venerdì 30 ottobre 2020

Il Dow è in un mercato orso. Ecco quanto potrebbe andare male

Jacob W. Frank | Getty Images

Il Dow Jones Industrial Average ha fatto il suo ingresso ufficiale in un mercato orso mercoledì dopo che l’Organizzazione mondiale della sanità ha dichiarato il nuovo coronavirus una pandemia globale e aggravato l’ansia degli investitori che la malattia avrebbe minato l’economia crescita.

L’indice blue-chip di mercoledì ha chiuso più del 20% sotto il record, chiudendo di meno di un mese fa il febbraio 12. Lo S&P 500, l’indice più ampiamente seguito tra gli investitori, è riuscito a librarsi appena al di sopra del territorio di mercato alla chiusura degli scambi, ma è rimasto più di 19% al di sotto del suo massimo storico.

Ma nel bagno di sangue di Wall Street, Goldman Sachs ha preso un po ‘di sollievo dal fatto che il l’attuale rotta del mercato appare guidata dagli eventi o innescata da un catalizzatore specifico.

David Kostin, il principale stratega azionario statunitense di Goldman, ha scritto in una nota ai clienti che quando eventi specifici fanno brillare i mercati, il recupero delle azioni tende ad essere più forte di quanto sarebbe altrimenti. Ciò potrebbe essere di buon auspicio per gli investitori se il nuovo coronavirus dimostra la ragione principale alla base del sell-off e danneggia la crescita economica solo per alcuni mesi.

Articolo originale di CNBC