venerdì 25 settembre 2020

Il titolo Virgin Galactic potrebbe essere un acquisto

Le azioni Virgin Galactic stanno finalmente prendendo slancio. È ora di comprare sui recenti ribassi?

Virgin Galactic (NSPCE) è stato galvanizzato da un certo numero di catalizzatori che hanno preso vita. Ciò ha creato un rialzo del prezzo delle azioni, con aumento di oltre il 60% nell’arco di poche settimane.

Gli investitori si chiedono se questo nome possa continuare la sua ascesa.

Fondamentalmente e tecnicamente, vari catalizzatori si stanno allineando per Virgin Galactic. Quando queste osservazioni iniziano a sovrapporsi, è ciò che dà alle azioni quel potenziale esplosivo per decollare davvero. Con un grande interesse per il titolo, qualsiasi rally considerevole ha il potenziale per innescare una forte spinta.

Quindi quali sono alcuni di questi catalizzatori recenti?

Il 22 giugno, sembrava che lo stock di SPCE fosse destinato a esplodere e ad aumentare. Questo perché le azioni erano aumentate del 18% nel trading pre-market, secondo le notizie che aveva siglato un accordo con la NASA. I due hanno concordato di “incoraggiare la partecipazione commerciale al volo spaziale umano orbitale verso la Stazione Spaziale Internazionale consentendo allo stesso tempo lo sviluppo di una solida economia nell’orbita terrestre bassa”.

È stato un ulteriore passo verso l’opportunità di voli spaziali commerciali e gli investitori hanno visto il suo accordo con la NASA come un altro passo nella giusta direzione. Ciò ha aiutato alcuni giorni dopo, sono emerse notizie secondo cui Virgin Galactic avrebbe dovuto assicurarsi la sua licenza FAA entro i prossimi due voli spaziali.

Quella notizia arrivò il 30 giugno. A quel punto, lo stock era già tornato sulla terra. Tuttavia, quella notizia ha contribuito a dare il tono quando le azioni hanno iniziato a salire più in alto, come un vulcano, in attesa di esplodere. Il 15 luglio, la società ha annunciato che il suo CEO di lunga data George Whitesides sarebbe passato al Chief Space Officer.

A sostituirlo come CEO è Michael Colglazier, che si unisce a “dopo una lunga carriera in Disney, portando oltre trent’anni di esperienza nello sviluppo e nella crescita di aziende multimiliardarie orientate al consumatore in modo strategico, commerciale e operativo”.

Nell’ultimo mese Virgin Galactic ha stretto una partnership con la NASA per incoraggiare il turismo spaziale, segnalazioni di una probabile autorizzazione della FAA nel prossimo futuro e un nuovo CEO per guidare l’azienda. Ultimo ma non meno importante, ci sono alcuni discorsi positivi sulla valutazione.

Virgin Galactic è sottovalutato?

Elon Musk di Tesla (TSLA) ha un’altra società chiamata SpaceX. È un ente privato che lavora con la NASA e ha in programma di lanciare un servizio Internet via satellite chiamato Starlink. I modelli di business sono diversi, ma SpaceX sta cercando di raccogliere capitali con una valutazione di $ 44 miliardi.

Per coloro che tengono traccia delle attività domestiche, è oltre otto volte la capitalizzazione di mercato delle azioni SPCE. Inoltre, Morgan Stanley ha recentemente realizzato un caso rialzista a lungo termine per una capitalizzazione di mercato di $ 175 miliardi per SpaceX.

Ancora una volta, si tratta di aziende diverse, ma anche una valutazione che è la metà di quella che SpaceX sta cercando ora potrebbe significare un enorme apprezzamento del prezzo delle azioni SPCE. Con così pochi titoli legati allo spazio, un grande aumento di SpaceX dovrebbe essere positivo anche per Virgin Galactic.

Dall’inizio del mese al massimo di questa settimana, le azioni del titolo Virgin Galactic sono aumentate del 68%. A breve termine, potrebbe essere necessario rilassarsi un po ‘. Virgin Galactic ha attualmente tre obiettivi di prezzo, a $ 23, $ 24 e $ 29. Forse può arrivare a quest’ultimo, ma ha già visto una grande mossa a breve termine.

Un effettivo potenziale a lungo termine.

Il turismo spaziale suona alla grande e se Virgin lo abbassa, allora potrebbe condurre una nuova industria. Tuttavia, ha anche un accordo con la NASA per “facilitare lo sviluppo di tecnologie ad alta velocità”. Ora che ha un reale potenziale di applicazione commerciale proprio lì.