanno aggiunto 8 . 47%, Commonwealth Bank of Australia rose 10. 91%, Westpac avanzato 8. 53% while National Australia Bank ottenuto 7. 79%.

Altrove, il Nikkei 225 in Giappone è caduto 1. 57% per chiudere a 19, 084. 97 come azioni dell’indice dei pesi massimi e del conglomerato Softbank Group ha ceduto 4. 99% mentre l’indice Topix scivolava 1 . 64% per terminare la sua giornata di trading all’1, 435. 54.

Lo stock di Fujifilm , d’altro canto, è balzato a 5. 98%. Le mosse sono arrivate dopo che il Nikkei Asian Review ha riferito durante il fine settimana che il Primo Ministro giapponese Shinzo Abe ha dichiarato che il governo avvierà procedure di prova mirate a ottenere l’approvazione per un farmaco antinfluenzale sviluppato dall’azienda come trattamento per il coronavirus.

Le azioni della Cina continentale erano più basse in quel giorno, con il Composito Shanghai in calo dello 0,9% a circa 2, 747. 21 mentre il composito di Shenzhen ha perso 2. 108% a circa 1, 657. 55. Il componente Shenzhen è diminuito 2. % a 9, 904. 95.

Sopra a sud Corea, il Kospi ha terminato la sua giornata di trading appena sotto la linea piatta a 1, 717. 12 mentre l’indice Kosdaq ha saltato 3. 69% per chiudere a 542. 11. L’indice Hang Seng a Hong Kong è diminuito di 1. 04%, a partire dall’ultima ora di negoziazione.

Complessivamente, l’indice MSCI Asia ex Giappone era 0,3 % inferiore.

Gli investitori continuano a monitorare gli sviluppi sull’epidemia globale di coronavirus, che ha già infettato più di 720, 000 in tutto il mondo e preso almeno 33, 925 vive, secondo gli ultimi dati compilato dalla John Hopkins University. I mercati sono stati volatili nelle ultime settimane, vedendo bruschi movimenti in entrambe le direzioni mentre le autorità di tutto il mondo hanno annunciato grandi quantità di stimoli per arginare l’impatto economico del virus.

“La grande domanda per i mercati è se l’enorme stimolo introdotto finora in tutto il mondo sarà sufficiente per aiutare l’economia globale a resistere allo shock economico del COVID – 19 misure di contenimento, “Rodrigo Catril, stratega valutario della National Australia Bank, ha scritto in una nota.

” Per rispondere a questa domanda è necessario conoscere l’entità delle misure di contenimento e per quanto tempo saranno implementati “, ha detto Catril. Questo era “sconosciuto” a questo punto, ha detto, e suggerisce che i mercati “probabilmente rimarranno volatili” fino a quando l’incertezza non sarà risolta.

L’opinione di Catril è stata ripresa da Gareth Nicholson, capo di reddito fisso presso la Bank of Singapore, che lunedì ha dichiarato alla CNBC che l’impresa era “ancora cauta al momento”.

“Fino a quando non avremo una sorta di chiarezza dal virus, è molto difficile essere … a rischio pieno”, Nicholson ha detto a “Squawk Box” della CNBC.

I prezzi del petrolio crollano

I prezzi del petrolio sono precipitati nel pomeriggio delle ore asiatiche, con benchmark internazionale Future sul greggio Brent in calo di 6. 58 da% a $ 23. 29 per barile mentre NOI futures grezzi scesi 4. 64 da% a $ 20 . 48 per barile.

Il NOI L’indice del dollaro , che traccia il biglietto verde contro un paniere dei suoi pari, era l’ultimo a 98. 774 dopo essere diminuito dai livelli superiori 100 la scorsa settimana.

Il Yen giapponese , spesso visto come una valuta rifugio, scambiato in 108. 08 per dollaro dopo il rafforzamento dai livelli superiori 110 la settimana scorsa. Il il dollaro australiano ha cambiato le mani a $ 0. 6132 dopo essere salito da livelli inferiori a $ 0. 60 nella settimana precedente .

Chiarimento: questa storia è stata aggiornata per riflettere quella terraferma Le azioni cinesi erano più basse lunedì mattina.

Articolo originale di CNBC